strip1-incinta
gpt strip1-gpt-ros-0
1 5

Sei incinta? I sintomi della gravidanza

/pictures/20150210/sei-incinta-i-sintomi-della-gravidanza-2546909871[3769]x[1569]780x325.jpeg

Come sapere se sei incinta? Come riconoscere i primi sintomi della gravidanza? Le mestruazioni sono in ritardo e non riesci a pensare ad altro. Ascolta il tuo corpo, anche se i sintomi possono variare da una donna all'altra

adsense-foglia-300

I sintomi della gravidanza

Quali sono i sintomi della gravidanza? Le mestruazioni sono in ritardo e non riesci a pensare ad altro. Sei o non sei incinta?

Il modo migliore per dissipare ogni dubbio è fare un test di gravidanza, naturalmente. Ma come riconoscere i primi sintomi di una gravidanza e come distinguerli dai sintomi premestruali?



Come si legge sul sito Sintomi di Gravidanza, i sintomi della gravidanza nella prima settimana variano da donna a donna e a seconda della gravidanza, il primo è il mancato arrivo delle mestruazioni. Vediamo gli altri segnali che si possono presentare nei primi giorni o durante il primo mese di gravidanza. Ma attenzione, puoi essere incinta anche senza avere nessuno di questi sintomi, che potrebbero appariranno successivamente.

Vediamo adesso nel dettaglio tutti i sintomi, partendo da quello più attendibile, l'unico davvero sicuro, ovvero la mancanza di ciclo mestruale.

L'amenorrea

L’amenorrea (assenza delle mestruazioni) è il segno più importante e significativo di un’iniziale gravidanza, soprattutto se il tuo ciclo è sempre stato regolare e hai avuto rapporti nel periodo fertile.

 I sintomi di gravidanza nella prima settimana

Le perdite da impianto dell'embrione

In circa il 6-7% di tutte le donne incinte si possono manifestare perdite di sangue e doloretti simili al normale ciclo mestruale, ma che invece sono causate dall’annidamento dell’embrione nell’utero. E' raro che le perdite ematiche assumano però un carattere ritmico simil-mestruale, cioè che si presentino per più mesi di fila.

Perdite in gravidanza: quando sono preoccupanti?

Tensione al seno

Spesso questo sintomo si confonde con il classico turgore premestruale. Il turgore mammario può manifestarsi anche con molti giorni d’anticipo dal giorno della mancata mestruazione. E poi con il procedere delle prime settimane il seno potrà ingrossarsi, e diventerà sempre più turgido e teso per l’azione del progesterone, a volte potrà darti un po’ di dolore e irritabilità ai capezzoli. Le vene delle mammelle sono più evidenti. L’areola potrà diventare più scura e sulla sua superficie potranno comparire dei piccoli rilievi, i cosiddetti tubercoli del Montgomery, ovvero ghiandole che in allattamento secerneranno una sostanza lubrificante e disinfettante

Stanchezza

È un sintomo molto comune e può far sospettare un’iniziale gravidanza, soprattutto se la stanchezza arriva inaspettata e stravolge le vostre abitudini quotidiane (non riuscite a vedere la fine di un film, vi addormentate dopo cena) e soprattutto se in genere non ne siete particolarmente soggette.

Pesantezza addominale

È un sintomo che non vuol dire molto se si presenta da solo. La tensione addominale, la pesantezza, il gonfiore, saranno dovuti ai primissimi cambiamenti ormonali che si sviluppano con l’impianto.

La stitichezza

Se sei sempre stata regolare, potrai osservare un po’ di stitichezza anche prima della data presunta dell’arrivo del ciclo.

Sensibilità agli odori 

È possibile che inizialmente un odore particolarmente gradevole o che eravate abituate a sentire vi dia improvvisamente fastidio, vi possa dare una sensazione di disgusto e/o di nausea. Magari li per lì non ci farete caso, ma una volta accertata la gravidanza potrete collegare quell’episodio proprio al fatto di essere incinte. Capita spesso con il caffè, la nicotina, il pesce, ma anche profumi e deodoranti.

Tutti i metodi per sapere se sei incinta

Nausea

La nausea e il vomito sono due tra i sintomi di gravidanza più comuni e frequenti, più o meno il 50% delle gravide ne soffre. Per alcune donne la nausea è proprio il primo segnale della gravidanza, avvertito ancora prima della mancata mestruazione. In genere terminano dopo il primo trimestre di gravidanza.

Frequenza ad urinare più spesso

Sintomo molto frequente nelle donne incinte che si può manifestare già alcuni giorni prima della mancata mestruazione. Questo fastidio è più frequente dal terzo trimestre, quando il bambino pesa di più sulla vescica. Tuttavia molte future mamme si lamentano di una minzione più frequente già nelle prime settimane.

Aumento della temperatura

La persistenza dell'innalzamento della temperatura basale (valore prossimo ai 37° C) dalla seconda metà del ciclo ad oltre il periodo di concomitanza della mancata mestruazione, è un segnale molto sicuro dell'avvenuto concepimento, ovviamente funziona solo se la temperatura è monitorata dall'inizio del ciclo, altrimenti non se ne può capitare l'effettivo rialzo. Ciò è causato dalla persistenza del corpo luteo dopo il concepimento, con la conseguente aumentata secrezione di progesterone, a mantenere leggermente più alta la tua temperatura corporea.

