Home Gravidanza Corpo che cambia

False mestruazioni: come riconoscerle e perché vengono

di Francesca Capriati - 28.06.2021 Scrivici

false-mestruazioni
Fonte: shutterstock
False mestruazioni: come riconoscere le false mestruazioni, quando fare il test. sono dolorose e perché si presentano delle perdite simili a un ciclo

False mestruazioni

Vengono definite false mestruazioni delle leggere perdite ematiche che si presenta dopo qualche giorno dal concepimento e, quindi, agli esordi della gravidanza. Possono essere scambiate erroneamente per mestruazioni, ma in realtà sono perdite da impianto. Vediamo come riconoscerle e perché possono presentarsi.

In questo articolo

Come riconoscere le false mestruazioni

Le false mestruazioni, o perdite da impianto, sono provocate dalla rottura di qualche piccolo vaso sanguigno presente nell'utero. Questa rottura è provocata dalla fase di annidamento dell'embrione nelle pareti uterine. Per questo vengono chiamate perdite da impianto.

Cosa accade nel dettaglio?

Dopo il concepimento ci vogliono circa 10-14 giorni prima che l'ovulo fecondato raggiunga l'utero dove si anniderà. A volte questo fenomeno di impianto può provocare delle lievi perdite ematiche, uno spotting, che potrebbe essere uno dei primi sintomi di gravidanza. Ma, siccome il momento in cui si verificano queste perdite coincide spesso con quello in cui aspettiamo le mestruazioni resta sempre il dubbio: si tratta di uno spotting da impianto oppure di un ciclo che è arrivato?

Alcuni esperti affermano che un sanguinamento che inizia con un colore marrone o rosso scuro e diventa un rosso più luminoso è molto probabilmente indizio di inizio del ciclo. Tuttavia è bene ribadire che non c'è modo per distinguere le perdite da impianto da uno spotting di inizio ciclo.

In realtà bisogna prestare attenzione a tutti quei cambiamenti che avvertiamo come anomali o strani nel nostro corpo: ad esempio con la sindrome premestruale il seno può essere dolente e teso, per poi ammorbidirsi e rilassarsi non appena compaiono le mestruazioni. Con la gravidanza la tensione mammaria e e anche una leggera dolenzia sono uno dei primi sintomi di gravidanza e non scompaiono con la comparsa dello spotting.

Inoltre le false mestruazioni possono anche essere intermittenti, mentre le mestruazioni iniziano con perdite leggere che poi diventano più abbondati man mano che passano i giorni.

False mestruazioni: quando fare il test

L'unico modo per capire se si tratti di false mestruazioni e se, quindi, siamo rimaste incinte è fare un test di gravidanza: quelli più moderni possono rilevare una gravidanza in atto già dopo pochi giorni dal concepimento.

Le false mestruazioni sono dolorose?

Secondo gli esperti i crampi dolorosi associati all'impianto, anche se possono essere a volte anche intensi, durano poco e non quanto durano generalmente i classici dolori legati alle mestruazioni.

False mestruazioni abbondanti

Lo spotting da impianto, come abbiamo visto, generalmente è caratterizzato da perdite di lieve entità. In caso di test di gravidanza positivo e di sanguinamento abbondante bisogna sempre chiamare il ginecologo.

Si può avere il ciclo in gravidanza?

Alcune donne possono avere delle lievi perdite ematiche durante la gravidanza, ma certamente non si tratterà di un ciclo mestruale vero e proprio. Le mestruazioni possono presentarsi solo in assenza di una gravidanza. Ogni mese con l'ovulazione viene rilasciato un ovulo pronto per essere fecondato: nei giorni fertili il rivestimento uterino si ispessisce per prepararsi ad accogliere l'eventuale frutto del concepimento. Se la fecondazione non dovesse avvenire si presenteranno le mestruazioni che non sono altro che l'eliminazione di questo rivestimento uterino e dell'ovulo stesso.  Se c'è una gravidanza in atto l'ovulazione si interrompe pertanto le mestruazioni non si presenteranno.

Fonti

gpt inread-gravidanza-0

articoli correlati