Home Donna e Mamma

Amnesty International contro la violenza sulle donne

di Redazione PianetaMamma - 26.02.2014 Scrivici

amnesty-international-violenza-donne
Parte una campagna con l'sms solidale per combattere la violenza domestica

In occasione dell’8 marzo, Giornata internazionale della donna, Amnesty International lancia una campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi tramite SMS solidale al 45599 che sarà fino al 16 marzo.


La violenza sulle donne e quella indiretta sui bambini


Fermare il femminicidio e la violenza contro le donne è una delle richieste contenute nell’Agenda in 10 punti per i diritti umani che Amnesty International ha presentato a tutti i candidati e leader di coalizione, nell’ambito della campagna “Ricordati che devi rispondere”. Una richiesta che è stata sottoscritta da 117 parlamentari.


I bambini chiedono di difendere i diritti delle mamme


In tal senso la campagna  intende sollecitare le istituzioni a promuovere una legge specifica sulla parità di genere, il finanziamento e l'aumento dei centri d’accoglienza per le vittime di violenza e un adeguato coordinamento tra la magistratura, la polizia e gli operatori sociosanitari. Inoltre è finalizzata anche a realizzare attività che favoriscano una maggiore sensibilizzazione della società civile, delle istituzioni scolastiche e dei media  per una rappresentazione non stereotipata e non discriminatoria delle donne.

La

violenza domestica

è un crimine che non viene denunciato in 9 casi su 10, le vittime sono sempre le donne e 100 donne vengono uccise ogni anno per mano di uomo, per la maggior parte dei casi il proprio compagno o ex partner.

Numero di SMS solidale

: 45599 Periodo: fino al 16 marzo 2014.

Il valore della donazione sarà di 1 euro per ciascun SMS inviato da cellulari TIM, Vodafone, WIND, 3, PosteMobile, CoopVoce, Nòverca. Sarà di 2 euro per ciascuna chiamata fatta sempre al 45599 da rete fissa TeleTu e TWT e di 2/5 euro per ciascuna chiamata fatta allo stesso numero da rete fissa Telecom Italia, Infostrada e Fastweb.

Info sul

sito Amnesty

gpt inread-altre-0