Home Donna e Mamma

Come vivere un Natale solidale con i bambini

di Francesca Capriati - 13.12.2019 Scrivici

come-vivere-un-natale-solidale-con-i-bambini
Fonte: Shutterstock
Quest'anno si cambia: sì a regali, pranzi e cene in famiglia, ma anche a regali etici e volontariato per vivere un Natale solidale con i bambini

Come vivere un Natale solidale

Natale è la festa preferita dai bambini: aspettano il 25 con trepidazione, contando i giorni sul Calendario dell'Avvento, si immergono insieme a noi nell'atmosfera natalizia con tante luci e decorazioni, scrivono la letterina a Babbo Natale sperando di ricevere tutti i regali che hanno chiesto e noi adulti ci preoccupiamo di organizzare cene e pranzi luculliani. Chi può vivere il Natale come facciamo noi è certamente molto fortunato, ma se vogliamo riscoprire il più profondo e autentico significato del Natale potremmo, quest'anno, fare qualcosa di diverso coinvolgendo i nostri figli in attività di volontariato, facendo regali solidali e sostenendo chi è meno fortunato di noi. Ma come vivere un Natale solidale trasmettendo ai nostri bambini l'importanza di essere utili, solidali e generosi? Ecco qualche consiglio.

Donare vestiti e giocattoli

Innanzitutto spieghiamo ai bambini l'importanza di non accumulare. Meno giocattoli che affollano la loro cameretta significa conservare solo ciò che serve davvero e regalare alla Chiesa o alle associazioni presenti sul territorio tanti altri giocattoli che non vengono più usati.

In questa fase di selezione è importante coinvolgere i bambini, soprattutto quelli più piccoli, perché spesso non hanno accettato molto volentieri l'idea di privarsi di qualcosa: se scegliamo insieme a loro cosa regalare potremo aiutarli a comprendere appieno questo atto di generosità: spieghiamogli che questi giocattoli che loro non usano più renderanno felici altri bimbi meno fortunati e in questo modo faranno spazio nella cameretta ai regali che porterà Babbo Natale.

Acquistiamo dei regali presso associazioni internazionali, come UNICEF, Save The Children e tante altre che nei loro shop online propongono tante idee:

  • possiamo dare un contributo per sostenere i loro progetti e in cambio riceveremo una pergamena o una lettera che spiegherà il significato del regalo a chi lo riceverà
  • possiamo acquistare un oggetto proveniente dai mercatini del commercio equo e solidale (per gli adulti, ad esempio delle candele, taccuini, shopping bag e tanti altri pensierini e per i bambini bambole e peluche)
  • possiamo anche scegliere di sostenere le attività di giovani imprenditori o artigiani.

Qualche idea per dei regali solidali

  • Voa Voa! Onlus - Amici di Sofia, l’associazione nata per dare assistenza socio-sanitaria, sostegno psicologico, legale ed economico alle famiglie con figli colpiti da patologie rare neurodegenerative, porta avanti la sua campagna di crowdfunding “Gocce di Speranza”, progetto nato per finanziare cure innovative per malattie rare altrimenti inguaribili. Tra le tante iniziative, per questo Natale, la campagna per sostenere “Gocce di Speranza” si avvarrà anche del supporto di Carillo Home, canale e-commerce dedicato ai prodotti tessili per la casa e accessori d’arredo, che consentirà di trasformare ogni dono in un “regalo solidale”, aiutando la ricerca. Dall’8 Dicembre al 6 Gennaio, infatti, per ogni acquisto effettuato online sull’ e-commerce Carillo Home sarà destinato 1 euro alla onlus Voa Voa, perché anche un piccolo gesto è importante per salvare la vita di un bambino.
  • UNICEF: anche quest’anno, è stata realizzata una collezione di regali e di biglietti
  • Con Save The Children è possibile donare maglioni, stivali da pioggia, kit per i vaccini o per la scuola a bambini che vivono in situazioni di emergenza e povertà. Con la campagna social #ChristmasJumperDay, indossa un simpatico maglione, condividi e regala un sorriso a tanti bambini.

Fare volontariato

Qualche giorno fa il più famoso street artist del mondo, Bansky, ha postato sul suo profilo social l'immagine della sua ultima opera: Ryan, un clochard di Birmingham, è stato trasformato in Babbo Natale semplicemente dipingendo le renne sul muro accanto alla panchina, e lo stesso Bansky ha scritto che in 20 minuti di realizzazione del video le persone hanno offerto a Ryan barrette di cioccolato e bevande calde senza che lui avesse chiesto nulla.

Ecco: spieghiamo ai bambini quanto sia importante, proprio a Natale, non limitarsi a cenare con la famiglia e ricevere regali, ma anche donare a chi ha più bisogno il nostro tempo. Possiamo scegliere di partecipare attivamente insieme ad eventi benefici oppure rivolgiamoci ad una delle tante associazioni di volontariato della nostra città per scoprire quali sono gli appuntamenti di dicembre. Cosa si può fare, dunque, in occasione del Natale per aiutare chi si trova in difficoltà? Ecco alcuni eventi solidali nei quali possiamo coinvolgere anche i bambini.

  • Sul sito Volontari per un giorno troverete un elenco di attività di volontariato in tutta Italia per le quali servono aiuto e partecipazione.
  • La Caritas invita chi può ad invitare a casa propria chi ha bisogno per un pranzo di Natale. Ci si può organizzare chiedendo alle sedi Caritas del territorio come e chi invitare tra le persone che abitualmente si rivolgono alle loro mense.
  • Se possiamo prenderci un periodo di vacanza perché non partecipare ad un campo di volontariato internazionale?
  • ManiTese è in cerca di volontari per la campagna natalizia a favore dei progetti di sviluppo nel Sud del Mondo: “Molto più di un pacchetto regalo!” è la campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi di Mani Tese realizzata in partnership con laFeltrinelli. Più di 5mila volontari in tutta Italia dal 1 al 24 dicembre impacchetteranno i regali di Natale in cambio di un contributo.
  • Molte associazioni di beneficenza organizzano i pranzi in luoghi storici delle città e hanno bisogno di aiuto e volontari: una lunghissima tavolata natalizia alla quale siedono persone bisognose. Un esempio per tutti, la Comunità di Sant'Egidio a Napoli.

gpt inread-altre-0

articoli correlati