Nostrofiglio.it
1 5

Genitori 2.0: Mamme social a confronto

/pictures/2015/03/25/genitori-2-0-mamme-social-a-confronto-403476920[5760]x[2398]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-donnamamma
Oggi come oggi esiste una vera e propria fenomenologia delle mamme attive sui social network. Le mamme social sono quelle che in Rete parlano, postano, cinguettano ecc. ecc. ecc. anche e spesso della loro prole. Ma ci sono mamme social e mamme social. Non sono mica tutte uguali. Proviamo ad analizzarle

Mamme e social network

La maternità, si sa, è un qualcosa di assolutamente personale. Cioè, non esiste il manuale della mamma perfetta né il codice della brava mamma. Così come non esistono mamme che non sanno fare le mamme. Esistono solo le mamme. E fin qui, ci siamo. Ora, la mamma, anche se investita dell’onore di essere la persona più importante nella vita di suo figlio/a, è anche una donna che vive il suo tempo.

E una donna che vive questo tempo è essenzialmente connessa. Connessa online, naturalmente. Per sentirsi meno sola, per condividere i progressi del proprio pargolo, o semplicemente per mostrare a tutti di avere una vita meravigliosa. Le madri, c’è poco da fare, sono sempre più social. Ma ognuna sceglie il network che le si addice d più. Perché c’è donna e donna, mamma e mamma, social e social. Proviamo a tracciare l’identikit del genitore 2.0 secondo la community di riferimento.

I casi in cui una mamma odia i social e le chat di gruppo

La mamma Facebook

La mamma Facebook è in generale una mamma con una vita tendenzialmente “babycentrica”. Casalinga stile desperate housewife o impiegata part time, passa la maggior parte del suo tempo insieme ai figli. Di cui sulla sua pagina profilo pubblica la qualunque. Dalla prima ecografia al parto, dal primo pianto al primo sorriso, dalla prima pupù alla prima pappa, ricordandosi via via di fare alla prole gli auguri per ogni complemese e ogni ricorrenza sul calendario. Fino a che il piccolo non sia capace di intendere e volere, per bloccare all’istante la soffocante genitrice. In genere mamma Facebook praticamente annulla la sua persona e si fa fatica a credere che non sia lo stesso frugoletto a gestire la pagina social in questione. La mamma FB è in tutto e per tutto una Medioman in gonnella con: casa nell’ordinario, cucina nell’ordinario, marito nell’ordinario, vita nell’ordinario. Il suo bambino però è straordinario e non fa che ripeterlo: al 99% sostituisce la sua foto profilo con le dolci manine o i morbidi piedini del suo bebè e ogni post, ogni commento, ogni frase sdolcinata, ogni scatto è solo rivolto al tenero esserino. Partecipa a ogni tipo di evento abbia a che fare con i figli. Come se nella sua vita non ci fosse nient’altro. A parte organizzare il compleanno, Halloween e Carnevale per l’amore dei suoi occhi anche solo per scattare una foto da pubblicare nell’immediato. E passando poi il resto della giornata ad aspettare like e commenti.

Il lato positivo della mamma Facebook

è devotissima ai suoi cuccioli e si butterebbe anche nel fuoco per loro: in fin dei conti è proprio una wonder mamma. Ma come fa a far tutto?

La mamma instagram

La mamma Instagram si piace molto, anzi moltissimo. E’ il prototipo di mamma selfie con la S maiuscola. Mamma Instagram è in genere una socialite che vuole che anche il suo baby sia socialite come lei. Per cui lo porta con sé dall’haistylist, dal make up artist, quando si fa la lampada e pure quando si fa la pedicure. Il bambino di questa mamma social viene avvistato a ogni tipo di party, cena, brunch, lunch e aperitivo. Sempre vestito/a all’ultimo grido, sempre con il broncio di chi non perdonerà mai tutto questo al genitore. Genitore che però non se ne cura affatto, dando molta più importanza al filtro giusto da usare nello scatto da postare. La mamma Instagram si prepara 9 ore solari per una foto su cui scrive la seguente didascalia, “con mio figlio devo essere pronta in due nano secondi”. E ha il capello più strutturato di un post seduta da Jean Louis David e un trucco preciso a prova di sbavatura che manco le dive alla notte degli Oscar. E il figlio che, relegato nell’angolo della foto cerca di sorridere, ma la osserva come si guarda Ronald, il clown di McDonald: con un misto di terrore e curiosità. Poi, dà una merendina al figlio, lo posiziona davanti alla Tv, si siede sul divano di casa e aspetta i “ma tu sei sempre bellissima” che arrivano a pioggia a commento dello scatto. E nel frattempo pensa già all’outifit/location/con figlio o senza figlio per il prossimo clic.

