Home Donna e Mamma

Tagesmutter racconta: cosa fa la tata di giorno rispetto a nido e babysitter

di Redazione PianetaMamma - 03.10.2013 Scrivici

mamma-e-figli-17
Vi abbiamo già parlato su Pianetamamma della figura della Tagesmutter o tata di giorno, oggi pubblichiamo invece la storia, raccontata in prima persona, di una tagesmutter in carne ed ossa e di com’è nata la cooperativa Casa Bimbo Monza Tagesmutter

Vi abbiamo già parlato su Pianetamamma della figura della Tagesmutter o tata di giorno, articolo che potrete trovare qui, oggi pubblichiamo invece la storia, raccontata in prima persona, di una tagesmutter in carne ed ossa e di com’è nata la cooperativa Casa Bimbo Monza Tagesmutter.


Tutto inizia nel luglio del 2009 quando apro un SMS inviato dal Comune di Monza.
- Adori i bambini? Ti piace prenderti cura di loro? Trasforma la tua passione in una professione, diventa… Tagesmutter! -
Si trattava di partecipare ad un bando per un corso di formazione di 300 ore e infine costituire una cooperativa che erogasse un servizio di assistenza domiciliare alla prima infanzia. Mi piacciono le sfide e, poiché adoro i bambini, preparo curriculum e lettera di presentazione e attendo di passare la prima selezione per arrivare al colloquio! Un tempo infinito, denso di aspettative.



La Tagesmutter: mamma di giorno


Finalmente a novembre inizia il corso e mi ritrovo in aula con trenta giovani donne, piene d’entusiasmo e di motivazioni: la compagna che avevo di fianco aveva un sorriso che mi ha catturato e ancora adesso mi contagia.
Durante tutto il periodo (il corso è terminato a maggio) ci sono stati momenti di stanca e tanti dubbi, soprattutto quando dovevamo costituire la cooperativa e pensare alle cariche sociali e noi non ci conoscevamo ancora così bene da fidarci l’una dell’altra. Sì, perché se non ti fidi, in cooperativa non riesci ad entrare, ci vuole un atto di coraggio, piccolo, e devi crederci!
In venti ci abbiamo creduto e ci siamo ritrovate il 14 aprile di quest’anno davanti al notaio.

Poi la settimana di stage a Bolzano, infine l’esame: abbiamo vissuto ogni tappa con entusiasmo, notti agitate e perse a parlare o aiutare chi aveva dubbi o stava male…
Ancora adesso proviamo il piacere nel ritrovarci e ci pare strano che, proprio a noi, sia capitata questa grande fortuna! Ora stiamo organizzando il servizio e questo richiede molto impegno. Ci ritroviamo più volte a settimana, ciascuna per l’incarico preso, per affrontare problemi e prendere decisioni, ma le soddisfazioni non mancano: sono giunte numerose richieste da parte delle famiglie e abbiamo già stipulato contratti che partiranno a settembre.
Siamo in costante collegamento con l’Ufficio Politiche Giovanili del Comune di Monza, perché senza questo supporto non saremmo arrivate fin qui.


Tagesmutter: l'operatore educativo a domicilio



Che cosa offriamo alle famiglie

Flessibilità d'orario: il servizio viene erogato in base ai reali bisogni della famiglia, secondo i giorni e gli orari richiesti e precisati nel contratto
Garanzie di professionalità: le tagesmutter sono delle figure professionali, che hanno seguito un corso di formazione specifico, sostengono un esame di abilitazione ed hanno l'obbligo di seguire continui corsi di aggiornamento
Personalizzazione del servizio: la TM segue un programma individualizzato per ogni bambino, concordato ed avviato dai genitori. In tal modo diventa un punto di riferimento importante per la famiglia
Un ambiente familiare: la casa della TM dove il bambino è accolto, diventa un passaggio dolce dalla casa di origine ad una situazione nuova, ma simile, che offre sicurezza e contemporaneamente ampie possibilità di crescita

La cooperativa di cui è parte la TM, fa da garante al genitore, controllando costantemente gli standard qualitativi, la sicurezza degli ambienti, l'igiene, il menù e, non meno importante, l’applicazione di una corretta e condivisa linea pedagogica


