gpt skin_web-incinta-0
gpt strip1_generica-incinta
gpt strip1_gpt-incinta-0
1 5

Dopo 5 aborti resta incinta grazie all'aspirina

Una rara malattia le impediva di avere figli: è riuscita ad avere un bambino prendendo un'aspirina al giorno

Alba Paddock, infermiera, è riuscita ad avere due figli, Shay e Isobel, dopo aver subito cinque aborti spontanei. Alla fine il suo desiderio è diventato realtà grazie a una semplicissima terapia, consigliata addirittura da un suo collega: un'aspirina al giorno.

Alba ha subito due aborti spontanei (LEGGI) prima di avere il suo primo figlio, e poi, per coronare il suo sogno di avere due bambini, è andata incontro ad altri tre aborti prima di avere sua figlia Isobel.
I medici per anni non sono riusciti a spiegare il perchè di questi aborti ricorrenti. Alba e suo marito stavano bene, non bevevano e non fumavano, e non c'erano malformazioni o patologie evidenti.


LEGGI ANCHE: Dopo un aborto è avvenuto un miracolo


La sua malattia si chiama sindrome da anticorpi antifosfolipidi (nota anche come sindrome di Hughes o di sangue appiccicoso), si tratta di un disturbo autoimmune che può provocare disfunzioni della coagulazione del sangue, ma anche trombosi alle vene e alle arterie, oltre che aborti spontanei ricorrenti. Quando era in cerca del suo primo figlio e dopo aver subito due aborti, un collega di Alba le consigliò di prendere l'aspirina.

Un consiglio che la donna seguì più per scaramanzia e curiosità che per convinzione. E infatti, quando ha tentato di restare incinta per la seconda volta ha avuto altri tre aborti spontanei (LEGGI) prima di ripensare a quel vecchio consiglio.


LEGGI ANCHE: Ricerca, cause dell'aborto spontaneo e dolore del feto


Dopo il suo quinto aborto, Alba ha chiesto ai medici di farle ogni esame possibile per capire quale fosse la causa dei suoi problemi. Ci sono voluti anni prima che gli specialisti del Liverpool Women's Hospital riuscissero a far luce sulla questione e dare una diagnosi definitiva: sindrome da anticorpi antifosfolipidi, una malattia che può provocare aborti ricorrenti e parto prematuro.
Dopo la diagnosi Alba ha seguito una terapia a base di aspirina e altri farmaci anticoagulanti ed è rimasta subito incinta. Isobel è nata cinque settimane prima del termine, ma perfettamente sana.



Col senno di poi i medici hanno spiegato ad Alba che se, all'epoca, non avesse deciso di seguire il consiglio del suo collega e assumere aspirina non sarebbe mai rimasta incinta del suo primo figlio.

Intervistata dal Daily Mail, Alba ha spiegato che la sua sindrome è piuttosto rara, ma potrebbe riguardare molte donne (LEGGI) che cercano invano di avere un bambino. E se un semplice esame del sangue e una terapie a base di aspirina, un farmaco economico che tutte le famiglie hanno nel loro armadietto dei medicinali, possono risolvere il problema, allora è importante parlare di più della sindrome da anticorpi antifosfolipidi e rendere le persone e i medici maggiormente consapevoli.
gpt native-bottom-foglia-incinta
gpt inread-incinta-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-incinta-0