Il lato positivo della mamma Instagram

E’ bella e curata sempre e in ogni circostanza. E si sarà anche un po’ pazzerella e fissata per i selfie, ma è anche molto molto divertente. E questo ai figli piace.

La mamma Twitter

La mamma Twitter è una mamma connessa “vitanaturaldurante”. E’ una mamma che cinguetta e condivide tutto in 140 caratteri. E quando diciamo tutto, intendiamo tutto. Ha persino postato con molta probabilità il video del suo parto. Questo tipo di madre social è la più pericolosa perché a volte non scinde la realtà dalla Rete. Mamma Twitter condivide in ogni caso molte cose col proprio bambino, di cui va fiera. Ma a differenza di mamma Facebook non ne è ossessionata. Perché mamma cinguettio ha anche del tempo a sua esclusiva disposizione per seguire chi di dovere e per non deludere mai i suoi followers. Quindi questo tipo di genitore social ci va dentro con citazioni argute, commenta fenomeni virali, televisivi, letterari o cinematografici. Deve essere attenta a quello che la circonda, più che al fatto che a suo figlio sia spuntato il primo dentino. Ma quando se ne accorge, del dentino, la foto la posta. E non se ne importa se si trova in una toilette col pargolo, in camerino di uno store o in una camera di Versailles. E non se ne importa se il bimbo c’ha una macchia sulla maglia e se lei è vestita peggio di Britney Spears nei suoi momenti peggiori. Le importa di condividere il momento. Anche se il momento è passato da un pezzo.

Il lato positivo della mamma Twitter

E’ la mamma più coinvolgente: non c’è niente che faccia senza il suo bimbo mettendolo sempre al corrente di tutto. In un mondo così frenetico, dove non c’è spazio per nessuno, non è poco.

La mamma Pinterest

La mamma Pinterest è la mamma perfetta per eccellenza. Bella, alla moda, giovane, benestante, di professione blogger magari. Lei ha la casa dei sogni e ogni stanza sembra essere venuta fuori da un servizio di Elle Decor; lei cucina benissimo e i suoi piatti sono meglio di quelli di Masterchef; lei ha dei figli angelici, sempre bravi e sempre coi vestiti griffati lindi e pinti; lei ha un marito che ai fusti che vedi su Cosmopolitan gli fa un baffo; lei ha il girovita di Audrey Hepburn; lei ha un barboncino nano più bianco del bianco con tanto di fiocchetto a pois in testa. Insomma lei è detestabilmente esemplare. Su Pinterest mette le foto delle sue peonie, dei suoi tappeti immacolati e della sua cabina armadio grande quanto un bilocale. Pubblica i suoi figli a mò di arredo come se stesse sistemando nella foto un quadro o una sedia. E poi fotografa la tavola imbandita modello cena di Natale, col servizio piatti e posate che noi esseri umani mettiamo solo in caso vincita alla lotteria, scrivendo che quella è per il pranzo di tutti i giorni. E poi a completamento dell’opera posiziona un figlio per lato in perfetto pandant con la tavola, più il marito che guarda soddisfatto. Ciliegina sulla torta: posta anche i suoi bijoux homemade, fatti con tanto amore dalle sue abili e curatissime manine. E che, ovviamente, sembrano essere usciti da una vetrina di Tiffany & Co.

Il lato positivo della mamma Pinterest

Non c’è mamma più creativa di lei, e nemmeno nessuna che abbia il suo senso estetico. Genitrice di future icone di stile, of course.

gpt inread-donnamamma-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-donnamamma-0