Pianetamamma logo pianetamamma.it

1 5

Volete avere un figlio? Regole da rispettare e cose da sapere

Stiamo cercando una gravidanza e vogliamo fare il possibile per rendere questa ricerca positiva? Ci sono delle regole da rispettare per avere un concepimento sereno. E se il bebè non arriva, ecco cosa fare

di Ingrid Busonera

Stiamo cercando una gravidanza e vogliamo fare il possibile per rendere questa ricerca positiva? Ci sono delle regole da rispettare per avere un concepimento sereno. E se il bebè non arriva, ecco cosa fare
 
Ci sentiamo pronte, abbiamo raggiunto i nostri obiettivi, la carriera va a gonfie vele e finalmente possiamo realizzare il nostro sogno nel cassetto: avere un figlio tutto nostro da accudire e amare!
 
Dopo aver parlato con il nostro medico di famiglia ed espresso il desiderio di maternità, riceviamo dei consigli utili per favorire il concepimento e per preparare al meglio l'orgasnismo e il corpo ad accogliere una creatura nel pancione. Se il bebè tarda ad arrivare, prima di ricorrere a cure ormonali specifiche e pesanti indagini possiamo fare qualcosa, apportando qualche cambiamento nelle nostre abitudini quotidiane, alimentari e non, per migliorare la fertilità?
La dieta ha un ruolo fondamentale e sicuramente ci verrà consigliato di variare alcune abitudini alimentari se queste non sono proprio “sane”; la donna normopeso probabilmente avrà più possibilità di restare incinta di una donna che ha dei problemi con il peso sia che questo sia troppo o troppo poco, questi infatti non solo influiscono sull'ovulazione ma in caso di gravidanza, possono poi creare problemi tipo diabete gestazionale e gestosi. Anche nel compagno il peso va tenuto sotto controllo, infatti l'obesità nell'uomo caratterizza un aumento di estrogeni che determina una minore produzione di spermatozooi e ne rallenta la mobilità.


LEGGI ANCHE: Gli esami da fare prima del concepimento



Gli esami preconcepimento
Prima di mettere in cantiere un bebè la coppia può eseguire alcuni esami ed accertamenti, vediamoli:
Per entrambi: questi esami sono da effettuare sia dalla futura mamma che dal futuro papà. Gruppo sanguigno AB0 e fattore Rh; anticorpi HIV; anticorpi Treponema pallidum (sifilide);
per la donna: visita e consulenza ginecologica, con un occhio attento sulla storia clinica della donna e il suo stile di vita, tenendo conto di eventuali patologie preesistenti, farmaci che si assumono abitualmente ecc;
Test di Coombs indiretto se la donna ha Rh negativo, per verificare se sono presenti anticorpi che potrebbero attaccare i globuli rossi del feto in caso di Rh positivo;
ricerca anticorpi IgG-IgM Rosolia e Toxoplasmosi, malattie molto pericolose se contratte durante la gravidanza;
emocromo completo per vedere se globuli rossi, bianchi, piastrine e emoglobina sono nella norma o se c'è un'anemia;
se dall'emocromo i globuli rossi risultano diversi per forma e volume e si sospetta un'anemia viene prescritto il Test di Simmel;
pap-test per verificare infezioni o alterazioni dei tessuti del collo dell'utero;
per l'uomo: emocromo completo;
 

FAI IL TEST: In che stagione rimarrai incinta?


