Home Gravidanza Corpo che cambia

Dolore ai capezzoli in allattamento

di Penelope Greco - 27.04.2021 Scrivici

dolore-ai-capezzoli-in-allattamento
Fonte: shutterstock
Quando hai il tuo bambino per la prima volta, un po' di dolore ai capezzoli in allattamento è normale e dovrebbe scomparire col passare del tempo.

Quando hai avuto il tuo primo figlio e inizi ad allattare, un po' di dolore ai capezzoli è normale. Potresti provare un leggero fastidio quando il tuo bambino si attacca o quando il latte materno inizia a scendere. Questo lieve dolore è comune e dovrebbe scomparire col passare del tempo.

Con il passare delle settimane, l'allattamento al seno dovrebbe diventare più confortevole. Ovviamente non è sempre così. A volte, il dolore peggiora, con le ragadi, e i tuoi capezzoli possono diventare doloranti. Sfortunatamente, i capezzoli doloranti sono un problema comune dell'allattamento al seno.

In questo articolo

Dolore ai capezzoli in allattamento: le cause

Il dolore al seno quando si allatta può svilupparsi per molte ragioni, tra cui un errato attaccamento al seno, il mancato utilizzo corretto di un tiralatte o un'infezione. Quindi, una volta che li hai, i capezzoli doloranti possono portare a una suzione difficile, una bassa produzione di latte materno o uno svezzamento precoce. Quindi, se possibile, puoi provare a prevenire i capezzoli doloranti prima ancora che inizino. Ecco qualche metodo per prevenire il dolore ai capezzoli.

Assicurati che il tuo bambino si attacchi bene

Una buona attaccatura al seno è una delle chiavi per il successo dell'allattamento al seno e aiuta anche a prevenire il dolore ai capezzoli. Quando il tuo bambino si attacca correttamente al tuo seno, avrà in bocca l'intero capezzolo e parte dell'areola circostante. Il tuo capezzolo dovrebbe essere in profondità nella bocca del tuo bambino. Se il tuo neonato si attacca solo al capezzolo, le sue gengive premeranno su di esso mentre cerca di prendere il latte. Quando succhia solo i tuoi capezzoli, può causare quindi dolore. Può anche portare a un bambino sempre affamato poiché tuo figlio non riceverà molto latte.

Allatta al seno in una buona posizione

Una buona posizione per l'allattamento al seno sarà comoda sia per te che per il tuo bambino e incoraggerà una corretta suzione. Può anche essere utile usare un cuscino per l'allattamento e uno sgabello per l'allattamento. Questi accessori per l'allattamento al seno sollevano le tue ginocchia e portano il tuo bambino all'altezza del seno. È più facile assumere una buona posizione per l'allattamento al seno quando alzi il bambino poiché non devi chinarti. Chinarsi è scomodo e può affaticare la schiena, le braccia e il collo. Puoi anche alternare le posizioni di allattamento che usi ad ogni poppata. Quando allatti sempre nella stessa posizione, la bocca del tuo bambino esercita sempre pressione sullo stesso punto del capezzolo.

Ammorbidisci il tuo seno in modo che il tuo bambino possa attaccarsi

L'ingorgo mammario è comune durante la fase di transizione della produzione del seno che molto probabilmente sperimenterai nelle prime settimane di allattamento. Tuttavia, il tuo seno può anche gonfiarsi se salti una poppata o se hai una scorta sovrabbondante di latte. Quando il tuo seno diventa gonfio e duro, è difficile per un neonato attaccarsi. Per rendere più facile attaccarsi puoi rimuovere un po' di latte materno prima di ogni poppata per alleviare la tensione e ammorbidire il tessuto mammario. Quando i tuoi seni sono più morbidi, è molto più facile per il tuo bambino formare un buon sigillo. E, come accennato prima, una buona chiusura aiuta a prevenire il dolore ai capezzoli.

Allatta il tuo bambino ogni 2-3 ore

I neonati hanno uno stomaco minuscolo e digeriscono il latte materno rapidamente e facilmente. Quindi, non è una sorpresa che abbiano bisogno di mangiare spesso. Più a lungo aspetti per allattare, più affamato sarà il tuo bambino. E, quando un bambino ha molta fame, può avere una suzione più aggressiva. Se aspetti troppo a lungo tra le poppate, il tuo seno può gonfiarsi rendendo più difficile per il tuo bambino attaccarsi bene. La combinazione di un cattivo attacco e una suzione aggressiva può portare rapidamente a capezzoli doloranti.

Prenditi cura del tuo seno

Quando lavi i seni, sciacquali con acqua tiepida ed evita di usare saponi aggressivi che possono seccare, irritare e screpolare la pelle del seno e dei capezzoli. Inoltre, non è necessario utilizzare creme, unguenti o lozioni per cercare di prevenire i problemi ai capezzoli prima che inizino. Molti prodotti da banco non sono utili. In effetti, possono peggiorare ulteriormente i capezzoli doloranti e irritati.

Tuttavia, se hai già capezzoli secchi e screpolati o se vivi in ​​un clima secco, potresti trarre beneficio da una crema idratante per capezzoli. Ci sono alcuni prodotti come la lanolina per uso medico o l'unguento per capezzoli multiuso che sono lenitivi e utili.

Cambia spesso le coppette assorbilatte

Potrebbe essere difficile da fare, soprattutto se sei una delle tante donne che soffrono di molte perdite, ma cerca di mantenere il seno, il reggiseno e le coppette assorbilatte puliti e asciutti. Indossa un reggiseno per l'allattamento pulito ogni giorno e cambialo ogni volta che si bagna o si sporca. Se indossi le coppette per il seno, cerca di non utilizzare prodotti con fodere in plastica o impermeabili perché trattengono l'umidità. Scegli invece coppette assorbilatte lavabili e riutilizzabili realizzate con materiali naturali o coppette monouso traspiranti, assorbenti e confortevoli. Sia che tu preferisca assorbenti per allattamento riutilizzabili o usa e getta, assicurati di cambiarli spesso. La crescita di batteri o funghi può causare la rottura della pelle e portare a capezzoli irritati o un'infezione al seno.

Fonti articolo: kidshealth.org, NHS

gpt inread-gravidanza-0

articoli correlati