Pianetamamma logo pianetamamma.it

1 5

Caccia alla cicogna: come fare?

Conoscere il proprio ciclo mestruale e avere rapporti in maniera spontanea e naturale, magari con un occhio ai giorni fertili, è il modo migliore per aiutare la cicogna

Nonostante sia la donna che l'uomo siano in perfetta salute, per ogni ciclo c'è solo il 25% di possibilità che si instauri una gravidanza. Purtroppo è normale che non tutti ci riescano nei primi mesi tanto che si consiglia di aspettare un anno di tentativi prima di fare le varie analisi per controllare la fertilità dell'uomo e della donna. Non ci sono regole precise. Non esiste una formula magica da seguire, dei riti da ripetere, una posizione miracolosa
da assumere (quella migliore è quella in cui vi trovate a vostro agio!).



FAI IL TEST: Sai ottimizzare la tua fertilità?


Una cosa che dovrebbe restare invariata è quella di avere dei rapporti quando effettivamente si ha il desiderio di farlo e per quante volte si desidera. Le eiaculazioni successive alla prima contengono meno spermatozoi ma in utero si possono accumulare le varie “ondate” e non ci si deve preoccupare! L'integratore consigliato è l'acido folico (LEGGI) per prevenire in anticipo le malformazioni del sistema nervoso del bambino e non ha ancora alcun nesso con il concepimento.

Quando?
Il concepimento, ovvero l'incontro dello spermatozoo con l'ovulo maturo, può avvenire in un periodo brevissimo, giusto quando l'ovulo maturo viene rilasciato dall'ovaio. L'ovulo maturo resta fermo nell'ampolla tubarica e aspetta 24 ore che qualche spermatozoo arrivi e lo fecondi. L'ovulazione nella norma avviene 14 giorni prima delle mestruazioni. Si esegue un semplice calcolo < numero dei giorni del ciclo -14 = giorno in cui dovrebbe avvenire l'ovulazione >, quindi 28 – 14 = 14, 35 – 14 = 21, e così via.

Quindi in un ciclo (LEGGI) di 28 giorni l'ovulazione c'è dopo 14 giorni dal primo giorno delle mestruazioni - in molte abbreviano in “pm” che sta per post mestruazione- , in un ciclo di 30 giorni l'ovulazione avverrà dopo circa 16 giorni “pm”, in un ciclo di 32 giorni dopo 18 giorni dalle mestruazioni.



LEGGI ANCHE: Concepimento, ecco come avviene



Fortunatamente gli spermatozoi sono molto più resistenti dell'ovulo maturo e riescono a sopravvivere per almeno 3-5 giorni nell'utero fertile. Al di fuori del periodo fertile l'utero è un ambiente ostile pieno di ostacoli dove gli spermatozoi non hanno molte chance. Fisicamente questo periodo fertile può essere indicato dalla produzione di un muco trasparente e filante, come la chiara d'uovo, e da altri sintomi come tensione mammaria, un po' di acne nel viso o sul petto, aumento della libido, ed altri ancora. Tutte le donne sono diverse e quindi non tutte presentano gli stessi sintomi. Molte donne si preoccupano di non trovare il muco tipico da ovulazione ma questo non indica che non ovulino, solo che non ne producono in eccesso da fuoriuscire dall'utero, dove invece è importante che ci sia.

ovulazione-rapporti-sessuali


Il periodo fertile dura circa una settimana e inizia circa 5-7 giorni prima dell'ovulazione, è in questa settimana che si consiglia di avere rapporti abbastanza frequenti con il partner visto che gli spermatozoi possono resistere nell'utero ed andare a fecondare l'ovulo quando sarà maturo e libero.

Quanto?
Una delle domande che vengono poste spesso riguarda la frequenza dei rapporti sessuali. Come ho accennato prima non esiste una regola da seguire. Si possono avere rapporti tutti i giorni, più volte al giorno o a giorni alterni. L'importante è che almeno qualcuno avvenga nel periodo fertile. Spesso consiglio di avere rapporti ogni 1-2 giorni, cercando di seguire più il proprio desiderio e non un appuntamento con il calendario. Serve fare gli stick per controllare l'ovulazione?



In base a quanto detto prima, se la donna è sana e non ci sono indicazioni del medico, non è essenziale stabilire il giorno preciso in cui si ovula. Quindi non è necessario usare degli stick o prendere la temperatura basale per determinare il giorno preciso dell'ovulazione! Questi metodi possono aumentare l'ansia (LEGGI) e ridurre la ricerca a degli appuntamenti rigidi cui si deve adempiere come fosse un dovere e non più un piacere.

Tempo... serve del tempo per creare una cosa così bella come un bambino! Alcuni bambini arrivano subito, altri ci mettono più tempo. Prima di pensare di avere qualche cosa che non va deve passare un anno di tentativi, poi si consiglia di andare da un ginecologo che provvederà di far fare delle analisi alla coppia per vedere se qualcosa non va.

Violeta Benini