Home Donna e Mamma

La nuova Ford C-Max : una macchina da supereroi !

di Monica De Chirico - 14.09.2015 Scrivici

la-nuova-ford-c-max-una-macchina-da-super-mamme
La Redazione di Pianeta Mamma è stata invitata a testare la nuova Ford C-Max a Lommel, in Belgio. Ecco perché ci piace questa macchina "amica della famiglia" !

Una giornata su strada, a Lommel, per provare la nuova Ford C-Max

La Redazione di Pianeta Mamma è stata invitata a testare la nuova Ford C-Max a Lommel, in Belgio. Due giorni in una location meravigliosa in compagnia di altre mamme, esperti di motori e il team Ford impegnato nella progettazione di questo "gioiellino" che la mia parte "bambina" potrebbe ribattezzare come la macchina perfetta per i supereroi!

Ma perché la Ford ha invitato Pianeta Mamma?

Pensateci un attimo... ogni giorno le mamme sono chiamate a superare sfide e prove di sopravvivenza proprio come un supereroe. E sapere che quando si entra in macchina si può guidare tranquillamente senza l'ansia che il nano dietro possa balzare dal seggiolino, o rovinare in modo indelebile la tappezzeria dell'auto, comprata dopo anni di sacrifici, può cambiare la giornata e risparmiare qualche ora di stress. Ma soprattutto guidare una macchina che ti offre una serie di optional pensati per la sicurezza di tutta la famiglia è fondamentale per affrontare un viaggio o uno spostamento con serenità.

Quante volte vi siete sentite la dea Kali dalle 4 braccia, prima di salire in macchina. Non è da tutti riuscire a chiudere con una mano il passeggino, e/o la struttura dell'ovetto, oltre a tenere eventualmente con l'altra il/i bambini, aprire o chiudere la portiera, agganciare l'ovetto o aprire il passeggino...un vero delirio!!. E guai ad imprecare, perché vostro figlio con tono accusatorio si riprenderà le sue rivincite e vi ricorderà "mamma non si dicono le parolacce!"

E se a questo scenario, si aggiunge anche il pacchetto "pancione incluso", con prole al seguito, il percorso casa-scuola o la gita in macchina si arricchiscono di ostacoli ancora maggiori. Ma anche in questo caso la tecnologia di una macchina può essere di aiuto per una mamma.

E sarà capitato a tutti di chiedere ai nonni di portare i figli in piscina o a danza e vi sarete raccomandati almeno 10 volte di stare attenti alla strada, di mettere i bambini sul seggiolino in modo corretto, di non distrarsi alla guida. Solo un genitore conosce il magone che si prova quando si lasciano i bambini ad un'altra persona, anche se si tratta dei nonni; che per carità per fortuna che esistono, ma ad una certa età non si hanno più i riflessi pronti. E sapere che sono alla guida di una macchina che è capace di segnalarti che qualcosa non va, che è in grado di fermarsi in caso di incidente, e che è pensata per far guidare un anziano in modo sicuro, beh questa sì che è una grande facilità per un genitore!!! Perché per le mamme e i papà è sempre più difficile conciliare lavoro e famiglia e non si può fare a meno di contare sul supporto dei nonni.

A Lommel abbiamo avuto l'opportunità di testare una macchina progettata per rendere più facile la vita di una famiglia e resistere alle sfide più impegnative, inclusi le casistiche più "tragiche" della giornata tipo di un genitore.

A fare da sfondo alle nostre prove su strada della nuova Ford C-Max, un ambiente degno di un fumetto o di un videogioco: una pista con ostacoli, dislivelli, dossi, curve etc...dove la macchina ha superato tutti i test egregiamente

Ma vediamo in dettaglio perché la nuova Ford C-Max può essere considerata una macchina a prova di super mamme, "amica" di tutta la famiglia:

  • Il portellone ad apertura e chiusura automatica senza mani (Hands-Free Tailgate), che permette di accedere al bagagliaio con immediatezza e semplicità. 
  • Un sistema di parcheggio semiautomatico (Active Park Assist). Un sistema identifica automaticamente uno spazio idoneo al parcheggio, e alla semplice pressione di un pulsante esegue la manovra girando il volante e lasciando al guidatore il controllo di freno e acceleratore.
  • Un ambiente elegante ma funzionale, grazie agli oltre 20 spazi portaoggetti intelligentemente ricavati.

