Nostrofiglio.it
1 5

Diabete e personalità: ecco quali sono le donne meno a rischio

/pictures/2019/01/28/diabete-e-personalita-ecco-quali-sono-le-donne-meno-a-rischio-2330018938[3642]x[1518]780x325.jpeg iStock
gpt native-top-foglia-donnamamma
Secondo un recente studio della Women's Health Initiative, alcune caratteristiche della personalità delle donne le renderebbe meno a rischio di sviluppare problemi di diabete

Diabete e personalità

Può la 'giusta' personalità proteggere dal rischio di malattie? A rispondere a questa domanda è ora un nuovo studio basato sui dati della Women's Health Initiative: tratti positivi della personalità, come l'ottimismo, possono davvero ridurre il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2. I risultati della ricerca sono pubblicati su 'Menopause', la rivista della North American Menopause Society (Nams).

Più di 30 milioni di americani, il 9,4% della popolazione statunitense, hanno il diabete. Obesità, una storia familiare di malattia, etnia e sedentarietà sono tra i principali fattori di rischio per il diabete. Ma non sono gli unici: i dati supportano l'ipotesi che anche la depressione sia associata ad un aumentato rischio di diabete. Inoltre, alti livelli di ostilità sono stati collegati a livelli elevati di glucosio a digiuno, insulino-resistenza e diabete. Finora però pochi studi hanno indagato sull'associazione tra particolari caratteristiche della personalità e il rischio di diabete.

Avere il diabete e rimanere incinta

In questo lavoro i ricercatori hanno valutato se tratti della personalità, tra cui l'ottimismo, la negatività e l'ostilità, fossero associati al rischio di sviluppare il diabete di tipo 2 nelle donne in postmenopausa. La ricerca ha seguito 139.924 donne in postmenopausa senza diagnosi iniziale di diabete. Durante 14 anni di follow-up, sono stati identificati 19.240 casi di diabete di tipo 2.

Rispetto alle donne nel quartile più basso di ottimismo (le meno ottimiste) quelle nel quartile più alto hanno un 12% in meno di rischio di diabete. Per quanto riguarda l'ostilità o la negatività emotiva, le donne con queste caratteristiche più accentuate corrono un pericolo maggiore rispettivamente del 17% e del 9% di sviluppare questa patologia. Non solo, l'associazione dell'ostilità con il rischio di diabete è più forte nelle donne non obese. Insomma, i ricercatori concludono che uno scarso ottimismo, un'elevata negatività e l'ostilità sono associati ad un aumento del rischio di diabete nelle donne in postmenopausa.

gpt inread-donnamamma-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-donnamamma-0