Pianetamamma logo pianetamamma.it

1 5

Marcia contro l'aborto a Roma: sfila anche il sindaco Alemanno

E' polemica per la partecipazione del sindaco di Roma alla marcia organizzata dagli antiabortisti

"La vita è un dono indisponibile di Dio, chiedere l’aiuto divino per una società smarrita, deplorare l’iniqua legge 194 che ha legalizzato l’uccisione, sino ad oggi, in Italia, di 5 milioni di innocenti”, si legge questo nel sito degli organizzatori della "Marcia per la vita" che si è svolta a Roma.

A prendere parte alla manifestazione, organizzata il 13 maggio, giorno della festa della mamma, sono state associazioni cattoliche, associazioni anti-abortiste e alcuni movimenti politici di estrema destra.


LEGGI ANCHE: Aborto o infanticidio? Per qualcuno non c'è differenza


Gli slogan erano di questo tono: "Basta agli omicidi di Stato", oppure "L'aborto è violenza, è omicidio" e via così.
Libero ciascuno di avere una propria opinione in merito, ma ciò che lasciato a dir poco perplessa l'opinione pubblica è stata la concessione del Patrocinio del Comune di Roma e la partecipazione del sindaco della Capitale, Gianni Alemanno, alla marcia, con tanto di fascia tricolore.

La decisione del sindaco è stata molto criticata, ai giornalisti Alemanno ha dichiarato che "Roma non può essere non schierata in favore della vita", ma molti hanno manifestato il proprio dissenso nei confronti del sindaco. "Il messaggio è che nessuna donna deve rinunciare a un figlio" ha aggiunto Alemanno che poi ha invitato tutti quelli che hanno criticato la manifestazione ad applicare interamente la legge 194, anche nei suoi aspetti legati alla prevenzione (LEGGI).


LEGGI TUTTE LE NEWS SU GIANNI ALEMANNO



Chi lo critica sostiene che non può partecipare in qualità di sindaco e con tanto di fascia tricolore come tutta la città fosse antiabortista.
Inoltre la legge 194 - che da il diritto alle donne di abortire (LEGGI) - è una legge dello Stato; pertanto, può un sindaco partecipare a una marcia contro la legge di uno Stato che egli stesso rappresenta?


LEGGI ANCHE: Aborto, quando inizia la vita per la legge e quando per la Chiesa


E sulla manifestazione arriva anche il commento di Mario Puiatti, presidente nazionale dell’Associazione italiana per l’educazione demografica (Aied) che ha dichiarato: “La vera lotta contro l’aborto è l’informazione sui metodi contraccettivi, i consultori pubblici e privati sono ancora scarsamente sostenuti e, secondo le ricerche più recenti, una adolescente su due non ricorre a sistemi contraccettivi sicuri (LEGGI) per prevenire una gravidanza indesiderata