Nostrofiglio.it
chiudi

Acidità di stomaco in gravidanza

Se aumenta l'acidità gastrica, un buon rimedio sintomatico è costituito dall'argilla verde ventilata, da assumere come antiacido immediato, ingerendone la punta di un cucchiaino dispersa in poca acqua.

Se l'acidità gastrica si presenta di frequente durante la giornata, per evitare di assumere troppa polvere di argilla, che potrebbe indurre stitichezza, è meglio preparare ogni giorno, preventivamente, un bicchiere di gel di argilla, da utilizzare gradualmente quando necessario: si versa un cucchiaino (non metallico) di argilla verde ventilata in un bicchiere di acqua e si lascia decantare; appena l'acqua è diventata quasi limpida si può utilizzare, bevendone piccoli sorsi secondo la necessità, e infine eliminando il deposito che resta sul fondo del bicchiere.
Poiché l'argilla è anche cicatrizzante, può prevenire eventuali infiammazioni della mucosa gastrica. Anche la Liquirizia è un buon digestivo e antiacido, ma si deve utilizzare in quantità limitata e non di continuo, per evitare l'aumento della pressione arteriosa, specie se si è già tendenzialmente ipertesi.

Esistono poi preparati contenenti bicarbonato naturale, abbinato a estratti di piante quali Camomilla, Liquirizia, Aloe vera e mucillagini di Orzo, che rappresentano un comodo rimedio sintomatico pronto all'uso

Acidità di stomaco in gravidanza
  • Fonte: iStock
Qui vanno inserite le thumb