gpt skin_web-incinta-0
gpt strip1_generica-incinta
gpt strip1_gpt-incinta-0
1 5

Pietre, bracciali e amuleti che aiutano la fertilità

/pictures/20150720/pietre-bracciali-e-amuleti-che-aiutano-la-fertilita-3850679023[4721]x[1969]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-incinta

Le pietre "portafortuna" utilizzate per aiutare il concepimento, spesso indossate sotto forma di bracciale della fertilità

Bracciale della fertilità

La consuetudine di indossare pietre e amuleti per aiutare il concepimento è molto antica: per quanto riguarda i famosi “braccialetti della fertilità”, il presupposto è costituito dalla credenza nella cristalloterapia, pratica di medicina alternativa che si prefigge di curare il corpo attraverso i minerali.

Naturalmente non c’è alcuna prova scientifica a sostegno della cristalloterapia, tuttavia queste credenze sono abbastanza diffuse anche al giorno d’oggi: il principio di base è che ogni cristallo sia dotato du una propria energia e della capacità di entrare in contatto con le forme viventi del regno animale, in particolare con il corpo umano a livello sia fisico, sia emotivo, sia mentale. Già popoli antichi come gli egizi, i romani e i celti si erano concentrati sull’applicazione della cristalloterapia sulla fertilità, mentre nel Medioevo le proprietà delle pietre sono state al centro di studi e pratiche alchiliche. Oggi come oggi la modalità più diffusa di utilizzare le pietre che favorirebbero la gravidanza è quella di indossarle, soprattutto al polso, sottoforma dei famosi “braccialetti della ferilità” di cui tanto si parla sul web.

Le piante che aiutano a rimanere incinta

Fermo restando che, se la gravidanza non arriva nonostante anni di tentativi la scelta migliore è rivolgersi a un medico specializzato, ecco una carrellata delle pietre che secondo la cristalloterapia dovrebbero dare una mano al destino. Due delle pietre notoriamente “portafortuna” e che vengono utilizzate in particolare per aiutare il concepimento sono la giada e la corniola. La prima è legata all’amore e alla bellezza, e quindi anche la fertilità: in questo senso è considerata la pietra per eccellenza dalle donne cinesi. La seconda sembra particolarmente efficace se indossata direttamente sul ventre, all’altezza dell’ombelico, e quindi come ciondolo con una collana o un cordoncino lunghi fino a questa altezza.

Più legato alla gravidanza in generale è il diaspro rosso, che avrebbe addirittura un’azione benefica nei confronti dell’apparato riproduttivo. Quindi oltre ad aiutare il concepimento, in un secondo momento protegge il feto e la donna durante la gestazione e il parto. Se invece gli ostacoli al concepimento sono di natura psicologica forse la pietra migliore è il quarzo rosa, che agisce sul cuore, dona serenità e guarisce le ferite dell’anima. Oltre a questo, in teoria potenzia anche gli organi sessuali. La pietra di luna è meravigliosa, classica e ricca di fascino al tempo stesso: è ben noto come le fasi lunari possano influire sulle gravidanza. Pare che per favorire la fertilità sia al massimo della sua efficacia se indossata sempre all’altezza del ventre per agire sull’apparato riproduttivo.

E per i maschietti? Pare che la scelta migliore sia l’agata, che combatte in particolare modo l’impotenza maschile. Da sempre il colore verde e le pietre in particolare sono collegate alle piante e quindi alla fertilità, alla vita. Ma come si indossano queste “pietre della fertilità”? Come abbiamo visto, alcune come la corniola e la pietra di luna pare agiscano meglio se a contatto con il ventre della mamma, ma forse il modo più tradizionale di indossarle sono i famosi braccialetti.

Braccialetti della fertilità

I “braccialetti della fertilità” sono molto diffusi sia in Italia sia all’estero, e si possono creare con una sola pietra o combinandole tutte insieme, con un effetto anche gradevole esteticamente. Inoltre, accanto alle pietre che aiutano a rimanere incinte, spesso in questi braccialetti trovano posto anche simboli e amuleti d’argento o in altro materiale, sempre sul tema.

Funzionano davvero?

Anche se non c’è nessuna giustificazione scientifica, su internet non mancano le testimonianze di chi giura di essere rimasta incinta “grazie” al braccialetto, chi lo indossa a partire dal giorno stesso delle nozze e chi addirittura si fa incastonare le pietre della fertilità nella fede nuziale. Sono presenti addirittura delle “review” (recensioni) sui vari tipi di braccialetti della fertilità.

E voi credete nella cristalloterapia? O semplicemente siete aperte anche a ciò che va al di là della pura scienza? Avete mai provato i braccialetti della fertilità o saputo di qualcuna per cui hanno funzionato?

gpt native-bottom-foglia-incinta
gpt inread-incinta-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-incinta-0