Home Donna e Mamma

Tutti i modi per ritrovare il sorriso nelle giornate NO

di Laura Losito - 22.02.2018 Scrivici

tutti-i-modi-per-ritrovare-il-sorriso-nelle-giornate-no
Fonte: Shutterstock
Giornate no, consigli per mamme che vogliono ritrovare il sorriso nelle giornate difficili

Giornate no, consigli per mamme

La stanchezza e lo stress a volte giocano cattivi scherzi, portandoci ad amplificare problemi che in fondo non sono poi così gravi, e in sintesi ad avere delle giornate decisamente NO. Tutti abbiamo i nostri momenti bui, la differenza è avere o meno dei "piccoli spettatori" 24 ore su 24. E no, non sempre avere intorno i nostri bambini ci aiuta a ritrovare il buonumore, anzi.

A volte desideriamo disperatamente stare sole, per riflettere sulle nostre preoccupazioni o parlarne con una persona cara e fidata... ma non possiamo. Non vorremmo che nessuno ci vedesse così nervose e intrattabili, invece i bambini richiedono a gran voce la nostra attenzione. I più sensibili e/o più piccoli, poi, assorbono come spugne il nostro nervosismo e a loro volta diventano capricciosi e intrattabili.

A quel punto la misura è colma e ci ritroviamo a sbottare violentemente, salvo poi sentirci in colpa e ancora più sole. Insomma, la giornata è "da buttare"? Certo che no! Ci sono molti modi per ritrovare il sorriso in men che non si dica, e persino a ribaltare la situazione.

  • Uscire dalla stanza

Lasciarsi prendere da un'arrabbiatura incontrollata è sempre controproducente con i bambini. In un mondo perfetto, una mamma dovrebbe sempre mantenere la calma, anche e soprattutto quando si tratta di educare. Però siamo anche umane, e in certi momenti è inevitabile che la rabbia prenda il sopravvento. Non solo i bambini possono essere MOLTO irritanti anche per chi li ha partoriti, ma, come dicevamo, spesso avvertono il nostro nervosismo e diventano ingestibili, facendo precipitare la situazione. La cosa migliore in questi casi è fare un passo indietro, e quando possibile lasciare la stanza per qualche minuto, giusto il tempo di sbollire!

  • Analizzare i propri sentimenti

Una volta sole, facciamo un bel respiro e guardiamoci dentro: a cosa è dovuto il nostri malumore? Sono davvero cose così gravi da poterci togliere il sorriso? E i nostri bambini c'entrano qualcosa? Sforzarci di ragionare con lucidità e razionalmente è una delle migliori armi segrete per ritrovare il sorriso anche nelle giornate buie. Inoltre, è per i bambini un insegnamento che non ha prezzo: trovare sempre il lato positivo delle cose e non abbattersi mai.

  • Regalarsi una pausa su Instagram o su un blog divertente

A volte invece, c'è veramente qualcosa che non va, un motivo che ci preoccupa e che, come un tarlo, ci rovina tutta la giornata. I bambini, invece che costituire un motivo di gioia e di distrazione, ci sembrano più impegnativi che mai. Tutto ci sembra superiore alle nostre forze. Allora forse ciò di cui abbiamo davvero bisogno è staccare del tutto la spina, anche solo per un quarto d'ora. Fate un giro sulla pagina Instagram di quel comico che vi fa morire dal ridere, o mettetevi in pari con i post di un blog che vi strappa sempre un sorriso o, viceversa, che vi coinvolge e vi fa riflettere con argomenti motivazionali. Funziona!

  • Mandare un messaggio a un'amica

Lo sfogo è un altro modo liberatorio per ritrovare il sorriso. Con i bambini intorno non sempre è possibile fare una lunga telefonata come un tempo, ma noi mamme ci sappiamo accontentare di un messaggio vocale su Whatsapp ;-) In caso di crisi, il messaggio può anche essere una richiesta di aiuto. Chiediamo ad una amica fidata o a nostra madre di venire a farci compagnia, o di tenere i bambini mezz'ora mentre prendiamo una boccata d'aria o facciamo una corsa nel parco.

  • Guardare vecchie foto o video

Nulla rinfocola il nostro istinto materno quanto riguardare vecchie foto e video. Scorrendo la nostra gallery del cellulare, ci sembrerà di sfogliare le pagine di una favola meravigliosa fatta di momenti magici anche nella loro semplicità: però si tratta della nostra vita. È un gesto da tenere a mente, perché aiuta moltissimo a rimettere le cose nella giusta prospettiva.

  • Dimenticare per un giorno i doveri

La nostra giornata NO non è il momento giusto per decidere di fare ordine nella pila di bollette nell'ingresso, cimentarci nella preparazione di un complicato menu mai realizzato prima, stabilire che bisogna assolutamente pulire e lucidare le piastrelle del bagno. Anzi, il giorno NO è quello giusto per prenderci una vacanza dai nostri doveri, dalle mille incombenze che ci alitano sul collo ogni secondo della giornata. Non succederà nulla se, per un giorno della nostra vita, ci "limiteremo" ad andare al lavoro e gestire i bambini, ignorando tutto il resto e magari ordinando una pizza per cena. Anzi, forse succederà che la giornata NO si trasformerà un una giornata SI.

  • Ballare con i bambini

A quel punto, lasciata da parte la cena, la telefonata al commercialista e quella alla suocera, i panni da ritirare e tutto il resto, mettiamo un po' di buona musica e improvvisiamo una pista da ballo in salotto. Ballare e cantare con i bambini, lasciarci trasportare dalle note di una canzone che amiamo, sarà fantastico e ci farà dimenticare le nostre paturnie!

  • Cucinare il proprio piatto preferito

Gli unici "doveri" a cui dobbiamo adempiere oggi sono quelli che ci fanno stare bene. Ad esempio, arrivata la sera, mettiamo un DVD di cartoni animati ai bambini e dedichiamoci alla preparazione del nostro piatto preferito, in barba alle calorie e al tempo tiranno. Qualsiasi cosa ci possa "coccolare" è ben accetta: al bando invece tutto ciò che ci può stancare o innervosire ulteriormente.

  • Programmare qualcosa di bello

Come ciliegina sulla torta, scacciamo i cattivi pensieri facendo progetti. Non deve trattarsi per forza di vacanze in grande stile o weekend fuori porta: va bene qualsiasi cosa ci renda felici e cariche di aspettativa, che può essere anche prendere la macchina e fare merenda nella nuova gelateria appena aperta, anche se è lontano da casa e fuori mano. Decidere di andare ad una mostra a un museo, magari prendendo il treno se è in un'altra città. Passare il pomeriggio in una ludoteca. Le idee sono tantissime e, oltre a distoglierci dai brutti pensieri, scacceranno anche il nervosismo.

E voi cosa fate per ritrovare il sorriso nella giornate no?

gpt inread-altre-0

articoli correlati