Home Donna e Mamma

5 battaglie da lasciar vincere ai nostri bambini

di Laura Losito - 21.06.2018 Scrivici

5-battaglie-da-lasciar-vincere-ai-nostri-bambini
E' importante saper scegliere le proprie battaglie e lasciar vincere i bambini ogni tanto. Ecco 5 battaglie per le quali non vale la pena sprecare pazienza ed energia

Quando lasciar vincere i bambini

Una delle chiavi di volta affinché la serenità regni in famiglia è imparare a scegliere le nostre battaglie. I no, perché funzionino, devono essere “pochi ma buoni”: c’è un momento - un momento che può durare anni - in cui sembra che i nostri figli giochino perennemente a vedere fin dove possono arrivare, ed è molto difficile distinguere i capricci dalle vere necessità. Ma ci sono una serie di questioni per cui non vale la pena sprecare pazienza ed energie. Ecco 5 battaglie da lasciar vincere ai nostri bambini.

  • La battaglia del cibo

Partiamo con la più difficile: sì, ci sono bambini che non mangiano e mamme che ci perdono il sonno. Che trascorrono i pomeriggi a cucinare 8 menu diversi perché è stato detto loro che il problema è la varietà del cibo. Che apparecchiano la tavola con tutti i colori dell’arcobaleno perché il bambino va stimolato. Che si improvvisano clown per tutta la durata del pasto, ma un clown sul punto di avere un attacco isterico. Eppure, il pranzo deve essere prima di tutto un momento sereno per tutta la famiglia. Mamma inclusa.

  • La battaglia degli amici

La battaglia degli amici che non ci piacciono inizia prima di quanto ci aspettiamo: capita che già a 5 o 6 anni nostro figlio ci chieda di invitare a casa proprio quel bambino che non vorremmo vedere nemmeno in cartolina. E probabilmente, non ci rinuncerà né si dimenticherà. Tanto vale farcene una ragione.

  • La battaglia dei vestiti

Per anni abbiamo sognato di vestire i nostri bambini come piace a noi, e già a due anni iniziano a far capire che no, non funziona affatto così. C’è chi vuole categoricamente indossare ogni giorno lo stesso vestito, lasciandoci appena il tempo di lavarlo di notte mentre dorme, e chi si rifiuta con urla e pianti di mettere anche una sola volta il completino griffato regalo dei nonni. Fate un favore a voi stesse: non combattete questa battaglia.

  • La battaglia degli sport

Quasi tutti abbiamo dei pregiudizi su questo o quell’altro sport. O magari desideriamo con tutto il cuore che nostro figlio/a almeno provi una disciplina che per noi ha costituito un’esperienza di vita meravigliosa, e che reputiamo la più salutare, adatta e appropriata. Niente da fare!

  • La battaglia del sonnellino

Soprattutto per le mamme che lavorano - e ancor più per le mamme che telelavorano - il riposino è una manna dal cielo, o per meglio dire una questione di sopravvivenza. Abbiamo faticato non poco a regolarizzarlo, ci siamo sacrificate incastrando i nostri impegni e organizzando la nostra vita in base a quelle due ore centrali della giornata in cui bisognava essere a casa. Ma nulla è per sempre, neppure il sonnellino. A un certo punto non vorranno più farlo, e minacciarli non servirà.

E per voi quali sono le battaglie da lasciar vincere ai vostri bambini?

gpt inread-altre-0

articoli correlati