gpt skin_web-incinta-0
gpt strip1_generica-incinta
gpt strip1_gpt-incinta-0
1 5

Toscana all'avanguardia sul tema "Social Freezing"

La Toscana lancia la creazione di una banca di ovociti congelati, per favorire la donazione e procrastinare la gravidanza per chi lo desidera

Congelamento ovuli Toscana

Negli ultimi anni si parla sempre più spesso di congelamento degli ovuli e Social Freezing. Il procrastinare la gravidanza in attesa di sicurezze lavorative e emotive, per affrontare l'arrivo di un figlio, è un desiderio comune tra le nuovi generazioni "senza scadenza".

Forse ricorderete la proposta di Facebook e Apple di finanziare la crioconservazione degli ovuli delle proprie impiegate nell'eventualità che un giorno decidano di fare un figlio. Anche in Italia, e in particolare in Toscana, si discute di Social Egg Freezing e di dare la possibilità alle giovani donne di congelare i propri ovuli, rendendo pubblica una pratica che attualmente si effettua soprattutto tramite cliniche private.

L'assessore alla salute insieme a una commissione sta studiando come procedere e a marzo ci sarà un seminario dove si faranno ipotesi su come strutturare il servizio. La pratica di crioconservazione degli ovuli risponderà inoltre all'esigenza di reperire ovociti da mettere a disposizione delle coppie che cercano di fare l'eterologa.

Infertilità: crioconservazione degli ovuli

Già nella delibera approvata diversi mesi fa, si citava proprio questa pratica allo scopo di incentivare le donazioni. In effetti si è riscontrata una difficoltà nel trovare le donatrici, soprattutto giovani. Per adesso la pratica più utilizzata in Italia è “l’egg sharing” cioè la cessione di gameti da parte di coppie che per se stesse fanno l’omologa.

Proprio a causa delle scarse donazioni, Careggi reperirebbe ovuli giovani da banche estere. Il Social Freezing permetterebbe quindi di congelare gli ovuli e alle giovani che si sottoporranno a questa pratica sarà chiesto di donare una parte degli ovociti per la fecondazione eterologa.

Attualmente la possibilità di richiedere il congelamento degli ovuli al servizio pubblico esiste solo per chi ha problemi di salute e devi sottoporsi a una cura farmacologica intensa, come per un tumore,  o a un intervento chirurgico e vuole assicurarsi di poter affrontare una gravidanza in seguito. Tutte le altre richieste sono invece indirizzate a istituti e cliniche private. Non si tratta di grandi numeri, e a farlo sono soprattutto donne fino ai 35 anni, anche perchè dopo - come sottolineano molti tecnici- non avrebbe senso. E per la prima volta la Toscana propone l'apertura del settore pubblico alla crioconservazione degli ovuli

gpt native-bottom-foglia-incinta
gpt inread-incinta-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-incinta-0