Home Donna e Mamma

I modi in cui i social ti fanno sentire una mamma-mostro

di Laura Losito - 22.10.2015 Scrivici

i-modi-in-cui-i-social-ti-fanno-sentire-una-mamma-mostro
Fonte: Shutterstock
"Mi sento una mamma sbagliata" è il pensiero di molte donne, soprattutto se si leggono i commenti su Facebook

Mi sento una mamma sbagliata

Come vi vedete voi come mamme? Scommetto che la risposta sarebbe diversa, o opposta, se ve lo chiedessi oggi, domani, la settimana prossima. Un momento prima ti senti la madre perfetta, perché ti sei persino ricordata di portare il cambio di stagione all’asilo, un minuto dopo ti senti un fallimento, quando risali in auto, arrivi al lavoro e constati che il cambio è ancora nel sacchetto sul sedile posteriore (e oggi piove a dirotto).

E se non bastassero le nostre naturali insicurezze, ci sono i social a mettere continuamente in discussione il nostro operato di genitori. Come potrebbe essere diversamente? Facebook in particolare è zeppo di aggiornamenti sulla perfetta genitorialità, collegati ad articoli contenenti notizie e studi di ogni genere, opinioni da destra, da sinistra, dal centro, pareri di medici, insegnanti, preti, psicologi, nonne che hanno cresciuto cinque figli, tate pluripremiate e chi più ne ha più ne metta. Il parere di chiunque non è solo giusto, ma è meglio del tuo e spesso estremo.

Se prendiamo a cuore qualsiasi cosa leggiamo, sia che venga dalla babysitter dei figli di Kate Middleton sia della mamma che allatta al seno tutti i suoi 5 figli dai 2 agli 8 anni, l’inevitabile conclusione è che stiamo rovinando i nostri bambini.

  • Se hai un parto cesareo

Sei una sfaticata e non sai cosa vuol dire veramente partorire.

  • Se NON chiedi la parto-analgesia

Lo sai che non è una gara a chi sopporta di più? Cosa vorresti dimostrare?

  • Se chiedi la parto-analgesia

Per un paio di contrazioni hai sottoposto tuo figlio neonato a un'overdose di farmaci.

  • Se partorisci in casa

Sei fortunata a non essere morta insieme a tuo figlio

  • Se allatti al seno

Uno schiaffo in faccia a tutte le mamme che non possono allattare. Riponi la tetta, per favore, siamo in un luogo pubblico.

  • Se allatti artificialmente

Sei quella che sceglie la via più comoda o peggio che preferisce avvelenare suo figlio piuttosto che rovinarsi il seno / tornare in forma più tardi. Ricordate: tutti possono allattare. Anche gli uomini, pare.

  • Se allatti al seno E artificilmente

Non hai provato fino in fondo. Non ci hai creduto davvero.

  • Se lo lasci piangere

Evidentemente non hai idea di che traumi gli stai provocando.

  • Se lo prendi in braccio quando piange

Lo stai viziando: a 20 giorni è tempo che impari da solo a gestire il proprio malessere. O comunicartelo in modi più consoni, come una presentazione in Power Point.

Lo sai vero che potresti anche ucciderlo? Se lo metti a dormire nella sua culla. Come, non desideri la presenza accanto di tuo figlio neonato 24 ore su 24? Che tristezza!

  • Se usi i pannolini usa e getta

Pieni di sostanze chimiche e tossiche che possono causare eruzioni cutanee permanenti. Forse anche il cancro. E vogliamo parlare delle discariche?

  • Se usi i pannolini lavabili

Evidentemente hai una montagna di tempo da perdere. Ma poi scusa, li lavi con la lavatrice normale di casa??? Non siamo più negli anni Cinquanta, renditene conto.

  • Se fai le pappe in casa

Evidentemente hai una montagna di tempo da perdere.

  • Se compri gli omogeneizzati

Ti prego, cerca di andare oltre le tue ragioni egoistiche: cosa ci vorrà mai a pulire e lessare due verdure?

  • Se toglie il pannolino a 18 mesi

Stai mentendo.

  • Se toglie il pannolino a 3 anni

E' troppo tardi. Probabilmente dormirà con la traversina fino ai 40 anni.

  • Se le vostre figlie giocano con le Barbie

I giocattoli così palesemente di genere non fanno che rafforzare la disuguaglianza sociale tra maschi e femmine, sviliscono la donna e promuovono ideali di bellezza irrealistici.

  • Se i vostri figli giocano con le macchinine

Vedi sopra.

  • Se dite a vostra figlia che è carina

Forse non te ne rendi conto, ma ancora una volta stai promuovendo una cultura sessista e una visione retrograda della donna. Se resterà incinta a 14 anni del primo che passa sarà solo colpa tua.

  • Se mandi i tuoi figli a dormire da un amichetto

Non hai pensato che tra i genitori, gli amici o i parenti potrebbe esserci un pedofilo?

  • Se non li mandi a un pigiama party perché pensi di non conoscere abbastanza bene i genitori

Stai negando loro una delle esperienze più belle dell'infanzia: rilassati, cosa vuoi che succeda?

  • Se li mandi a una scuola pubblica

Evidentemente l'educazione dei tuoi figli non ti sta a cuore.

  • Se li mandi in una scuola privata

Sei una snob o hai semplicemente soldi da buttare?

  • Se lavori a tempo pieno

Non so proprio come fai a separarti dai bambini tutto il giorno. Forse è solo avidità, chissà.

  • Se lasci il lavoro per fare la mamma

Che pessimo esempio stai dando alle tue figlie. Secondo un recente studio, le figlie di mamme lavoratrici hanno più successo nella vita. E poi, che diavolo fai tutto il giorno?

Insomma, in un modo o nell’altro, noi mamme sbagliamo sempre. Tanto vale fare quello che ci viene meglio, no?

gpt inread-altre-0

articoli correlati