Home Donna e Mamma

Troppo stanca per fare la mamma? Ecco 4 metodi salvavita

di Laura Losito - 12.03.2020 Scrivici

troppo-stanca-per-fare-la-mamma-ecco-4-metodi-salvavita
Metodi salvavita per mamme molto stanche. Riflessioni che possono aiutarci in quei momenti in cui siamo talmente esaurite da perdere facilmente la pazienza con i bambini

Metodi salvavita per mamme

Quando la stanchezza arriva, lo senti forte e chiaro; ti sembra quasi di visualizzare la pazienza che si esaurisce minuto dopo minuto, mentre i bambini chiedono la tua attenzione e tu vorresti solo essere lasciata in pace. A volte è colpa delle troppe cose da fare, ma altre volte sono solo una scusa: il bucato può essere piegato anche tra un’ora, ma tu hai bisogno di un momento di break adesso, e non sembra proprio che qualcuno sia disposto a concedertelo. 

E a volte la colpa di questa stanchezza è anche di un'alimentazione scorretta e poco equilibrata. Magari, prese da tanti impegni e da un ritmo di vita frenetico, tendiamo a sottovalutare l'importanza di assumere i giusti micronutrienti e tutte le sostanze indispensabili per il nostro organismo. Prediligiamo snack poco salutari e non abbiamo energie per preparare pietanze fatte in casa.

Di certo nella vita di una mamma accade che il tempo di qualità diventi pura resistenza, in un crescendo di frustrazione dovuto anche al fatto che vorremmo con tutto il cuore onorare questo momento, ma non ci riusciamo. Forse però alcune riflessioni possono aiutarci in quei giorni in cui stanchezza, nervosismo o preoccupazioni ci portano a perdere la pazienza con i bambini.

  • Curiamo la nostra alimentazione

E' il primo imperativo per sentirci meno affaticate e recuperare energia utile per affrontare la nostra vita da mamma. Quante di noi preparano cibi sani e pappe per i bambini, trascurando la propria dieta e finendo col mangiare piatti pronti o spizzicare solo qualcosa mentre si sta ai fornelli? Ogni alimento contiene preziosi ed indispensabili nutrienti che servono a garantire al nostro organismo e al nostro sistema immunitario le sue funzioni.

In particolare le vitamine del gruppo B vengono definite proprio “vitamine energetiche” perché, pur non apportando alcuna caloria in più, aiutano il nostro organismo a metabolizzare meglio gli alimenti traendo tutti i nutrienti presenti nel cibo.

  • Integriamo quando ce n'è bisogno

In particolari momenti della vita potremmo non riuscire ad assumere tutte le sostanze nutritive di cui abbiamo bisogno attraverso i cibi e una carenza di vitamine può acuire il senso di spossatezza e stanchezza. Quello del cambio di stagione, ad esempio, è un periodo particolarmente delicato che ci potrebbe far sentire ancora più affaticate, ma anche dopo un'influenza o in una fase particolarmente stressante della nostra vita potremmo aver bisogno di un supplemento di vitamine.

E per questo un'integrazione di vitamine del gruppo B può essere molto efficace per affrontare momenti delicati o particolarmente stressanti e per ritrovare la grinta giusta per vivere le nostre giornate da mamme.

  • Cambiare il focus

Per una volta non pensiamo solo ai nostri bambini e al fatto che non gli stiamo regalando tempo di qualità; pensiamo a noi stesse, perché in questo momento la priorità è prenderci cura di noi e tornare serene, cosa di cui, naturalmente, beneficeranno tutti. Inoltre, anche i bambini impareranno che voler bene a sé stessi è un bisogno e un diritto. Spieghiamo chiaramente e serenamente ai nostri figli che abbiamo bisogno di un momento per noi, una pausa, e lasciamo la stanza.

  • Cambiare la routine

Una delle cose che più ci rendono nervose e irascibili è la mancanza di sonno; se ci capita sempre più spesso di perdere la pazienza con i bambini, e scattare per ogni stupidaggine, forse è solo perché in questo periodo abbiamo bisogno di più ore di sonno. A volte basta andare a letto un’ora prima per fare la differenza.

  • Cambiare… posto!

Quando ci si muove, il corpo rilascia endorfine ed energia: se in casa con i bambini ci sembra di impazzire, usciamo, senza preoccuparci troppo di trucco e parrucco. Lasciamo i bambini al nostro compagno. A volte anche solo una passeggiata per andare a fare la spesa, basterà a riportare il buonumore, per noi e di riflesso anche per loro.

  • Cambiare giorno

A volte ci sembra un miracolo essere sopravvissute ad una giornata in cui siamo state tese come corde di un violino. Eppure i bambini hanno cenato, sono puliti e in pigiama nei loro letti, e come diceva Rossella O’Hara “domani è un altro giorno.” A questo punto la cosa migliore da fare è riposare, cercare un’attività che ci renda serene ignorando, se possibile, le faccende domestiche, e ricominciare il giorno dopo con una nuova scorta di energie e di pazienza. Abbiate cura di voi, mamme!

gpt inread-altre-0

articoli correlati