Nostrofiglio.it
1 5

I tatuaggi più belli delle mamme

/pictures/2017/04/27/i-tatuaggi-piu-belli-delle-mamme-3610461352[2081]x[866]780x325.jpeg iStock
gpt native-top-foglia-donnamamma
Tatuaggi delle mamme: i più belli da dedicare ai figli in occasione della nascita o per ricordare un momento importante. Le frasi e i disegni più utilizzati dalle mamme per i tatuaggi

Tatuaggi delle mamme

Sempre più persone decidono di farsi tatuare. Alcuni anni fa - lo so perché l’ho fatto anch’io - quando il fenomeno non era ancora così diffuso, si andava dal tatuatore, si sceglieva un soggetto da un catalogo (di solito si trattava di tribali, cuori o animaletti) e ci si faceva incidere quello. In questo modo io mi sono fatta tatuare 4 stelle sul piede e una dietro la schiena. Non me ne pento, ma all’epoca non avevo riflettuto molto sul disegno che mi sarebbe rimasto per sempre: volevo un tatuaggio e ho scelto per quello meno peggio, considerando che mi sarebbe rimasto per sempre.

Oggi invece il tatuaggio è considerato una vera e propria arte e visto che le persone tatuate sono molte di più, chi lo fa di mestiere diventa una specie di punto di riferimento. Anni dopo il mio primo tatuaggio “tra le stelle” ho scelto infatti di tatuarmi nuovamente: sulla spalla ho inciso un pensiero di Goethe che recita “Qualunque cosa tu voglia fare incominciala” (è più lungo di così, in realtà). Me lo sono fatta tatuare per chiudere il cerchio con la mia storia di depressione post partum, quando ho terminato la terapia e ho cominciato ad aiutare le mamme con il mio sito. In questa seconda occasione ho parlato a lungo con il mio tatuatore, che ha cercato di capire perché avessi deciso per quella serie di versi.

Chi decide di farsi tatuare insomma non lo fa per moda, quanto per fermare un ricordo nel tempo, come se si trattasse di una fotografia sulla pelle. Per questo ha molta più voce in capitolo sul disegno che costituirà il tatuaggio: rappresenta una parte importante della propria storia, un momento importante o una persona che si vuole ricordare. E quale migliore occasione c’è per un nuovo tatuaggio se non quella della nascita di un figlio? Molte mamme - e molti papà - decidono infatti di immortalare il momento che ha cambiato le loro vite per sempre rendendolo ancora più presente con l’inchiostro indelebile.

Le star di Hollywood insegnano: il primo esempio è sicuramente quello di Angelina Jolie, che sul braccio ha inciso le coordinate dei luoghi in cui sono nati tutti i suoi bambini. Anche la top Heidi Klum ha deciso di dedicare ad ognuno dei suoi 4 pargoli un disegno sulla pelle. Per non parlare - tra i papà famosi - di David Beckham il cui corpo è letteralmente ricoperto da 47 tatuaggi, tra cui spicca “Buster”, il soprannome con cui chiama uno dei suoi figli. Magari non arriveremo a quel numero, ma se ci si vuole fare un tatuaggio è bene prima informarsi bene. Per esempio è cosa saggia non farsi tatuare durante la gravidanza: questo perché le difese immunitarie sono più basse e questo può rendere la futura mamma più sensibile a infezioni e possibili complicanze più importanti. Inoltre, potrebbe avere un rigetto ai pigmenti del colore del tatuaggio; si tratta di una condizione che prosegue anche in allattamento, per questo è consigliabile rimandare alla fine non solo della dolce attesa, ma anche dell’allattamento appunto.

gpt native-middle-foglia-donnamamma

Da tenere a mente è ovviamente l’igiene: assicurarsi che si usino solo aghi monouso e sterili, e la posizione su cui si vuole apporre il tatuaggio (e relativo dolore). Se siete quindi indecise se tatuarvi o meno, ecco qualche consiglio.

Tatuaggi con il simbolo del figlio

Di solito i tatuaggi con il simbolo del figlio vengono fatti per onorare la nascita del proprio bambino; possono avere un significato particolare a seconda di ciò che rappresenta per i genitori.

