strip1-gravidanza
gpt strip1_generica-gravidanza
gpt strip1_gpt-gravidanza-0
Nostrofiglio.it

Pianetamamma logo pianetamamma.it

gpt skin_web-gravidanza-0
1 5

Confermato il Bonus Mamma Domani 2018, per le donne in gravidanza

/pictures/2016/11/15/arriva-il-bonus-mamme-domani-2017-per-le-donne-in-gravidanza-3872799018[1641]x[683]780x325.jpeg iStock
gpt native-top-foglia-gravidanza

800 euro come bonus gravidanza 2018: requisiti e modalità di richiesta del Bonus Mamma Domani

Bonus Mamma Domani

La legge di Stabilità ha confermato anche per quest'anno il Bonus Mamma Domani, altrimenti noto come Bonus gravidanza o Premio alla Nascita. Il contributo prevede un sostegno al reddito delle donne in dolce attesa. Ecco tutto quel che dobbiamo sapere sui requisti, gli importi e come presentare la domanda.

Bonus Mamma domani 2018

Il bonus nascita è pari ad 800 euro in un'unica soluzione ed è destinato alle donne che hanno superato il settimo mese di gravidanza o che stanno per adottare un bambino. La domanda deve essere presentata dopo il compimento del settimo mese di gravidanza e comunque, improrogabilmente, entro un anno dalla nascita, adozione o affidamento

I requisiti per il Bonus Mamme domani 2018

Il Bonus da 800 euro viene erogato dall'INPS e ha lo scopo di aiutare le donne che aspettano un bambino nelle spese che bisogna sostenere durante la gravidanza (esami, farmaci, visite, prodotti per la prima infanzia etc...), ma anche a quelle che hanno concluso l'iter per adottare un bambino.

Il Bonus Mamme Domani si unisce a quello Bebè che prevede un contributo pari a 960 euro per i primi 3 anni di vita del piccolo e al bonus baby sitter e asilo nido, pari a 600 euro, per le donne che rinunciano ad usufruire del congedo facoltativo. Questi i requisiti per richiedere il Bonus Mamme domani 2018:

  • Aver raggiunto il settimo mese di gravidanza
  • o aver adottato un minore, nazionale o internazionale, disposta con sentenza divenuta - definitiva ai sensi della legge n. 184/1983;
  • Residenza in Italia
  • Cittadinanza italiana o comunitaria
  • Per le cittadine non comunitarie, il permesso di soggiorno Ue per soggiornanti di periodo oppure una delle carte di soggiorno per familiari di cittadini comunitari
  • Le cittadine non comunitarie con lo status di rifugiate politiche o con protezione sussidiatia sono equiparate alle cittadine italiane.
  • Per le cittadine non comunitarie, è necessario il possesso del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo oppure di una delle carte di soggiorno per familiari di cittadini UE previste dagli artt. 10 e 17 del Decreto Legislativo n. 30/2007, come da indicazioni ministeriali relative all’estensione della disciplina prevista in materia di assegno di natalità alla misura in argomento (cfr. circolare INPS 214 del 2016)
  • Nel caso si tratti di parto plurimo, la domanda se già presentata al compimento del settimo mese di gravidanza andrà presentata anche alla nascita con l’inserimento delle informazioni di tutti i minori necessarie per l’integrazione del premio già richiesto, rispetto al numero dei nati.

Il bonus viene riconosciuto anche alle donne che hanno interrotto la gravidanza dopo il settimo mese.

Quando presentare la domanda?

La domanda deve essere presentata dopo il compimento del settimo mese di gravidanza e comunque, improrogabilmente entro un anno dal verificarsi dell’evento (nascita, adozione o affidamento).

Modalità di erogazione del contributo

Il beneficio verrà erogato in un'unica soluzione per uno di questi eventi:
  • compimento settimo mese gravidanza
  • parto, anche se antecedente all'inizio dell'ottavo mese di gravidanza
  • adozione di un minore, nazionale o internazionale, dopo sentenza definitiva
  • affidamento preadottivo nazionale o internazionale

Come si presenta la domanda per il Bonus Mamme domani 2018?

Dal momento che si tratta di un sostegno dato direttamente dall'INPS è bene collegarsi con il sito istituzionale e leggere i requisiti e le modalità per avere accesso.

La domanda  può essere presentata all’Inps:

  • via web, utilizzando i servizi del portale inps, accessibili direttamente tramite il Pin;
  • chiamando il Contact Center Integrato al numero 803164, gratuito da telefono fisso, oppure al numero 06164164 per le chiamate da cellulare con tariffazione a carico dell’utente;
  • oppure tramite i patronati e caf

Come certificare la gravidanza

  • Chi aspetta un bambino dovrà presentare una certificazione sanitaria rilasciata dal medico con l'indicazione della presunta data del parto.
  • Se presentata dopo il parto, la mamma dovrà autocertificare la data del parto e generalità del figlio.
  • Il certificato originale o copia autentica, va presentato allo sportello dell'Inps oppure va spedito tramite raccomandata, oppure si può inidicare il numero del protocollo telemativo del certificato rilasciato dal medico del servizio sanitario nazionale o convenzionato Asl.
  • Oppure se avete già presentato una domanda all'Inps per un'altra prestazione (ad esempio esenzione dal lavoro per maternità a rischio) basta indicare all'Inps che si è già certificata la gravidanza per la pratica precedente.
  • Per le future mamme non lavoratrici, in alternativa al certificato di gravidanza, è possibile indicare il numero identificativo a 15 cifre di una prescrizione medica emessa da un medico, con indicazione del codice esenzione compreso tra M31 e M42 incluso.
Aiuti alle famiglie con reddito basso

Bonus per le famiglie 2018

Ricapitolando quali sono i vari provvedimenti già attivi e finanziati dalla Legge di Stabilità a sostegno delle famiglie?

  • Bonus Mamme Domani 2018: un bonus da 800 euro per le donne incinte arrivate al settimo mese di gravidanza;
  • Bonus bebè: un contributo annuo di 960 euro per i primi tre anni di vita del bambino. Tutte le informazioni sul sito dell'INPS
  • Bonus asilo nido e baby sitter: un contributo pari a 600 euro al mese per ogni mese in cui non si usufruisce del congedo facoltativo. Il bonus verrà erogato sotto forma di voucher da consegnare alla baby sitter oppure verrà erogato direttamente alla struttura scolastica scelta, che deve essere inserita nell'elenco degli asili nido aderenti. Info sul sito dell'INPS
  • social card o carta acquisti: la SIA è stata estesa a tutto il territorio italiano. Info sul sito dell'INPS
  • bonus cultura da 500 euro per tutti i ragazzi che compiono 18 anni: da spendere in teatro, corsi e molto altro. Per informazioni collegarsi al sito dedicato;
  • assegno di maternità dello Stato: se tutte le donne lavoratrici hanno diritto di usufruire del congedo di maternità retribuito all'80% dello stipendio, per le lavoratrici atipiche o discontinue l'INPS eroga un assegno di maternità di entità variabile. Per essere aggiornati ecco la pagina del sito INPS dedicata.
gpt inread-gravidanza-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-gravidanza-0