Inoltre la nuova Ford C Max è stata progettata con tecnologie che anticipano le situazioni di pericolo e garantiscono la massima protezione in caso di incidente.

  • Active Braking. Grazie a speciali sensori che misurano la distanza di sicurezza, la C-MAX avvisa il guidatore se si sta avvicinando troppo all’auto che lo precede, per esempio se quest’ultima rallenta improvvisamente, e in assenza di reazione del guidatore frena automaticamente
  • Active City Stop. Alle velocità cittadine (fino a 50 km/h), l’Active City Stop agisce similmente all’Active Braking e in caso di collisione imminente frena l’auto per evitare l’impatto o ridurne le conseguenze
  • Cross Traffic Alert. Quando si procede in retromarcia, per esempio per uscire da un parcheggio, la C-MAX tiene sotto controllo la strada con un radar e avvisa il guidatore del sopraggiungere di altri veicoli (distanti fino a 40 metri)
  • I sistemi di protezione per i più piccoli includono i punti di aggancio per seggiolini di nuova generazione I-Size, compatibili ISOFix, che offrono una maggiore protezione di testa e collo rispetto agli altri sistemi.
  • La funzione Emergency Assistance del sistema di connettività SYNC 2 chiama automaticamente il 112 in caso di incidente, utilizzando il cellulare o lo smartphone del guidatore connesso tramite Bluetooth. Il sistema comunica l’accaduto parlando la lingua locale del paese in cui ci si trova e segnala la posizione dell’auto tramite le coordinate GPS.

A Lommel abbiamo avuto la possibilità di testare anche gli interni delle auto Ford. A volte le family car si trasformano, soprattutto durante i lunghi viaggi, in saloni di bellezza e cucine dove c'è lo spargimento di tutti i generi di liquidi: dal latte alla coca cola, il succo di frutta etc. E gli ingegneri Ford hanno sperimentato gli effetti sui materiali di bibite gasate, cioccolata, caramelle e cibi di ogni tipo per assicurare una resistenza elevata alle macchie e garantire una facile pulizia dei tessuti. E nelle foto si vede come i nuovi interni della Ford C-Max non assorbono i liquidi, che restano in superficie e possono essere rimossi con facilità senza lasciare traccia.

Qui nei laboratori Ford siamo in tanti a essere anche genitori, quindi siamo consapevoli di cosa significhi avere bambini in auto, e quali sfide comporti realizzare un’auto che sia a prova di famiglia - ha spiegato Mark Montgomery, ingegnere dei materiali senior del centro Ford di Dunton- Che si tratti di scalciare sui pannelli delle porte, salire a bordo con le scarpe sporche di fango dopo il calcetto, o poggiare sui sedili zaini con velcro e fibbie, il nostro compito è simulare quanto più fedelmente possibile tutti gli scenari possibili per assicurare che le nostre auto siano in grado di resistere a qualsiasi trattamento

L'elenco delle prove alle quali è stata sottoposta la C-Max include inoltre:

  • test di resistenza ai graffi
  • test di resistenza nel tempo all'usura
  • test di resistenza dei tappeti
  • test di resistenza meccanica delle plastiche
  • test di resistenza alla luce solare

E tra i test più divertenti che abbiamo effettuato a Lommel c'era anche una tuta che simula la gravidanza e la tuta della terza età. Gli ingegneri Ford hanno utilizzato queste tute durante la realizzazione della vettura per assicurare che la guida fosse agevole per tutti, incluse le donne in attesa e gli anziani. D'altronde la famiglia è cambiata e di conseguenza è fondamentale che anche le macchine vengano progettate con un'attenzione particolare per chi ha maggiori difficoltà motorie e fisiche. Ed è altrettanto importante che vengano realizzate con caratteristiche tecniche che siano in grado di migliorare la vita e la quotidianità di tutti, nonni inclusi. 

Video: test su strada della Ford C-Max

Si ringrazia la Ford per averci invitato a testare la nuova macchina e per l'accoglienza ricevuta!

gpt inread-altre-0

articoli correlati