  • Per esempio si può scegliere di scrivere il nome del figlio come se fosse cucito addosso, a simboleggiare una vita che rimarrà per sempre
  • oppure un tatuaggio che stringe la mano della mamma e del bambino, sicuramente di grande impatto emotivo
  • Si possono fare tatuaggi che riprendono il soprannome che si dà al proprio bimbo, come un panda
  • Intramontabili sono i piedini o le manine che possono essere o in bianco e nero o a colori a seconda del sesso.
  • Altra idea comune è sicuramente quella di scrivere il nome del proprio bambino, magari accompagnandolo dal simbolo dell’infinito oppure da un fiocco, da un ciuccio, da un cuore.
  • Un’altra trovata - molto di moda in questo periodo anche grazie alla diffusione dei social - è quella dei tatuaggi di bambini stilizzati: si riproduce - in maniera simil “bambinesca” - una famiglia, compresi magari gli animali, come se fossero appunto dei disegni fatti dai piccoli, oppure riprodurre un disegno vero fatto dal proprio bambino.

Tatuaggio per la nascita del figlio

Decidere di tatuarsi per la nascita del proprio figlio sicuramente vuole rendere ancora più forte l’idea del legame indissolubile che è appena incominciato.

  • Molto comune per esempio è la figura stilizzata della mamma che tiene in braccio il suo bambino e a lato un cuore vicino al quale ci può essere il nome del piccolo o della piccola.
  • Di solito non manca mai la data di nascita o se si tratta semplicemente dei nomi, si possono studiare delle modalità per scriverli in maniera originale, magari sulla schiena, dove un dondolo rappresenta la nuova vita che nasce e la scritta “Non sarò mai lontana”
  • C’è chi invece preferisce addirittura tatuarsi la prima volta che ha saputo della “presenza” del proprio bambino, ovvero quando ha sentito il battito.
  • Molto bella è anche l’idea della Matrioska, che rappresenta la maternità, in quanto ognuna ne contiene a propria volta un’altra, esattamente come la mamma porta dentro di sé il proprio bambino.

Tatuaggi dedicati ai figli, le frasi

Scegliere di tatuarsi delle frasi per i propri figli è sicuramente molto personale. In generale quindi non si dovrebbe sceglierle su internet o tra i bigliettini che si trovano nella carta dei famosi cioccolatini, ma essere sicure che ci rappresenti veramente. Possono essere degli stralci di canzoni o di poesie o perché no anche di libri.

Frasi di auguri per la nascita, dalle poesie alle parole divertenti
  • Ad esempio: “Perché sei un essere speciale e io avrò cura di te”
  • oppure “A te che hai preso la mia vita e ne hai fatto molto di più”,
  • “Diventerai grande in un tempo piccolo”.

Personalmente, credo che quando e se farò un nuovo tatuaggio mi farò scrivere una frase detta da mia figlia Paola: “L’uomo abbracciò così forte la ragazza da non sentire più il cuore”. Come vedete, sono tutte considerazioni personali ed ognuna è libera di incidersi quello che la lega di più al suo piccolo.

Non esistono frasi belle o migliori, semplicemente quelle che si sente proprie.

Dove fare il tatuaggio con il nome del figlio?

Se volete che anche gli altri lo vedano, potreste farvi tatuare sull’avambraccio, sul piede o sulla spalla. Meglio evitare delle zone che risentiranno del tempo, come i bicipiti, a meno che non andiate in palestra tutti i giorni (altrimenti tra molti anni potreste avere l’effetto “tendina”). Dipende anche poi dal tipo di lavoro che fate: se per mestiere dovete per esempio indossare dei capi eleganti, magari perché lavorate in azienda, forse non è opportuno farsi tatuare quelle parti del corpo che possono essere più visibili. Infine: valutate la vostra resistenza al dolore: polsi e braccia sono le zone più facili, mentre schiena, dorso del piede, polpacci sono davvero più impegnativi.

gpt inread-donnamamma-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-donnamamma-0