Home Donna e Mamma

Posture per le aspiranti mamme e relative complicazioni

di Dott. Daniel Di Segni - 29.05.2019 Scrivici

posture-per-le-aspiranti-mamme-e-relative-complicazioni
Il Dottor Daniel Di Segni, fisioterapista, ci parla di posture corrette per future mamme prima e dopo la gravidanza per evitare fastidi e dolori muscolo-scheletric

Posture corrette per future mamme

Essere mamma è la cosa più bella e meravigliosa che esista in natura. Nella donna questo cambiamento porta con sé una serie di modifiche a livello fisico che però vanno analizzate e affrontate con cognizione e con coscienza.

Patologie pre-gravidanza

Avere un fisico sano e atletico sicuramente è un parametro importante da monitorare per avere una corretta gravidanza, ma è importante anche valutare la condizione posturale e muscolare della donna prima che decida di avere un bambino. Ormai moltissime donne hanno un lavoro che le costringe a stare tante ore davanti ad un monitor a lavorare, costrette in scrivanie scomode dove lo schermo è messo in una posizione non proprio comoda e con sedie che di ergonomico hanno poco e niente. Come prima cosa, da fisioterapista, consiglio il valutare bene l'igiene posturale che viene usata durante le ore lavorative: quando parlo di corrette abitudini posturale intendo

  • il muoversi ogni 20 minuti per sgranchire le gambe e stretchare la muscolatura lombare e del collo
  • muovere gli arti inferiori per evitare ritenzione di liquidi alle caviglie e piedi e favorire il ricircolo venoso.
  • Già adattare queste tecniche aiutano moltissimo il fisico a presentarsi anche in una corretta condizione di salute per quando verrà il momento della gravidanza.
  • Adattare anche lo schermo in modo da avere una orizzontalizzazione dello sguardo e non sovraccaricare il rachide cervicale è un'altra strategia importante per evitare fastidi al collo.

Video: Sciatica in gravidanza

In questo video parleremo della sciatica in gravidanza, quali sono i sintomi più frequenti e quali esercizi si possono fare per alleviare i dolori della sciatica.

Check-up pre-gravidanza

Sebbene spesso è difficile sapere prima quando si rimarrà incinta, sapere almeno che si vuole un bambino già è una indicazione di intenzione; per questo motivo se, nella storia clinica della mamma, è presente almeno una volta un attacco di lombalgia (spesso quando il dolore scende alla gamba viene chiamato anche sciatica) consiglio sempre una valutazione posturale e un ciclo di rieducazione posturale Mezieres: questo tipo di approccio non solo permette di risolvere le condizioni dolorose permettendo un allungamento globale e duraturo, ma anche favorire il riposizionamento fisiologico di tutti i segmenti corporei.

Questo riposizionamento crea quindi una situazione ideale anche per la futura mamma che, durante la gravidanza, non avrà una compressione particolare sulle vertebre lombari (sono quelle che sopporteranno tutto il peso del feto e del suo sacco amniotico).

Posture per le prime fasi della gravidanza

Come ho già spiegato, purtroppo la vita quotidiana è ormai sempre più frenetica e sempre più agitata, riuscendo poco a dedicare del tempo a noi stessi. Nelle prime fasi della gravidanza (fino ai 4-5 mesi) la futura mamma può tranquillamente svolgere qualsiasi mansione, purché faccia attenzione a come esegue queste manovre: studi scientifici hanno dimostrato come non solo sia possibile, ma anche consigliato eseguire un'attività fisica idonea anche durante la gestazione. Il mio consiglio però è comunque di evitare di adottare quelle posture che, se mantenute per tanto tempo, possono portare a dolori e squilibri posturali.

  • Come avrà già segnalato il ginecologo della donna, è necessario evitare alcune posture in decubito laterale destro quando ci si riposa in quanto potrebbe schiacciare la vena cava inferiore con il peso del feto e favorire un aborto; molto consigliato invece il fianco sinistro che non fa gravare sui visceri il peso del feto e che favorisce la vascolarizzazione.
  • Per le donne che inoltre hanno problematiche viscerali come stitichezza o fastidio durante l'evacuazione è sconsigliato anche la posizione supina in quanto, con il crescere del peso del bambino e del relativo pancione, questo con la forza di gravità potrebbe premere sui visceri.
  • Quando invece si sta nella posizione eretta, i consigli per quanto riguarda la schiena sono logicamente quelli della vecchia e buona back school: evitare di prendere pesi da terra mantenendo le ginocchia estese e lavorare tutto sulla schiena (questo provoca un grande lavoro della zona lombare che comunque sopporta quotidianamente parecchio peso). Cercare quindi di lavorare molto durante il sollevamento dei pesi con le gambe, facendo dei piegamenti sulle ginocchia in modo da far lavorare la muscolatura quadricipitale e femorale rispetto alla non adatta muscolatura lombare.

Posture corrette dopo aver partorito

Una volta che il “grosso del lavoro” è stato svolto, il mio consiglio è di iniziare dopo circa un mese dalla nascità del bebè un ciclo di rieducazione posturale Mezieres: questo tipo di metodica permette una messa in tensione globale durante la seduta di tutta la muscolatura posteriore (la catena posteriore è una sorta di continuum muscolare che va dalla nuca fino alla pianta del piede), permettendo non solo un riequilibrio di eventuali dismorfismi che si sono creati durante il periodo gestazionale, ma anche per evitare che, durante le varie e faticose attività della neomamma per il piccolo, possano incorrere fastidi o dolori muscolo-scheletrici. Può risultare utile inoltre anche un breve ciclo di terapia manuale viscerale, cioè il trattamento manuale delle logge fasciali che avvolgono i vari visceri addominali, favorendo quindi un miglior scorrimento dei foglietti che avvolgono i vari organi e per la distribuzione ottimale delle forze che provengono dal diaframma (dall'alto) e dagli arti inferiori (dal basso). 

Video Esercizi per Combattere la Lombalgia

Se vi capita di avvertire dolori alla zona lombare una soluzione funzionante potrebbe essere un allenamento mirato. Gabriella Vico Fitness ci mostra alcuni video esercizi per combattere la lombalgia e per evitare che si ripresenti. 

gpt inread-altre-0

articoli correlati