gpt skin_web-incinta-0
gpt strip1_generica-incinta
gpt strip1_gpt-incinta-0
1 5

Fecondazione eterologa, si attende il verdetto della Consulta

Tre tribunali hanno sollevato questioni di legittimità sul divieto della fecondazione eterologa in Italia e la Consulta si è riunita per pronunciarsi in merito. C'è grande attesa per il verdetto finale

FECONDAZIONE ETEROLOGA UDIENZA SUL DIVIETO IN ITALIA - La fecondazione eterologa tramite ovuli o spermatozoi donati da un soggetto esterno per le coppie sterili, è consentita dalla medicina, ma negata dalla legge 40. Dopo che tre tribunali italiani hanno sollevato questioni di legittimità, la Consulta si è riunita per pronunciarsi in merito.

LEGGI ANCHE: Fecondazione eterologa, dibattito ancora aperto

Le questioni sulla legge 40 sono state sollevate dai tribunali di Milano, Firenze e Catania, che stanno seguendo le cause di tre coppie che non possono avere figli e a cui è stata negata la fecondazione eterologa. I tre tribunali avrebbero sottolineato il diritto ad essere genitori, ad essere famiglia e la violazione di numerosi articoli della Costituzione. Nell'udienza sono intervenuti l'avvocato di Stato, Gabriella Palmieri e gli avvocati delle coppie che attendono la decisione della Corte Costituzionale per poter accedere all'eterologa.

legge-40-in-tribunale



Ai microfoni di Repubblica, l'avvocato Filomena Gallo avrebbe affermato che la legge 40/2004 che vieta la fecondazione eterologa avrebbe creato discriminazioni in base a patologie e ceto economico. In effetti c'è un divario tra chi in questi 10 anni di legge 40 è potuta andare all'estero e chi ha dovuto rinunciare.

LEGGI ANCHE: Madri surrogate e uteri in affitto, è la moda del momento

Come leggiamo su Rai News durante l'udienza i legali hanno più volte posto l'accento sul fenomeno dei viaggi all'estero legati alla fecondazione. Sarebbero infatti circa 4mila le coppie che ogni anno si rivolgono a strutture mediche fuori dall'Italia. Basti pensare che il 63% degli interventi di questo tipo effettuati in Spagna riguarda coppie italiane con costi che si aggirano fra i 5 mila e i 10 mila euro a tentativo. E non tutti possono permettersi di affrontare simili costi.

Da non dimenticare inoltre che spesso molte coppie richiedono la fecondazione eterologa in presenza di patologie che non permettono di avere figli.

LEGGI ANCHE: Fecondazione assistita, la storia di due coppie andate all'estero per diventare genitori

Per l'avvocato dello Stato, Gabriella Palmieri, la fecondazione eterologa "rientrerebbe invece ta le materie di competenza del legislatore". Continua dicendo che la Legge 40 forse è datata, ma la Corte dovrebbe lasciare spazio e decisione al legislatore rispettando i principi fondamentali della democrazia.

C'è stata grande attesa per la decisione finale. Nella corte non c'era unanimità quindi tutto lasciava presagire che si sarebbe andati ai voti. E dopo un'udienza di circa un'ora e mezza che è proseguita nella mattinata del 9 aprile, la Corte Costituzionale si è pronunciata affermando l'incostituzionalità del divieto alla fecondazione eterologa.

LEGGI QUI IL VERDETTO FINALE: Fecondazione eterologa, stop al divieto in Italia

Fonte Credits| Rai News
gpt native-bottom-foglia-incinta
gpt inread-incinta-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-incinta-0