Home Gravidanza Disturbi della gravidanza

Come curare l'acne durante la gravidanza

di Redazione PianetaMamma - 08.01.2013 Scrivici

la-pelle-in-gravidanza
Una donna su due soffre di acne in gravidanza. Ecco come intervenire e come prendersi cura della pelle del viso

Secondo uno studio condotto presso l'Ospedale Universitario di Nantes, in Francia, l'acne in gravidanza interessa quasi una donna incinta su due.


LEGGI ANCHE: Pelle, depilazione e capelli in gravidanza, cosa c'è da sapere


La causa di questo disturbo è soprattutto legata ai cambiamenti ormonali. La secrezione di estrogeni e progesterone subisce grandi alterazioni durante la gravidanza (LEGGI) e questo si ripercuote anche sulla produzione di sebo e sull'equilibrio della pelle.

E il rischio di soffrire di acne è molto più alto per le donne che hanno avuto problemi di acne durante l'adolescenza o in una gravidanza precedente.
Punti neri, brufoli rossi, piccole cisti: l'acne in gravidanza può interessare non solo la pelle del viso, ma anche quella della schiena o del petto. 



LEGGI ANCHE: In gravidanza tinture per capelli si o no?


Come intervenire
?
La dermatologa francese Brigitte Dréno ricorda che la maggior parte dei prodotti cosmetici o farmaceutici che vengono generalmente prescritti per curare l'acne, sono controindicati in gravidanza a causa di sostanze potenzialmente tossiche per il feto, come i retinoidi, la tetraciclina, l'isotretinoina (LEGGI).



L'esperta spiega che possono essere utili prodotti a base di zinco che riducono l'infiammazione della pelle.
Inoltre è importante seguire qualche semplice consiglio:

- non utilizzare saponi per lavare la pelle, ma preferire il pane dermatologico

- non spremere i punti neri e i brufoli perchè la ferita può infettarsi e può rimanere la cicatrice

- evitare maschere e scrub che irritano la pelle e aumentano l'infiammazione; utilizzare solo creme molto fluide, leggere e non comedogeniche.

gpt inread-gravidanza-0

articoli correlati