Home Donna e Mamma

Intervista a Cristina, mamma blogger di "Lavoro per mamme"

di Redazione PianetaMamma - 12.06.2009 Scrivici

Intervista a Cristina mamma ideatrice di Lavoro per mamme, un sito/blog in cui si incontra la domanda e l’offerta di lavoro per neo mamme

Intervista a Cristina mamma ideatrice di

Lavoro per mamme

, un sito/blog in cui si incontra la domanda e l’offerta di lavoro per neo mamme

Qualche settimana fa abbiamo parlato della difficoltà che hanno le neo mamme a continuare la propria attività lavorativa e di come

ben una mamma su cinque sia costretta dopo un anno e mezzo dalla nascita del proprio bambino a lasciare l'attività che svolgeva.

Non tutte forse conoscono il sito web lavoro per mamme (

http://www.lavoropermamme.it

/) ideato da una mamma, Cristina, per cercare di aiutare altre mamme a reinserirsi nel complicato mondo del lavoro.

Speriamo che questo servizio possa crescere e diventare un punto di riferimento.

Lavoro per mamme è senza dubbio un’interessante opportunità rivolta a tutte quelle mamme che sono alla ricerca di un lavoro part time o comunque con orari tali da permettere di conciliare il lavoro con la famiglia. Come le è venuta questa idea?

L’idea di

Lavoropermamme.it

è scaturita da un’esigenza personale, dopo aver capito che il mio lavoro full time mal si conciliava con le esigenze della mia bambina di pochi mesi ho pensato:

“mi ritiro dal lavoro”

, ma non è facile stare a casa tutto il giorno e pensare solo alla famiglia dopo che si è lavorato per più di 8 anni full time nella pubblicità. Così cercando un lavoro part time mi è venuta questa idea, ho pensato che erano sicuramente tante le donne nella mia situazione e probabilmente ce n’erano di molto più qualificate di me.

Ritengo sia un peccato, per le mamme, non mettere a frutto gli anni di esperienza lavorativa e professionale accumulati

.

Navigando all’interno del sito ho notato che ci sono sia offerte sia richieste di lavoro. Quali sono i profili maggiormente richiesti dalle aziende e viceversa, quali sono i lavori ricercati dalle mamme?

Le aziende, nell’ambito del part time, richiedono profili come: impiegata, segretaria, account, operatrice call center. Le mamme richiedono questi stessi profili, ma anche profili più senior e di responsabilità. L’obiettivo del nostro sito è

promuovere il part time

in modo da aumentare le offerte delle posizioni citate, ma anche alzare il livello professionale delle offerte.

Ha parlato di part time. Un’altra formula, forse poco diffusa in Italia, è quella cosiddetto lavoro da casa. Cosa ne pensa?

Trovo sia una tipologia di lavoro che andrebbe sfruttata maggiormente, capisco che ci siano lavori in cui è richiesta la presenza fisica, ma molte mansioni potrebbero essere svolte da casa con dei briefing settimanali in ufficio. Penso a lavori come: data entry, consulenti per il turismo, consulenti assicurativi, addetti vendite ecc.

Secondo un recente sondaggio ben una mamma su cinque è costretta a lasciare il lavoro dopo un anno e mezzo dalla nascita del proprio figlio. Perché secondo lei?

I compromessi a cui scendere per ritornare al lavoro sono tanti (economici, psicologici, organizzativi) e non sempre le mamme si sentono di prendere questa difficile decisione. Molte lo fanno per poi rinunciare dopo un po’. Il part time o il lavoro autonomo e anche il lavoro da casa potrebbero aiutare le mamme a tornare a lavorare con più facilità e meno rinunce.

Progetti futuri?

Ci auguriamo di diventare un punto di riferimento per le mamme che vogliono lavorare e cercheremo di venire sempre più incontro alle loro esigenze. Inoltre ci impegneremo sempre di più affinché le aziende e gli enti associativi utilizzino sempre di più il nostro servizio

Le altre interviste alle mamme blogger

Martina Braganti

gpt inread-altre-0

articoli correlati