Pianetamamma logo pianetamamma.it

1 5

5 milioni i bambini nati in provetta

Il numero di bambini venuti alla luce grazie alle tecniche di procreazione assistita tocca quota cinque milioni nel mondo

Un traguardo davvero storico quello toccato pochi giorni fa: in occasione del congresso annuale della Società europea di riproduzione umana ed embriologia (Eshre), infatti, è stato annunciato che il numero di bambini che, nel mondo, sono nati grazie alle tecniche di procreazione assistita ha toccato quota cinque milioni.


LEGGI ANCHE: FECONDAZIONE FAI DA TE PER RIMANERE INCINTA A TUTTI I COSTI


Sono passati 34 anni dal giorno in cui vene alla luce la prima "bimba in provetta". Si chiama Louise Brown e il suo nome è notissimo ancora oggi e rappresenta l'esempio vivente che combattere la sterilità è possibile.
Oggi questi esempi si sono moltiplicati e moltiplicati fino a raggiungere i cinque milioni in tutto il mondo.

A fare il calcolo sono stati gli esperti della Commissione internazionale di controllo sulle tecnologie per la riproduzione assistita (Icmart) che hanno preso in considerazione il numero di cicli di trattamento registrati nel mondo fino al 2008 -  fertilizzazione in vitro (Ivf) e Icsi (iniezione intracitoplasmatica dello spermatozoo), ossia la tecnica che consiste nell'iniettare un singolo spermatozoo nell'ovulo - e li hanno messi a confronto con le stime relative all'ultimo triennio.


LEGGI ANCHE: FECONDAZIONE ASSISTITA IMPOSSIBILE IN ITALIA, TUTTI VANNO ALL'ESTERO


Le analisi hanno permesso di scoprire che dal 1978 all'anno scorso le nascite avvenute grazie alla fecondazione assistita sono state 4,6 milioni e entro quest'anno si toccheranno i 5 milioni. E il ricorso alle tecniche di fecondazione assistita cresce di anno in anno. Ogni anno vengono effettuati 1,5 milioni di cicli di fecondazione assistita (LEGGI TUTTO SULLA FECONDAZIONE ASSISTITA) grazie ai quali vengono alla luce 350mila bambini.



E in Europa un numero sempre maggiore di coppie fa ricorso alla PMA (LEGGI): nel 2008 sono stati eseguiti 523mila trattamenti e nel 2009 537mila. Ma un gran numero di paesi europei non riesce a stare al passo con le richieste delle coppie di aspiranti genitori e l'Italia è tra questi.

Come spiega Anna Pia Ferraretti, presidente del consorzio Eshre per il monitoraggio dell'Ivf, ogni anno per coprire la richiesta sarebbe necessario raggiungere i 1500 cicli di trattamento, ma è un traguardo difficile che riescono a raggiungere solo Danimarca, Belgio, Repubblica Ceca, Slovenia, Svezia, Finlandia e Norvegia (LEGGI).
E in Italia, così come l'Austria, Germania e Gran Bretagna, la disponibilità dei trattamenti non supera gli 863 cicli per milione di abitanti.