Home Donna e Mamma

Le cose che erediti da una mamma forte

di Redazione PianetaMamma - 08.05.2015 Scrivici

le-cose-che-erediti-da-una-mamma-forte
In occasione della Festa della Mamma una mamma della Redazione vuole ringraziare sua madre per tutto quello che le ha insegnato

Avere una mamma forte

Quando hai figli in età prescolare sei così calata nel tuo ruolo di madre che spesso dimentichi di essere figlia. Ora sei tu quella che si prende cura degli altri, eppure, se sei fortunata, tua madre è sempre accanto a te: ed ecco che la Festa della Mamma è un’occasione per ripensare a come si è evoluto il rapporto con chi ti ha generato, e a tutti i motivi per cui ancora oggi (o forse, soprattutto oggi) vale la pena fermarsi e dirle grazie. 

Che tipo di mamma avete voi? La mia è il modello “senza fronzoli”. Dice quello che pensa senza temere di essere inopportuna e impopolare: è capace di essere sarcastica anche quando esci dalla sala parto e ha il piglio di un generale in carriera. La sua attitudine al comando può risultare irritante quasi quanto la netta impressione che solo la sua opinione sia degna di considerazione ai suoi occhi: in sintesi, chi non la pensa come lei è un cretino. Inutile dire che ci scanniamo a cadenza regolare, e altrettanto regolarmente ci riappacifichiamo. Non è mai successo che mi abbia voltato le spalle nel famoso momento del bisogno: sta sempre dalla mia parte e continua ad appoggiarmi anche mentre ripete a gran voce che sto commettendo un’idiozia.

E’ forte e coraggiosa come nessun altro io abbia mai conosciuto; le durissime prove che la vita le ha riservato non l’hanno mai piegata. Nonostante abbia commesso alcuni imbarazzanti scivoloni genitoriali, quando c’è stato bisogno ha lottato per noi figli come una tigre, e ho il sospetto che continuerà a farlo fino al suo ultimo respiro. Ecco le cose più importanti che mi ha insegnato.

  • Il carattere conta fino a un certo punto

Mia madre è insopportabile. Ma se riesci ad andare oltre il superficiale strato di detestabilità, hai tutto da guadagnare, perché è una persona che ha moltissimo da dare al prossimo. Così, anche nelle altre persone ho imparato a guardare alla sostanza: alcune delle mie migliori amiche sono donne che apparentemente non hanno nulla a che spartire con me e con cui non vado d’accordo su niente. Però le stimo.

  • Non è necessario avere sempre il permesso per agire

Per mia madre, nella tua vita valgono solo le tue regole, poco importa se sono diverse da ciò che la maggior parte della gente si aspetta. Allevata da una donna del genere, quando vedo qualcuno mollare il colpo perchè quelli intorno a lui non sono d'accordo, mi resta sempre il dubbio che non sia flessibilità ma vigliaccheria.

  • Piangere non è per i deboli

Anche i supereroi talvolta hanno bisogno di sfogarsi con un bel pianto: mia mamma ne è la prova. Ha la lacrima incredibilmente facile, ma dopo mezz’ora sta già pensando a qualcos’altro, agguerrita come sempre.

  • Mai arrendersi

Tra tutte le persone che conosco, mia madre è quella che ha dovuto sopportare le prove più pesanti nella vita. Ma quando si sveglia, le basta constatare che c’è il sole fuori o sentire una delle sue canzoni preferite alla radio che subito si entusiasma come una bambina. Con lei tutte le cose sembrano prendere vita; ogni piccolo piacere va assaporato, anche se capita nel bel mezzo di una pessima giornata. Per me questo è essere speciali: niente, nessuno ha potuto rubare l’azzurro del suo cielo.

  • Il segreto di un matrimonio perfetto è l’indipendenza interiore

Mia mamma e mio padre si sono conosciuti quando lei era poco più che bambina. A distanza di oltre cinquant’anni lui non l’ha mai data per scontata, perché “sa che nonostante tutto, in qualsiasi momento sarei in grado di prendere la borsetta e andarmene.”

  • Perdonare è solo un’opzione

Se una persona ti ferisce consapevolmente e gratuitamente (ma anche no) nessun contratto t’impone di perdonarlo entro un certo periodo di tempo. Alcune persone sono degne di perdono, altre no, o può anche darsi che semplicemente non t’interessi più. Ancora una volta: la mia vita, le mie regole.

  • Non bisogna chiedere scusa del proprio successo

Mia mamma è sempre stata dannatamente fiera dei propri successi e da giovane anche della propria bellezza: non l’ha mai nascosto, non ha mai cercato di minimizzare se in qualcosa eccelleva rispetto a mio padre. E soprattutto, il tuo successo non toglie nulla ai tuoi figli Si è resa conto che come mamma rendeva di più continuando a lavorare invece che stare a casa: tuttora ne è convinta e le piace parlare di quanto amasse la sua professione e quanto abbia fatto bene a non rinunciarci.

  • L’invidia è per chi non ha nulla di meglio da fare

Per mia madre l’invidia è semplicemente un sentimento che non ha senso: una gran perdita di tempo e di energie. Nella sua vita alcune persone l'hanno tagliata fuori solo per invidia; lei l'ha accettato, ma non ha capito.

  • Invece divertirsi è obbligatorio

Passati i 70 mia mamma il giovedì inizia a chiedersi cosa organizzare per il weekend. E anche quando non riesce a stare fuori città un paio di giorni, il sabato sera in casa proprio non esiste.

gpt inread-altre-0

articoli correlati