Home Donna e Mamma

Stress da Natale e Capodanno

di Isabella Ricci - 19.12.2014 Scrivici

stress-da-natale-e-capodanno
Manca poco a Natale. Perché stressarsi? Perché la maggior parte di coloro che trascorreranno le festività natalizie o il Capodanno all’estero si sono già organizzati, mentre per chi resta a casa la domanda fatidica imperversa già da tempo: che programmi avete per la sera del 31?

Stress natalizio

Tra pochi giorni è Natale. Perché stressarsi? Perché la maggior parte di coloro che trascorreranno le festività natalizie o il Capodanno all’estero si sono già organizzati, mentre per chi resta a casa la domanda fatidica imperversa già da tempo: che programmi avete per la sera del Trentuno?

A meno che non ci si possa davvero concedere una vacanza rilassante, magari al mare, lontano da tutto e da tutti, e si sia naturalmente disposti a pagare a caro prezzo questo privilegio, le festività sono un momento potenzialmente critico per tutti coloro che sono molto stressati o depressi.



Per questi ultimi il confronto con i Natali passati o con gli anni passati è infatti un pensiero ricorrente in questo periodo dell’anno. Le persone sole o coloro che hanno subito una perdita affettiva , che si tratti di una separazione, di un lutto o della fine di una relazione sentimentale generalmente avvertono maggiormente la solitudine e l’ansia in queste giornate in cui tutti sono impegnati con le loro famiglie: il Natale viene sopportato più che vissuto, mentre il Capodanno è più apprezzato in quanto ritenuto foriero della speranza che il Nuovo Anno sia migliore di quello trascorso.

Per le persone stressate le questioni organizzative che ruotano intorno alla settimana bollente tra il 25 ed il 31 dicembre possono essere fonte di ulteriori conflitti: dove trascorrere la sera della Vigilia, a casa con i propri parenti o con quelli del partner? Se non è possibile unire le famiglie sarebbe opportuno mediare, per esempio decidendo di trascorrere la sera del 24 con i parenti del partner ed il giorno di Natale con la propria famiglia.

Un altro fattore di ansia è causato dalla questione dei regali. Pochissime idee, pochissimo tempo a disposizione e pochissimi soldi da spendere. Il consiglio per stressarsi il meno possibile è di cercare di terminare la maggior parte dei regali entro la prima settimana di dicembre. Questo vi consentirà di andare in giro per negozi non ancora presi d’assalto dalla folla, di avere più scelta e di risparmiare.

Per la sera di Capodanno il consiglio è quello di evitare locali affollati, soprattutto se state aspettando un bambino. Meglio una serata tranquilla a casa di amici. Oppure se vi piacerebbe partire, ma non avete le possibilità per un viaggio all’estero potete sempre optare per un last-minute in qualche capitale europea o decidere per un paio di giorni in agriturismo o in una località termale insieme agli amici.

In fondo non c’è pericolo di stressarsi troppo a causa delle feste se si adotta un atteggiamento mentale rilassato che non imponga di trascorrere i giorni immediatamente precedenti al Natale rinchiusi in centri commerciali a fare la corsa al regalo intelligente, e quelli immediatamente successivi a decidere dove andare a trascorrere il Capodanno più alternativo della propria vita.

Soprattutto se avete un bambino piccolo che non sapete a chi affidare la notte di San Silvestro, optate per una serata rilassante in compagnia delle persone che vi fa più piacere avere vicino, nel posto in cui pensate di essere più a vostro agio

gpt inread-altre-0

articoli correlati