Home Donna e Mamma

Prurito intimo: sintomi, cause e rimedi

di Francesca Capriati - 29.06.2021 Scrivici

prurito-intimo
Fonte: shutterstock
Prurito intimo: sintomi, cause e rimedi in farmacia. Rimedi naturali utili in gravidanza per eliminare il prurito vaginale

Prurito intimo

Il prurito intimo è un fastidio piuttosto comune e frequente nelle donne di tutte le età e ciò perché le cause di questo disagio possono essere davvero tante, dalle infezioni ad una semplice intolleranza ai tessuti.

In questo articolo

Sintomi

Il prurito è un disturbo piuttosto comune che prima o poi colpisce tutte le donne. In circostanze normali, ad esempio se è provocato da tessuti eccessivamente irritanti, scompare sa solo, se invece dovesse essere associato ad altri sintomi o perdura a lungo è bene contattare il ginecologo per un controllo.

I sintomi, associati al prurito, che non vanno ignorati includono:

  • perdite vaginali;
  • eczema o vescichette;
  • eruzione cutanea.

Perdite

Se il prurito dovesse essere associato a delle perdite vaginali, è sempre importante rivolgersi allo specialista. Le perdite possono essere:

  • di colore biancastro, di consistenza simile alla ricotta (sintomo di una candida);
  • perdite di consistenza più liquida e abbondante, maleodoranti (sintomo di una probabile infezione batterica o infettiva).

Cause

Tra le principali cause del prurito intimo troviamo:

  • Eczema (dermatite atopica)
  • Psoriasi
  • Lichen sclerosus (malattia cutanea a carattere infiammatorio cronico)
  • Irritazione cutanea da sudorazione
  • Irritazione della pelle causata da indumenti stretti o tessuti non idonei
  • Irritazione causata da prodotti per l'igiene personale
  • Vaginosi batterica
  • Tricomoniasi e altre malattie sessualmente trasmissibili
  • Menopausa.

Ma possono causare questo disturbo anche le cerette inguinali e le rasature.

Rimedi

In molti casi, il prurito intimo scompare non appena abbiamo trovato la causa e cambiato le abitudini: ad esempio un prurito causato da indumenti intimi non adatti si risolve indossando slip in cotone, oppure cambiando semplicemente il detergente intimo. Ma se il prurito dovesse persistere un controllo dal ginecologo dissiperà ogni dubbio sulla causa e permetterà di individuare il rimedio più efficace.

Ad esempio:

  • Se hai l'eczema il medico può prescrivere creme steroidee;
  • Il lichen sclerosus risponde alla fototerapia (terapia della luce);
  • I farmaci antifungini sono utili in caso di Candida;
  • un antibatterico o un antibiotico sono prescritti in caso di infezione batterica.

Rimedi naturali

Innanzitutto qualche cosiglio utile per prevenire irritazioni intime:

  • Quando si va in bagno bisogna pulirsi partendo dalla vagina e verso l'ano – e non il contrario – per evitare che i batteri entrino nella vagina
  • Evitare prodotti come lavande vaginali o spray per l'igiene femminile, che possono alterare l'equilibrio acido della vagina
  • Evitare di utilizzare troppo detersivo in lavatrice
  • Evitare traumi come una rasatura eccessia
  • Seguire una dieta ben bilanciata per mantenere un corretto equilibrio della flora batterica vaginale.

Tra i rimedi naturali ci sono:

  • lavande delicate (chiedere sempre prima al ginecologo);
  • assumere probiotici che aiutano a mantenere inalterata la flora batterica;
  • utilizzare un detergente intimo ad azione lenitiva.

Prurito intimo in gravidanza

I cambiamenti ormonali che si verificano durante la gravidanza rendono le donne in dolce attesa maggiormente esposte al rischio di Candida o infezioni o irritazioni vaginali e, quindi, di prurito intimo.

E' buona abitudine curare con particolare attenzione la propria igiene intima, soprattutto durante a gravidanza, e non esitare a rivolgersi al ginecologo in caso di prurito persistente, perdite maleodoranti o dalla consistenza strana perché è importane diagnosticarne rapidamente la causa e avviare il trattamento più efficace e sicuro.

Fonti

gpt inread-altre-0

articoli correlati