gpt skin_web-incinta-0
gpt strip1_generica-incinta
gpt strip1_gpt-incinta-0
1 5

Fecondazione low cost: 200 euro per un bambino

In Belgio sarebbero state sperimentate una serie di tecniche a basso costo per avere un bambino. Un nuovo metodo che porterebbe il costo totale a 200 euro

Sono migliaia le coppie per che per problemi di salute o infertilità si affidano alla fecondazione assistita. Un percorso lungo, difficile e anche molto costoso (LEGGI). In Italia i prezzi in una struttura privata variano dai 5 mila ai 7 mila euro e la legge italiana permette solo l'ivf omologa, quella in cui sia l'ovuolo che il seme provengono dalla donna e dall'uomo che desiderano avere il bambino.


LEGGI ANCHE: Fecondazione assistita con tre genitori


Per praticare l'eterologa invece le coppie italiane devono spostarsi in Spagna, Grecia, Inghilterra e Belgio e in questo caso le spese aumentano, perchè oltre ai costi del trattamento occorre affrontare anche il soggiorno e il viaggio. Da oggi però il Belgio avrebbe dato il via alla fecondazione low cost. Come leggiamo su un articolo della Repubblica un gruppo di medici della fondazione belga no profit "The Walking egg" sta sperimentando in una clinica belga una tecnica economica che permetterebbe di ridurre a 200 euro le spese per la fecondazione. Questo nuovo metodo sarebbe stato ideato da Jonathan Van Blerkom dell'università del Colorado. Con questa nuova tecnica low cost sarebbero già nati 14 bambini, il primo sarebbe il 7 novembre 2012.

fecondazione-low-cost-200-euro-bambino



Un metodo rivoluzionario che potrebbe essere portata anche nei paesi in via di sviluppo. Come leggiamo su Repubblica, "secondo i medici di The walking egg basterebbe ridurre i farmaci per la stimolazione ovarica somministrati alle donne e limitare le costose cliniche a una semplice stanza di ambulatorio."



 L'intero articolo è disponibile su La Repubblica
gpt native-bottom-foglia-incinta
gpt inread-incinta-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-incinta-0