Home Donna e Mamma

Chilly pH 3.5 – Impariamo a conoscere il nostro pH intimo

di Redazione PianetaMamma - 18.07.2016 Scrivici

chilly-ph-3-5-impariamo-a-conoscere-il-nostro-ph-intimo
Per assicurarsi un'extra­protezione e prevenire i fastidi intimi è importante scegliere di usare un detergente a pH acido, perfetto in particolari momenti della vita, quando si è maggiormente esposte al rischio di aggressioni batteriche

Spesso sentiamo parlare di pH vaginale, ma difficilmente sappiamo cosa sia e perché è così importante. Cerchiamo di capirne di più.

Cos'è il pH?

E' un indice che misura il grado di acidità o di basicità di una soluzione e può essere compreso tra 0 (massima acidità) e 14 (massima basicità). Nel corpo umano esistono diversi pH, da quello del sangue a quello della pelle fino a quello vaginale. Il pH cutaneo è leggermente acido e si attesta su 4.2 e 5.6 (molto dipende da diversi fattori come gli ormoni o la sudorazione): un pH acido svolge un'importante azione di difesa nei confronti di microorganismi potenzialmente pericolosi, quindi funge da vera e propria barriera protettiva.

Ph vaginale

Anche la vagina ha un suo pH, particolarmente delicato, che cambia nel corso della vita di una donna ed in presenza di particolari condizioni:

  • Infanzia e vecchiaia

il pH è di 6­-7, si parla di pH neutro e ciò è dovuto al fatto che gli estrogeni sono bassi

  • In adolescenza e in età adulta

Gli estrogeni salgono, il pH diventa acido attestandosi intorno al 4.5 - ­3.5. Come detto questa acidità protegge dalle infezioni e favorisce la crescita dei batteri “buoni”, quelli naturalmente presenti nell’ecosistema (lactobacillus acidophilus), contrastando la proliferazione di microbi o funghi patogeni. Alla luce di questi delicati equilibri possiamo capire perché tutti i ginecologi raccomandino l'utilizzo di detergenti intimi specifici: i normali saponi, infatti, hanno un pH troppo alto mentre i prodotti per l'igiene intima sono appositamente realizzati con il giusto pH, per non alterare l'ambiente vaginale.

Detergenti intimi a pH acido

Per assicurarsi un'extra­protezione e prevenire i fastidi intimi si può scegliere di usare un detergente a pH acido, perfetto in particolari momenti della vita, quando si è maggiormente esposte al rischio di aggressioni batteriche, come la gravidanza, il post parto, il ciclo mestruale e anche in caso di vita sessuale attiva. Tra i vari detergenti per l'igiene intima che troviamo in commercio c'è anche una novità: Chilly pH 3.5 turchese.

Un prodotto approvato dall'associazione ginecologi consultoriali A.Gi.Co per uso quotidiano, che contribuisce a preservare la fisiologica acidità vaginale e che è particolarmente indicato per le donne dinamiche e moderne. La sua formula extra prevenzione clinicamente testata è realizzata a pH 3.5 ­ per contribuire a mantenere l’acidità intima fisiologica ­aiuta a prevenire l'insorgenza di infezioni e fastidi intimi anche nelle situazioni più a rischio, è ipoallergenica, potenziata con molecola anti odore, che contrasta la formazione dei cattivi odori, riducendone la percezione olfattiva e infine è arricchita con glicerina, che svolge un'azione emolliente e idratante.

Chilly pH 3.5 è disponibile anche in salviette intime pocket, testate clinicamente, ipoallergeniche e in tessuto biodegradabile, per assicurarsi il massimo dell'igiene e della protezione anche fuori casa.

gpt inread-altre-0

articoli correlati