Cosa mangiare? Che sostanze dobbiamo cercare nei cibi da preferire?
Zinco, Omega 3, Vitamina E, carboidrati, vitamine, enzimi, iodio, potassio, betacarotene, e ancora tante sostanze che andremo a vedere di seguito, non dovranno mancare nella dieta di chi cerca la cicogna!
Pesce, pesce e ancora pesce, ricco di zinco e di omega3, aiuta il buon funzionamento dell'apparato riproduttivo,

tutti gli alimenti che contengono zolfo, che previene le infezioni alle ovaie combattendo l'infertilità, ne sono particolarmente ricchi aglio, germe di grano, ribes, miglio e proteine della soia,

gli alimenti che contengono la vitamina E che aumenta la quantità degli spermatozooi aiutandoli ad essere più mobili ed attivi, e anche un potente antiossidante e rallenta il processo dell'invecchiamento cellulare, è contenuta in gran quantità nell'olio extravergine di oliva, mandorle, nocciole e olio di palma, carboidrati contenuti in pasta, pane e riso, che regolarizzano glicemia e insulina evitando squilibri del metabolismo che possono influire sul concepimento,

alimenti con la vitamina C, che funge da antiossidante e aiuta gli spermatozooi ad essere pià vitali, contenuta nei frutti rossi, uva, ribes e peperoni, e ancora
tutto ciò che contiene acido folico, contenuto nei cereali, nel cavolfiore, negli spinaci e nel fegato. Altre sostanze, come vitamina B6, bromelina, selenio, enzimi e antiossidanti vari li troviamo nell'ananas, merluzzo, tonno, uova, patate, thè, caffè, carote, latte e latticini;
una dieta varia e completa ricca delle sostanze sopra citate può aiutare quindi la fertilità. Fondamentale è abolire le sostanze alcoliche in quanto l'alcool riduce la quantità di spermatozooi e la loro motilità e influisce negativamente sull'assorbimento dello zinco, fondamentale per la produzione del liquido seminale



Lo stile di vita..conta? E l'età?
Conta, certo che conta: se per esempio una coppia cerca il bimbo da tanto tempo, dopo mesi o addirittura anni di ricerca inutile, rapporti mirati, calcoli, indagini specialistiche ecc senza riscontro, si va incontro ad uno stress che già di per sé intralcia il concepimento stesso. L'ansia è cattiva amica della cicogna, anche dei recenti studi scientifici hanno infatti dimostrato che il 12% delle donne stressate hanno difficoltà a concepire; quindi allontaniamo paure, ansie e pensieri negativi e cerchiamo qualcosa per rilassarci, qualche corso che distenda corpo e mente o proviamo con l'omeopatia!

Fumo,alcool e corse frenetiche sono quindi da eliminare dal nostro stile di vita, anche un po' di sport e attività fisica poi, ci può aiutare, soprattutto per preparare il corpo ad un'eventuale desiderata gravidanza e per farci trovare al top della forma. Una donna al di sotto dei 26 anni ha il 50% in più di rimanere incinta di una donna che ha pià di 35 anni, e se il partner ha più di 30 anni le possibilità saranno ancora minori rispetto ad una donna di 26 anni o meno con un partner coetaneo o più giovane.
 
E se proprio non arriva?
Se però nonostante le ricerche, le attenzioni nella nostra routine e i cambi di abitudine, il pancione si fa desiderare e questa cicogna antipatica pare che non si voglia fermare a nidificare sopra casa nostra..abbiamo fatti gli accertamenti basilari e sembra che tutto sia ok.
Il primo passo da fare quando, dopo un certo periodo di rapporti completi non protetti non si verifica una gravidanza, è rivolgersi ad uno specialista in ginecologia, andrologia o ad un centro specializzato; infatti dopo un anno e mezzo-due che la coppia prova ad avere un bambino senza risultati, si parla di sterilità e se ne devono indagare le cause.
Il primo esame per la donna sarà la misura della temperatura basale (LEGGI), per verificare se e quando avviene l'ovulazione, poi sarà utile fare un'ecografia per studiare l'utero e la sua struttura e apparati genitale e riproduttivo (vescica e ovaie), per verificare la presenza di eventuali fibromi o cisti. Dopo questo esame probabilmente sarà prescritta una isterosalpingografia per studiare utero e tube “dall'interno”.