Bambini, ecco come affrontare l'inserimento al nido


Differenze rispetto al nido

Premesso che i nidi comunali di Monza sono tutti di ottimo livello, vi sono tuttavia delle differenze che caratterizzano i due diversi servizi per la prima infanzia
L’ambiente è familiare, domestico, facilmente riconoscibile dal piccolo perché gli ricorda la sua casa, mentre il nido dispone generalmente di ambienti vasti, a misura di bambino, ma poco significativi da un punto di vista affettivo.
La programmazione della giornata risponde alle individuali esigenze dei cuccioli, è cucita addosso a ogni bambino che ha la possibilità di ricevere nuovi stimoli, svolgendo attività mirate ai suoi bisogni: nel nido la programmazione è subordinata a una complessa organizzazione di un team di lavoro che si aggira intorno ad una ventina di persone, con conseguente turnazione di orari e mansioni quotidiane. Se il numero di bambini è molto alto, essi potrebbero correre il rischio di non riuscire a ricevere sempre tutte le attenzioni di cui hanno bisogno.
Rispetto al nido, i bambini possono entrare più facilmente in relazione con l’adulto di riferimento e con il piccolo gruppo dei pari: anche i conflitti che possono nascere sono meno frequenti, meno aggressivi, facilmente gestibili dalla tages e risolvibili in modo positivo.

La figura educativa della TM diventa un forte punto di riferimento, perché segue costantemente il bambino e la sua famiglia, si crea un rapporto affettivo e di fiducia, stabile e duraturo nel tempo.

Nel nido, la figura di riferimento è soggetta a turni

, non è quindi presenza costante durante l’orario di permanenza del bambino, che dovrà imparare troppo presto a relazionarsi con persone diverse, in un periodo della vita dove si preferisce un rapporto di tipo dualistico.

Nei nidi,

i bambini hanno maggiore rischio di contrarre malattie per la molteplicità dei contatti quotidiani.

Il servizio TM

offre un’elasticità di orario in modo da poter rispondere adeguatamente alle esigenze effettive delle famiglie e dei loro bambini

, mentre nei nidi gli orari di apertura e di chiusura sono rigidi. È quindi necessario adattare gli orari lavorativi a quelli dell’asilo o poter contare su una persona che copra le ore in cui non si è presenti.

Tutti gli aspetti citati favoriscono un sereno ambientamento, rendendo meno traumatico il momento del distacco sia per i genitori sia per i bambini.

Da non sottovalutare il fatto che

i nidi comunali presenti sul territorio non riescono a soddisfare tutte le richieste

delle famiglie e ogni anno moltissimi bambini rimangono nelle liste d’attesa.



Differenze rispetto alla tata

Pur essendo anche la tata una figura professionale, la TM si differenzia perché lavora in una Cooperativa che ne garantisce, come già detto, standard qualitativi,

e in caso di malattia, assicura la continuità del servizio.

Inoltre la TM è in continuo aggiornamento: per realizzare cure di qualità, occorrono, infatti, competenze approfondite e complesse che richiedono un sostegno e una riflessione costanti



La giornata tipo

La quotidianità si compone di un tempo di accoglienza specifico per ogni bimbo e il genitore che lo accompagna, momento e spazio importante, dedicato anche al passaggio di informazioni necessarie.

Prosegue con la gestione della routine, cioè di tutte le situazioni che hanno come scopo principale la cura del corpo infantile cioè i cambi, i pasti, la pulizia personale, il sonno; va ricordato che

sotto i 3 anni di età, lo sviluppo infantile è correlato principalmente alla modalità con cui l’adulto che si prende cura di lui, gestisce questi bisogni e sa organizzare spazio e tempo in funzione della sua autonomia nelle varie fasi di crescita.

Ogni giorno inoltre

si effettua un’uscita

, se le condizioni atmosferiche lo consentono, e viene organizzata un’attività commisurata alle reali competenze del bambino.

Infine il commiato è momento di rientro in famiglia e deve rispettare il bisogno che il bambino ha di non subire cambiamenti bruschi.

Rapporto morboso con la baby-sitter, risponde l'esperta

È di fondamentale importanza pianificare la giornata per dare sicurezza al bambino, che n

on possedendo ancora la nozione di tempo, si regola in base allo scorrere delle attività. 

Allo stesso tempo è necessario che la ritualità preveda di essere flessibile e tutto sia scandito nel rispetto dei modi e dei tempi individuali, in sintonia con un progetto concordato e avviato dalla famiglia

Se volete conoscerci o avere altre informazioni sul servizio ci trovate qui:

http://www.casabimbomonza.it/tagesmutter

gpt inread-altre-0

articoli correlati