Home Gravidanza Corpo che cambia

Come prevenire le smagliature in gravidanza o subito dopo il parto

di Redazione PianetaMamma - 21.04.2022 Scrivici

come-prevenire-le-smagliature
Fonte: shutterstock
Consigli su come prevenire le smagliature che spesso vengono a far visita alle donne proprio durante la gravidanza o subito dopo il parto

Come prevenire le smagliature

Le smagliature sono tra le più acerrime nemiche delle donne, in gravidanza e non. Compaiono per predisposizione genetica, fattori ormonali e stile di vita, alimentazione errata, sbalzi repentini di peso, sonno, uso di alcool e tabacco, ritmi troppo stressanti, eccessiva sedentarietà, poca elasticità della pelle.

Qualunque sia la causa portatrice delle tanto odiate smagliature, una volta arrivate su gambe, fianchi, glutei, addome, seno, mandarle via è un'impresa davvero ardua (se non impossibile). Per questo è fondamentale prevenirle, in gravidanza e non.

In questo articolo

Cosa sono le smagliature

Le smagliature altro non sono che striature lunghe e strette che compaiono sulla pelle. Si parla di inestetismo della pelle, ossia di imperfezioni che rovinano l'aspetto naturale e sano dell'epidermide e che, proprio per questo, non ci piacciono. Si manifestano soprattutto quando la pelle viene eccessivamente tirata e interessano, in particolar modo, addome, fianchi, cosce, seno, braccia. Sono diffuse per lo più tra le donne, ma colpiscono anche anche gli uomini, soprattutto quelli che hanno importanti sbalzi di peso nel corso della crescita. 

La gravidanza può diventare un fattore scatenante, per via dei cambiamenti ormonali, associati all’aumento di peso, ma non è la regola. Molte donne si trovano a fare i conti con le smagliature dopo il parto. Perché?

In gravidanza, la pelle della pancia, ma anche quella del seno, si dilatano enormemente, per questo, fin dai primi mesi, è necessario prendersi cura dell'epidermide (in quelle zone, ma anche su fianchi, glutei e sulla zona lombare) applicando una crema idratante o - meglio ancora - un olio di mandorle, di rosa mosqueta o di germe di grano. 

Le smagliature in gravidanza, solitamente si presentano sempre nella seconda metà della gestazione, cioè dopo il quarto mese, anche se le basi per la loro comparsa sono nel comportamento alimentare ed igienico dei primi mesi. Le donne a carnagione chiara sono più predisposte e anche la familiarità incide: c'è più probabilità di averle se già le hanno madre o sorelle.

In una fase tanto delicata delle vita di una donna, non serve necessariamente un prodotto specifico anti-smagliature che potrebbe essere troppo aggressivo, basterà idratare e nutrire le zone prima indicate con un prodotto naturale per trovare i benefici voluti. 

Se, però, nonostante le precauzioni, le smagliature si dovessero presentare, niente panico: dopo il parto, proprio perché la pelle è stata trattata durante la gravidanza, la loro estensione diminuisce di molto. Anche il colorito roseo o violetto, mano a mano si fa sempre più chiaro sino a diventare perlaceo, e sulla pelle rimangono di solito aree lineari biancastre poco evidenti.

Le smagliature rosse

Le smagliature si presentano sulla pelle in una colorazione rossa ed in questa fase ancora si può cercare di intervenire con creme, oli, prodotti consigliati per rimuoverle. Il rosso caratterizza le smagliature 'giovani' quelle appena comparse sul corpo.

Le smagliature bianche

Quando le smagliature si cicatrizzano, cambiano coloro e diventano di un bianco perlaceo. A questo punto rimuoverle è impossibile, ma si può cercare di nasconderle, di renderle meno visibili agli occhi. Come? Con prodotti e trattamenti naturali e non. Al tatto si sentirà sempre un avallamento (più o meno grande), ma alla vista, una idratazione e una nutrizione costante faranno la differenza.

