Home Donna e Mamma

Sos Villaggi dei Bambini ci racconta la storia della bomboniera

di Monica De Chirico - 23.03.2016 Scrivici

sos-villaggi-dei-bambini-ci-racconta-la-storia-della-bomboniera
La storia, i significati e le forme diverse della bomboniera in Italia. Le bomboniere fai da te e le bomboniere solidali SOS Villaggi dei Bambini

Bomboniere solidali SOS Villaggi dei Bambini

La bomboniera è da sempre un oggetto simbolo e ricordo di un momento speciale, un matrimonio, un battesimo, una comunione, etc. Questo oggetto è cambiato nel tempo, assumendo significati e forme diverse, influenzata dai cambiamenti storici e culturali. Negli ultimi tempi è sempre più frequente l'utilizzo delle bomboniere fai da te, ma soprattutto di bomboniere solidali. Un momento importante può essere l'occasione per pensare a chi è meno fortunato ed essere generosi o sostenere un progetto solidale.

Tra le associazioni e le Onlus che propongono bomboniere solidali c'è anche SOS Villaggi dei bambini, la più grande organizzazione a livello mondiale, impegnata nel sostegno di bambini privi di cure familiari o a rischio di perderle. Nasce nel 1949 e, ad oggi, è la sola Associazione che ha la capacità di accogliere, all’interno dei suoi Villaggi SOS, 82.300 bambini, ai quali garantisce istruzione, cure mediche e tutela in situazioni di emergenza. Promuove programmi di supporto alle famiglie in stato di necessità ed è presente in 134 paesi e territori nel mondo, dove aiuta quasi 2.000.000 di persone In Italia aiuta 336 bambini e ragazzi e le loro famiglie, per un totale di 537 persone. Lo fa attraverso 7 Villaggi SOS - rispettivamente a Trento, Ostuni (BR), Vicenza, Morosolo (VA), Roma, Saronno (VA) e Mantova - e un Programma di rafforzamento familiare a Torino, rivolto alle famiglie in stato di necessità. Sostiene, inoltre, il Centro Estivo Internazionale SOS di Caldonazzo (TN). www.sositalia.

Sul sito di Sos Villaggi dei bambini c'è un'interessante infografica che ci racconta la storia della bomboniera. Il termine deriva dalla parola francese "Bombonnière", una scatolina preziosa che contiene bon bon e dolcetti zuccherosi. Alle origini erano la frutta secca e i dolcetti ad essere offerti agli sposi in segno di buon auspicio. Nel XV secolo in Italia il fidanzato donava all'amata la coppia amatoria, un piatto di ceramica colmo di confetti, simbolo di fecondità. Nel XVI secolo Elisabetta I di Inghilterra ricevette in dono diverse Sweet Meat Box, scatolette con pietre preziose decorate. Si arriva poi al 1600 e il barocco influenza anche le bomboniere che sono ornate di pietre preziose, accompagnate da mandorle al miele o zuccherate. Ed erano i nobili francesi a sfoggiare queste scatoline riccamente decorate. Nel 1700 Napoleone regalava ai sudditi bomboniere in oro, avorio e madreperla come segno di riconoscenza. Negli anni '20 vengono prodotte bomboniere ispirate allo stile futurista: forme bizzarre e colori molto vivaci. Negli anni '40 vengono create bomboniere in vetro di Murano, tra le più belle, considerate vere e proprie opere d'arte. E infine negli anni '60 assistiamo al boom delle bomboniere. Piccoli oggetti che vengono regalati in occasione di matrimoni e battesimi

Qui le bomboniere solidali di SOS Villaggi dei bambini

gpt inread-altre-0

articoli correlati