LEGGI ANCHE: Concepimento, 10 modi per prenderti cura di te


In alcuni casi lo specialista potrà decidere di fare anche altri esami quali la laparoscopia per verificare lo stato delle ovaie e delle tube e della superficie esterna dell'utero ovvero per vedere se le tube riescono a catturare l'uovo quando avviene l'ovulazione, e l'isteroscopia per vedere se esistono deformazioni o ostacoli nelle pareti che influiscono negativamente sulla fertilità.

Anche il partner dovrà eseguire degli esami, il più importante è lo studio del liquido seminale che studia gli spermatozoi, la quantità e la mobilità (spermiogramma) (LEGGI), e forse anche la spermiocoltura per ricercare infezioni e gli esami ormonali. Ad entrambi può essere chiesto di eseguire il cariotipo, che con un semplice prelievo di sangue venoso permette di conoscere l'intero corredo cromosomico della persona e di venire a conoscenza di eventuali anomalie delle quali si è portatori o di incompatibilità.

Capita a volte che nonostante tutto e tutte le indagini e gli esami che abbiamo fatto, lo specialista non riesca a trovare una spiegazione per cui non riusciamo a concepire; l'infertilità inspiegata, chiamata così e diagnosticata per esclusione quando, dopo le indagini specialistiche tutto appare nella norma, è causa di forte stress per la coppia.
Spesso in questo caso, specialmente quando la ricerca si protrae da parecchio tempo e la donna ha più di 35 anni per accorciare i tempi e cercare la gravidanza in poco tempo, si intraprendono alcune strade: seguendo delle terapie combinate che aiutano la fecondità si potrà provare la IUI , ovvero L'INSEMINAZIONE INTRAUTERINA, la FIVET, ovvero FECONDAZIONE IN VITRO e ancora la ICSI, MICROINIEZIONE DI SPERMATOZOOI .
 

LEGGI ANCHE: Concepimento, ecco come avviene


Piccolo dizionario della donna:

AMENORREA: mancanza di mestruazione, fisiologica in caso di pubertà, menopausa o gravidanza o secondaria qualora ci siano altri fattori che bloccano la mestruazione, possono essere stress, malattie, denutrizione ecc.
CONCEPIMENTO: avviene subito dopo l'ovulazione e circa 14 giorni prima della mestruazione, il prodotto del concepimento diventa visibile come embrione circa 10 giorni dopo la fecondazione (LEGGI).
STERILITA': si parla di sterilità se dopo 1 anno e mezzo di rapporti mirati la coppia non riesce a concepire, le cause possono essere temporanee e risolvibili o permanenti
CICLO MESTRUALE: è il periodo che intercorre tra l'inizio della mestruazione e di quella successiva, in genere dura 28 giorni circa.
OVULAZIONE: momento in cui l'ovulo maturo viene espulso dalle ovaie dando via ai giorni più fertili per concepire, avviene intorno al 14° giorno del ciclo mestruale ma tutto dipende dalla lunghezza del ciclo di ogni donna, quindi il periodo fertile può andare dall'11° al 18° giorno.
GIORNI FERTILI: se il ciclo è regolare i giorni fertili sono quelli a cavallo tra l'11° giorno e il 18° giorno del ciclo mestruale.
TEMPERATURA BASALE: nei giorni che precedono l'ovulazione è più bassa oscillando tra i 36.3° -36.7° mentre dopo l'ovulazione raggiunge anche i 37°.
FECONDAZIONE: è la fusione (tramite rapporto sessuale) dello spermatozoo con l'ovulo (gameti), questi danno origine ad unica cellula, lo zigote, ovvero il frutto del concepimento
FECONDAZIONE ASSISTITA: processo nel quale si attua l'unione dei gameti artificialmente (LEGGI). E' omologa quando si usano il seme e l'ovulo della coppia dei futuri genitori, eterologa quando il seme o l'ovulo provengono da un donatore esterno alla coppia
FIVET: tecnica della procreazione assistita che prevede la fecondazione in vitro con succesivo impianto nell'utero della donna