strip1-incinta
gpt
1 5

Gli esami da fare prima di concepire un figlio

/pictures/20150521/gli-esami-da-fare-prima-di-concepire-un-figlio-3124633616[4788]x[1998]780x325.jpeg

Prima della gravidanza e non solo durante, è consigliabile sottoporsi ad alcuni esami per verificare ed escludere la presenza di alcune patologie che possono essere gravi per la salute della mamma e del piccolo

adsense-foglia-300

Esami da fare prima del concepimento

Molte donne che desiderano avere un bambino, non sanno che anche prima della gravidanza e non solo durante, è consigliabile sottoporsi ad esami per verificare ed escludere la presenza di alcune patologie, che possono essere gravi per la salute della mamma e soprattutto per quella del piccolo.

Esistono malattie non gravi come la rosolia o la toxoplasmosi che però, se contratte in gravidanza, possono provocare danni al feto.

Toxoplasmosi

È un’infezione innescata da un parassita presente in uccelli e mammiferi soprattutto nei gatti. È asintomatica e non è molto grave, ma se contratta in gravidanza può comportare danni al feto come anomalie cerebrali, fastidi oculari e a livello del sistema nervoso.

Rosolia

Se contratto in gravidanza, il virus della rosolia può provocare delle malformazioni al feto, in quanto riesce a penetrare la placenta e raggiungerlo.

Ad esempio il piccolo può andare incontro a rosolia congenita, detta CRS e quindi a disturbi più importanti come sordità, problemi a milza, cuore, fegato e tanti altri.

Esami da fare per prevenire alcune patologie

La futura mamma dovrebbe sottoporsi ad esami come quello che controlla l’eventuale presenza, per l’appunto, del virus della rosolia e se sono presenti gli anticorpi per combatterla come l’IgG e l’Igm,; ancora, anticorpi antieritrociti, detto test di Coombus Indiretto; quello per valutare la presenza di anticorpi contro la toxoplasmosi, ossia E.I.A e ancora gli IgG e gli IgM.

La classica analisi del sangue, l’emocromo, di preciso: Hb,GR,GB,HCT,PLT,IND. Deriv.,F.L.

Calendario degli esami da fare in gravidanza

Altri esami:

Test di Simmel 

E' un test per valutare la resistenza osmotica eritrocitaria ed indica l’aumento di globuli rossi che, se sottoposti ad uno stress osmotico, resistono alla rottura. Questo tipo di esame, se eseguito insieme ad altre analisi, serve a valutare se il soggetto può essere portatore sano di talassemia;

Esame e consulenza ginecologica

Esame citologico e controllo della cervice vaginale, ossia il Pap Test per escludere la presenza di Papilloma Virus, uno dei prima fattori responsabili del cancro all’utero.

Tutti questi tipi di esami sono gratuiti per la mamma e servono ad escludere sia la presenza di qualsiasi tipo di patologia grave anche per il feto, e sia qualsiasi tipo di infezione come l’epatite b o ancora la presenza del virus dell’aids o la presenza di malattie congenite.

Esami prima del concepimento per il papà

Anche il futuro papà del piccolo dovrebbe sottoporsi a dei controlli preventivi come, il test di Simmel, quando ci troviamo di fronte ad una donna con fenotipo eterozigote per emoglobinopatie. Sempre quando siamo davanti a questo caso, il partner dovrà effettuare in controllo attraverso l’emocromo, ossia l’Hb, GR, GB, HCT, PLT, IND.

Esami per la coppia 

Entrambi i partner poi dovranno sottoporsi ad esami e controlli. Vanno valutati, ad esempio, il virus dell’immunodeficienza, ossia dell’HIV; il gruppo sanguigno, ossia l’AB0 e Rh.

Fatti questi controlli, mamma e papà possono stare più tranquilli e sicuri che, un’eventuale gravidanza si sviluppi in modo sereno e tranquillo

Fonte articolo ginecologo.it

gpt