Nostrofiglio.it
1 5

Giornata internazionale delle persone con disabilità

/pictures/2019/12/03/giornata-internazionale-delle-persone-con-disabilita-3995433545[976]x[407]780x325.jpeg Shutterstock
gpt native-top-foglia-donnamamma
Il 3 dicembre è la Giornata internazionale delle persone con disabilità: un'occasione per ascoltare storie di coraggio e forza, come quella di Laura, che è rimasta incinta pur avendo la tetraparesi spastica

Giornata internazionale delle persone con disabilità

Il 3 Dicembre si celebra la Giornata internazionale delle persone con disabilità, un'occasione importante per riflettere su come la società affronta, accoglie e sostiene le persone che convivono con una disabilità e per leggere storie ammirevoli di coraggio e speranza.

La Giornata internazionale delle persone con disabilità venne ufficializzata nel 1981 dalle Nazioni Unite per promuovere i diritti e il benessere dei disabili.

Un passo in avanti è stato fatto nel 2006, quando venne adottata la Convenzione sui diritti delle persone con disabilità, nella quale si ribadiva il principio di uguaglianza e la necessità di garantire alle persone disabili piena ed effettiva partecipazione alla sfera politica, sociale, economica e culturale della società.

Questi principi convergono anche nell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile che ribadisce che nessuno deve essere lasciato indietro, comprese le persone con disabilità, e che bisogna lavorare con impegno per garantire inclusione, integrazione e sostegno a tutti al fine di  promuovere una società resiliente per tutti.

A ribadire questo impegno è stato anche il segretario generale del'ONU António Guterres:

quando garantiamo i diritti delle persone con disabilità, ci avviciniamo al raggiungimento della promessa centrale dell'Agenda 2030: non lasciare indietro nessuno.

Giornata Internazionale delle persone con disabilità 2019

Il tema di questa edizione della Giornata internazionale delle persone con disabilità  è: promuovere la partecipazione delle persone con disabilità e la loro leadership: lavorare sull'agenda di sviluppo 2030. In altre parole: “Trasformazione verso una società sostenibile e coinvolgente per tutti”.

Dunque quest'anno gli eventi, i dibattiti e le iniziative legate a questa Giornata si concentreranno sull'emancipazione delle persone con disabilità nell'ottica di uno sviluppo inclusivo, equo e sostenibile. Una prospettiva in linea con gli obiettivi segnati nell'agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile, che si impegna a "non lasciare nessuno indietro" e riconosce la disabilità come una delle principali questioni trasversali da prendere in considerazione per riuscire ad attuare i suoi 17 obiettivi di sviluppo sostenibile.

La disabilità è, infatti, citata in varie parti degli Obiettivi: dall'istruzione, alla crescita e all'occupazione, dalla disuguaglianza all'accessibilità.

Come crescere un bambino disabile

Eventi in Italia

Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha incontrato a Palazzo Chigi, i rappresentanti della Federazione italiana per il superamento dell'handicap (Fish) e della Federazione tra le Associazioni Nazionali delle persone con disabilità (Fand), e anche Papa Francesco ha lanciato il suo messaggio:

In questi anni, verso i disabili, si sono messi in atto e portati avanti processi inclusivi, ma non è ancora sufficiente, perché i pregiudizi producono, oltre alle barriere fisiche, anche limiti all'accesso all'educazione per tutti, all'occupazione e alla partecipazione. Incoraggio tutti coloro che lavorano con le persone con disabilità a proseguire in questo importante servizio e impegno, che determina il grado di civiltà di una nazione

Ecco, adesso, una panoramica degli eventi in programma:

  • Il MiBACT promuove manifestazioni ed eventi a favore della cultura dell’accoglienza al patrimonio,all’insegna dello slogan Un giorno all’anno tutto l’anno: per tutto il mese di dicembre ci sarà un fitto calendario di appuntamenti sul tema dell’accessibilità al patrimonio. Il programma delle iniziative sarà disponibile sul sito del MiBACT.
  • A Genova, attraverso l’ufficio del Disability manager, il comune promuove il convegno internazionale “Accessibilità web e tecnologia assistiva. Strumenti di inclusione digitale” e Palazzo Reale apre le porte per un pomeriggio dedicato all’integrazione: dalle 15 alle 18, accoglienza, visite guidate, poesia e musica.
  • La Comunità Papa Giovanni XXIII promuove l’iniziativa “Io Valgo” con tante iniziative in tutta Italia: a Cuneo, ad esempio, testimonianze sull’inclusione lavorativa, a Sorso una marcia itinerante in occasione dei 20 anni della Cooperativa San Damiano impegnata nell’ambito della disabilità.

Il diritto alla mobilità

In Italia circa 7 milioni e mezzo di persone convivono con una forma di disabilità (certificata da Inps e Inail): per l'80% dei casi si tratta di persone che vivono in famiglia facendo crescere il totale delle persone coinvolte in qualche modo con i problemi di mobilità al 30% della popolazione, oltre 20 milioni di persone.  
Roberto Romeo, presidente nazionale dell'Anglat (l'Associazione nazionale guida legislazioni handicappati trasporti) ha precisato all'agenzia ANSA che:

la certezza della mobilità per le persone disabili deve far parte integrante delle politiche di governo per garantire un diritto costituzionale, ma anche perché se il disabile non è autonomo pesa economicamente su tutto il sistema della spesa pubblica, un costo che si determina se una persona con disabilità è costretto ad affidarsi ad altri per vivere la propria vita

La parola chiave di quest'anno, dunque, è "sostegno alla mobilità per tutti".

La storia di Laura: La tetraparesi spastica non mi ha impedito di rimanere incinta!

Abbiamo incontrato Laura Coccia, ex parlamentare e un'atleta. Ha 33 anni e una tetraparesi spastica.
Ci ha parlato di come sta affrontando la gravidanza e dei pregiudizi che spesso ci sono nei confronti
di una disabile incinta.

Laura racconta di come la tetraparesi non le abbia impedito di diventare un'atleta di alto livello né di rimanere incinta. Ha deciso di condividere la sua gravidanza sui social perché ha capito che su Internet non c'erano grandi informazioni sulla gravidanza con disabilità, soprattutto sulla gravidanza con spasticità, che resta una convinzione circondata da pregiudizi e stereotipi.

Le persone con disabilità non vivono una vita ospedalizzata, sono persone che vivono una vita Punto.

gpt inread-donnamamma-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-donnamamma-0