NAVIGA IL SITO

Tiroide: quando e perchè controllarla

Fino al 20 aprile visite gratuite in tutta Italia in occasione della Settimana della Tiroide

L'apparato genitale femminile

Tutte le foto < 1 >

Vedi foto di: L'apparato genitale femminile

    ovaie
    Redazione PianetaMamma 16 aprile 2012
    Durerà fino al 20 aprile la Settimana della Tiroide (LEGGI), una Campagna di prevenzione (sostenuta dal Club delle Uec, Associazione delle Unità di Endocrinochirurgia Italiane),  che offre l'opportunità di sottoporsi ad un controllo gratuito della tiroide in più di 100 centri sparsi in tutta Italia (per prenotarsi è attivo il numero verde 800.122.910).

    Ma cos'è la tiroide e perchè è così importante?
    La tiroide è una ghiandola ubicata nella parte anteriore del collo che svolge una funzione davvero importante: produce ormoni fondamentali per la salute e il benessere dell'intero organismo, come la tiroxina e la triiodotironina. Non è sempre facile diagnosticare una malattia della tiroide perchè spesso i sintomi sono assenti o comuni ad altri disturbi. Da qui l'importanza di informare i cittadini sull'importanza di controllare la tiroide regolarmente perchè si calcola che siano ben sei milioni gli italiani colpiti da malattie tiroidee e per la maggior parte si tratta di donne in età fertile.

    LEGGI ANCHE: Malattie della tiroide in gravidanza


    Inoltre si calcola che circa il 5% delle donne che hanno partorito abbiano successivi problemi alla tiroide. Nella maggior parte si tratta di disturbi che rientrano da soli, ma non bisogna mai sottovalutare eventuali sintomi che continuano a manifestarsi dopo il parto, perchè è importante curare il problema laddove persista.

    Quali sono i sintomi che possono indicare un problema alla tiroide? I disturbi più comuni sono quelli legati ad una anomalia nell'attività della tiroide, che produce troppi ormoni o troppo pochi. A seguito di queste alterazioni la tiroide può anche aumentare di volume (gozzo).

    Un tiroide iperattiva (ipertiroidismo) (LEGGI) può manifestarsi con:
    perdita di peso,
    intolleranza al calore,
    alterazioni della cute e dei capelli,
    insonnia,
    tachicardia
    alterazioni del ciclo mestruale


    LEGGI ANCHE: Tiroide, può dare problemi dopo il parto



    Una tiroide poco attiva (ipotiroidismo) si manifesta con:
    aumento di peso,
    stanchezza,
    astenia,
    depressione,
    stipsi,
    tipico gonfiore al volto chiamato mixedema.

    Ma come avviene una visita per verificare lo stato di salute della tiroide?
    Il medico esamina la regione anteriore del collo compiendo un accurato esame obiettivo, alla ricerca di un aumento diffuso della ghiandola o di nodularità.
    Si osserva la ghiandola anche durante la deglutizione; inoltre si valuta attentamente la presenza di linfonodi nelle regioni vicine del collo. Nel caso in cui il medico lo ritenga opportuno potrà prescrivere esami del sangue che misurino i livelli degli ormoni tiroidei.


    Caricamento in corso: attendere qualche istante...

    1
    Commenti

    Sole martedì, 17 aprile 2012

    dal centralino dell'ospedale nessuna risposta. Ma saranno vere queste visite?

    Ho chiamato non so quante volte al numero che mi hanno dato per prenotare una visita gratuita all'ospedale di Taranto, ma dall'altra parte non rispondeva nessuno!!! E i giorni disponibili erano solo il 17 e 18 aprile!!!
    MAh!!!

    n° 1
    Chiudi
    Aggiungi un commento a Tiroide: quando e perchè controllarla...
    • * Nome:
    • Indirizzo E-Mail:
    • Notifica automatica:
    • Sito personale:
    • * Titolo:
    • * Avatar:
    • * Commento:
    • * Trascrivi questo codice:
    * campi obbligatori