Crema per le smagliature

Perfette le creme ricche di Vitamina E, con olio di calendula o di camomilla. L'importante è che siano specificatamente formulate per essere sicure anche in gravidanza.

Quali sono le creme migliori da usare

Ecco un elenco di creme per le smagliature efficaci e non aggressive (perfetti anche in gravidanza)

  • olio di mandorle
  • olio di calendula
  • olio di camomilla
  • crema alla vitamina E
  • crema all'echinacea
  • crema all'equiseto
  • olivello spinoso
  • burro di karitè
  • crema all'ippocastano.

Rilastil crema antismagliature

Un trattamento attivo per contrastare le smagliature, appositamente studiato per pelli sensibili e reattive. nutre in profondità la pelle, rendendola più elastica e morbida con Burro di Karité e Vitamina E

Pancina Crema Smagliature Gravidanza

Contrasta l'azione degradante dei radicali liberi grazie a un complesso antiossidante, a peptidi di nuova generazione e all'Aloe Vera.

Al giorno d'oggi ancora non esistono rimedi risolutivi, a meno di non ricorrere alla chirurgia estetica, ovviamente cercando di intervenire quando la smagliatura è ancora rossa. In questo caso, le smagliature possono essere eliminate attraverso dei fitoterapici o degli attivatori del metabolismo cellulare. Un'altra tecnica è la luce pulsata ad alta intensità, o IPL (Intense Pulsed Light), che agisce grazie all’emissione di energia luminosa sulla zona interessata.

Quando il segno ormai è cicatrizzato, non lo si può eliminare, però si può cercare di renderlo meno visibile e sgradevole cercando di mitigarne il colore, rendendolo più simile a quello della pelle circostante e provando a ridurre l’avvallamento attraverso processi liscianti e spiananti, come i peeling all’acido glicolico o retinoico o alla vitamina C.

Esiste anche il Cromopeel da fare in ambulatorio che non elimina la smagliatura ma ne diminuisce di molto la visibilità. Altro metodo - nonché uno dei più efficaci se parliamo di smagliature - è la microdermoabrasione che viene eseguita con apparecchiature aspiranti a base di cristalli di corindone. La macchina risolleva il derma e, attravero una sabbiolina, provoca un’abrasione superficiale della pelle, migliorando la microcircolazione della zona. Con dieci applicazioni si hanno evidenti risultati.

Per ultima cosa segnaliamo le terapie microiniettive di biorivitalizzazione del tessuto attraverso l’iniezione di acido ialuronico che stimola la produzione di collagene, anche nel tessuto cicatriziale. Il collagene  favorisce il distacco delle cellule morte e richiama acqua negli strati superficiali della pelle, migliorandone idratazione ed elasticità. Dato il costo e il numero di trattamenti necessari, sono indicati nei casi di smagliature piccole e poco numerose.

Qual è l'olio migliore per le smagliature in gravidanza

Scegliamo sempre oli naturali, ricchi di vitamina E, elasticizzanti e antismagliature.

Bio-Oil

I componenti oleosi, arricchiti con estratti vegetali e vitamine, si rivelano efficaci agenti idratanti per il film idrolipidico della pelle, con funzione cicatrizzante e protettiva. Per pelli sensibili: i suoi ingredienti naturali rendono questo prodotto adatto anche alle cuti delicate.

Weleda Olio smagliature

Elasticizza e previene le smagliature. Nutre ed aiuta la pelle a mantenere la sua naturale elasticità sia durante che dopo la gravidanza. Con Oli naturali al 100%

Quando cominciano ad uscire le smagliature?

In genere le prime smagliature cominciano ad essere visibili intorno al sesto mese, quindi nel secondo trimestre, quando il pancione cresce in modo esponenziale e la pelle è sottoposta ad una forte tensione che può causare questi veri e propri strappi.

gpt inread-gravidanza-0

articoli correlati