Home Donna e Mamma

A Roma chiude L'Alveare, lo spazio di coworking per mamme

di Francesca Capriati - 20.03.2019 Scrivici

chiude-l-alveare
Fonte: Shutterstock
Mentre a Roma chiude L'Alveare, il coworking dove era possibile portare anche i propri figli, in molte città aprono spazi di coworking con area baby

A Roma chiude L'Alveare

Rientrare a lavoro dopo il congedo di maternità può non essere semplice, soprattutto per le mamme libere professioniste o per quelle che hanno perso il lavoro. In molte città stanno nascendo progetti di coworking che consentono, da un lato, di lavorare in uno spazio innovativo e sereno (con postazione wi-fi, scrivania, stampanti etc..) e dall'altro di portare con sé i bambini che possono giocare in tutta autonomia in uno spazio a loro dedicato, seguiti da educatori o animatori. Tuttavia, per molti progetti che nascono, altri invece chiudono non senza polemiche e critiche.

La chiusura de L'Alveare a Roma

E' notizia di questi giorni la prossima chiusura de L'Alveare, uno spazio innovativo di coworking ubicato nel V Municipio di Roma, a Centocelle, e nato nel 2014. I locali, all'epoca, vennero dati in gestione per assegnazione diretta all'associazione di volontariato "Città delle mamme" che provvide a ristrutturarli e riqualificarli per allestire uno spazio dove le mamme (e anche i papà) hanno potuto trovare un luogo dove lavorare portando con sé i figli. Oltre alle postazioni per lavorare, infatti, ne L'Alveare c'è uno spazio baby, un servizio educativo che ospita i bambini di età compresa tra i 4 mesi e i 3 anni. Molti genitori in questi anni hanno scelto proprio questo luogo per vivere l'esperienza del ritorno al lavoro dopo la maternità o paternità in modo graduale e stimolante, a costi accessibili. E in molti casi si sono create delle vere reti di professionisti che, incontrandosi e confrontandosi, sono riusciti a dar vita a nuovi progetti e nuove esperienza lavorative.

Il Comune però ha deciso di cambiare rotta. Nell'ottica di non voler più assegnare gli spazi pubblici per assegnazioni dirette ma solo attraverso un bando, ha intimato all'associazione di liberare i locali e così L'Alveare chiuderà il 31 marzo 2019.

Coworking con area baby in Italia

Di certo L'Alveare ha rappresentato, per i neo genitori romani, un luogo importante in questi anni: uno spazio dove la loro possibilità e il loro desiderio di lavorare o di rientrare nel mondo del lavoro poteva coniugarsi con i tempi e le necessità dei loro bimbi piccoli. Si tratta di un esperimento che dovrebbe essere ripreso anche in altre città d'Italia e che, in alcune metropoli, è già realtà.

  • A Milano, ad esempio, c'è PianoC, un luogo dove i genitori trovano postazioni lavoro, sale riunioni, sala caffè e anche il CoBaby, uno spazio baby dove lasciare il proprio bimbo con un'educatrice professionista. Un ambiente condiviso dove si possono mettere a confronto idee, esperienze e progetti per creare qualcosa di nuovo.
  • Sempre a Milano due mamme libere professioniste hanno aperto QF (che sta per Quoziente Famiglia) con postazioni coworking super attrezzate e uno spazio interamente dedicato ai più piccoli (il Qbaby), un luogo sicuro e accogliente in cui i bambini vengono affidati a figure professionali esperte.
  • A Firenze c'è Co-Stanza, uno spazio polifunzionale incentrato sul coworking, dove mamme e papà possono partecipare alla crescita dei loro bimbi senza rinunciare a lavorare e, al tempo stesso, possono incontrarsi con altri free lance e creare nuove opportunità lavorative. Oltre allo spazio di coworking c'è anche un'area baby dove vengono organizzati giochi e laboratori.
  • A Pisa è aperto Nest2Hub, un incubatore di start up, un spazio coworking e anche uno spazio baby con giardino e ludoteca dove i bimbi trovano educatrici qualificate.
  • A Bologna spicca l'immenso progetto de Le Serre dei Giardini Margherita, che comprende anche Kilowatt BABY, un servizio educativo sperimentale aperto a bambini di età 0-6 anni. Accanto c'è un’area di co-working con 16 postazioni, una sala eventi/workshop, una cucina condivisa e una sala riunioni.
  • A Matera, capitale della Cultura, è nato Casa Netural, uno spazio di coworking che consente ai genitori di lavorare portando con sé i loro bambini che possono giocare nella Play Room adiacente, dotata anche di spazio fasciatoio e allattamento.

gpt inread-altre-0

articoli correlati