Nostrofiglio.it
chiudi

Dolore pelvico

Nel primo trimestre la gravidanza ha inizio e tutto il corpo cambia, gli ormoni sono a lavoro e l'embrione costruisce il suo nido. Il dolore pelvico è del tutto normale in questa fase.
Se viene accompagnato da emorragie ed è un dolore intenso è bene chiamare il medico.

LEGGI ANCHE: Le contrazioni, ecco come avvengono

Il secondo trimestre in genere è un periodo di beatitudine: la nausea è sparita, la stanchezza anche e lo stomaco è ancora abbastanza libero da non dare problemi. Se si verificano piccole contrazioni in questo periodo non vanno sottovalutate e va immediatamente chiamato il medico. 
Il dolore pelvico può essere provocato anche da un fibroma che cresce o da una cisti ovarica. Il medico potrà escluderli con un'ecografia.

GUARDA LE FOTO: IL MOMENTO DEL PARTO

Nel terzo trimestre il peso del bambino provoca alcuni disturbi e il dolore al basso ventre, in particolare verso il pube, può essere piuttosto frequente. Il bacino si sposta per far spazio al bambino durante il travaglio e ciò può favorire la comparsa di dolore al basso ventre. Meglio riposare e attendere le contrazioni.
Quelle vere saprete riconoscerle!

Dolore pelvico
  • Fonte: iStock
Qui vanno inserite le thumb