Home Donna e Mamma

Le piccole vendette che prima o poi ci prenderemo sui nostri bambini

di Laura Losito - 04.07.2016 Scrivici

le-piccole-vendette-che-prima-o-poi-ci-prenderemo-sui-nostro-bambini
Fonte: Shutterstock
Gli atteggiamenti dei bambini a volte possono essere insopportabili. Ecco come prendersi delle piccole vendette sui figli quando diventeranno grandi

Come vendicarsi quando i figli sono grandi

I bambini sono la gioia della nostra vita, ma alcuni atteggiamenti tipici a volte possono essere davvero snervanti. Ma ci pensate quando un giorno, potendo godere dell’impunità delle “amabili vecchiette un po’ svitate” potremmo prenderci un paio di piccoli grandi vendette? Ecco qualche esempio… O per meglio dire ispirazione! :-)

  • Privacy questa sconosciuta

Piombare in bagno mentre i nostri figli ormai cresciuti sono alle prese con la loro naturale regolarità e di fronte al loro sconcerto giustificarsi con un'istanza che richiede la loro immediata attenzione. Tipo: scusa, ma non trovavo i succhi di frutta.

  • Schiavitù moderne

Dopo una lunga giornata di lavoro (loro) sedersi alla loro tavola, farsi servire facendo commenti poco educati sulla cena, come “Cosa sono quelle cose verdi?” o “Questi spaghetti puzzano”, dopodiché, non appena si sono seduti e si accingono a iniziare a mangiare, far cadere accidentalmente sul tappeto il pentolino del sugo.

  • Reputazioni fatte a pezzi

In piscina, tirare giù le mutande del costume a figlio/a e rotolarsi dal ridere per il successivo quarto d'ora insieme ai loro amici. Raccontare alla pediatra della nostra nipotina che nostra figlia la lascia piangere se lo smalto non è ancora asciutto, e che le propina omogeneizzati, pure se non lavora! Accompagnarli a fare shopping in un posto affollato e chiedere “Ho sentito una puzzetta, sei stati tu?”

  • Pan per focaccia

Ospiti a casa loro, svegliarli alle tre del mattino per chiedere se possiamo giocare con l’iPad o per annunciare che stiamo morendo di fame, o di sete o che dobbiamo fare la pipì ( o peggio). Chiedergli soldi e regali ad ogni occasione. Rompere una preziosa alzatine di cristallo, regalo di nozze, e se si arrabbiano metterci a piangere disperate.

  • Vita sociale azzerata

Quando avranno ospiti, andare in bagno e tornare annunciando felicemente che abbiamo fatto una cacca grossissima, ma avremmo bisogno di aiuto per pulirci il sedere.

  • A cena

Quando avranno ospiti a cena, storcere il naso di fronte al risotto ai funghi e alla zuppa di pesce e chiedere se possiamo avere una fetta di pane e Nutella, per favore.

  • In auto

Durante i viaggi lunghi, mangiucchiare crackers e biscotti tutto il tempo sbriciolando ovunque e chiedendo ininterrottamente “Quanto manca?” Nei viaggi brevi, sporcare lo schienale dei loro sedili anteriori con le nostre scarpe e succhiare rumorosamente un lecca lecca prima di spiaccicarlo sul sedile. Non siete ancora soddisfatte?

Ecco altre idee, a titolo esemplificativo e non esaustivo: rompere i loro cellulari e dare la colpa a qualcun altro; svegliarli alle tre del mattino e essere poi nervose e intrattabili tutto il giorno; camminare lentissime e lamentandoci a gran voce quando loro sono in ritardo; mangiare una tavoletta di cioccolato facendola sciogliere tutta tra le mani e poi abbracciarli. In fondo, diventare vecchi significa un po’ tornare bambini!

gpt inread-altre-0

articoli correlati