Disturbi della gravidanza: un rimedio per ognuno
Tutti i sintomi di gravidanza
 
La prima settimana di gravidanza. I sintomi più frequenti
20 sintomi di gravidanza: ecco cosa può succedervi nelle prime settimane
Tutti i sintomi di gravidanza: è ora di fare il test o è meglio aspettare?
Sintomi di gravidanza: tutti i metodi per sapere se sei incinta
Sintomi di gravidanza: le dieci risposte fondamentali
I sintomi di una gravidanza gemellare

I sintomi della gravidanza extrauterina

Se nel corso di una gravidanza compaiono sintomi quali dolori al basso ventre o a livello pelvico, anche non continuativo, emorragie vaginali irregolari, svenimenti, nausea e vomito, tachicardia potrebbe essere in atto una gravidanza extrauterina.

 I sintomi della gravidanza extrauterina
I sintomi di una falsa gravidanza o gravidanza isterica

Nei casi di falsa gravidanza o gravidanza isterica la donna può accusare sintomi del tutto simili a quelli di una vera gravidanza a tal punto da convincersi veramente di essere incinta. Si tratta di un fenomeno raro, legato all’esasperato, fortissimo desiderio, irrealizzato per sterilità presunte o accertate, di avere dei figli o da esagerate pressioni psicologiche esterne come ad esempio di gente che chiede continuamente "e tu, a quando un figlio?".

La gravidanza isterica o falsa gravidanza

Sintomi di gravidanza e sintomi premestruali, come riconoscerli

Sonnolenza, dolore al seno, dolorini addominali, irritabilità, nausea e molti altri piccoli disturbi. Sono i sintomi di una gravidanza in atto? Forse, ma possono anche essere semplicemente i sintomi della sindrome premestruale. Come distinguere i sintomi premestruali da quelli della gravidanza? Sono simili e spesso è facile confondersi.

Sintomi di gravidanza o ciclo in arrivo?
Sintomi di gravidanza o sindrome premestruale?
Ciclo in arrivo? Come capire se sei incinta o è un falso allarme
Tutto sulla sindrome premestruale

I sintomi della gravidanza: i racconti di chi cerca di rimanere incinta
Sintomi di gravidanza: c'era una volta il ritardo
"Quei maledetti sintomi che mi illudono ogni mese"
Le 10 bufale più comuni sui sintomi di gravidanza

Concludiamo dicendo che i sintomi di gravidanza iniziale sembrano molto influenzati dal contesto socio-culturale nel quale vive la donna e a volte frutto di suggestione; ci sono studi che mostrano come fenomeni come il vomito a volte risentano positivamente dell’allontanamento della donna da casa per un periodo, al di fuori di un contesto familiare stressante e ansiogeno.

Ad ogni modo all’inizio possono comparire nausea e vomito, fastidio per alcuni odori, avversione e predilizione per alcuni cibi rispetto ad altri, stanchezza, stipsi, a volte tachicardia, aumento della salivazione..

Soprattutto l’astenia (la stanchezza) deriva dall’aumento delle concentrazioni di progesterone circolante e a pensarci bene questo effetto è un fattore protettivo, in quanto costringendo la donna a non strafare previene il sovraffaticamento lavorativo nel periodo più vulnerabile per il benessere della prosecuzione della gravidanza che è proprio il primo trimestre.

Test di gravidanza

Ad ogni modo se vuoi rimanere incinta e hai avuto un rapporto completo non protetto e le mestruzioni non sono arrivate la prima cosa da fare è eseguire un test di gravidanza. Esistono diversi tipi di test:

Analisi di laboratorio

Solo tali analisi possono determinare il tasso di gonadotropina corionica (HCG), l'ormone della gravidanza, nel sangue e quindi stabilibre la data di inizio della gravidanza.

Test di gravidanza da fare a casa

Si trovano in farmacia e si basano sul rinvenimento, nelle urine, dell'ormone HCG (BETA HCG la gonadotropina corionica umana) che è presente solo nelle donne incinta. Attenzione: tale ormone appare quando l'embrione si installa nell'utero, cioè 10 giorni dopo la fecondazione. Quindi bisogna aspettare circa 10 giorni dopo un rapporto non protetto! I test di gravidanza sono affidabili al 99 %. In alcuni minuti si ottiene un risultato facile da leggere. E' preferibile fare il test con le urine della mattina, in cui la concentrazione di HCG è maggiore.

 

Tutti i sintomi di gravidanza: è ora di fare il test o è meglio aspettare?
Test di gravidanza: quando farlo e cosa sapere
Test di gravidanza: tutte le novità
Sei incinta? Tutto sui test di gravidanza

Test di gravidanza, falso negativo

Per questo fare il test di gravidanza troppo presto può dare un risultato di falso negativo: cioè il test dice che non si è incinte, ma è semplicemente troppo presto per evidenziare i livelli di beta HCG nell'urina e se rifatto dopo qualche giorno il test sarà positivo.

Test di gravidanza: il falso positivo
gpt skin-mobile-ros-0