gpt skin_web-parto-0
gpt strip1_generica-parto
gpt strip1_gpt-parto-0
1 5

Travaglio in anestesia epidurale: pro e contro

Ogni donna ha una personale percezione del dolore legato al parto, fortunatamente la medicina moderna prevede un intervento farmacologico che possa attenuarlo

Ogni donna ha una personale percezione del dolore legato al travaglio e al parto, fortunatamente la medicina moderna prevede un intervento farmacologico che possa attenuarlo. Un sondaggio condotto tra donne che si sono sottoposte all'anestesia chiamata "epidurale o peridurale" ha prodotto opinioni decisamente contrastanti (LEGGI).


LEGGI ANCHE: Tutte le fasi dal travaglio al post parto


La maggior parte delle intervistate si è dichiarata entusiasta di tale pratica arrivando addirittura a definirla un "miracolo". Tuttavia il 18% delle intervistate ha dichiarato che tornando indietro non si sarebbe mai più sottoposta a tale anestesia.

L'introduzione del catetere peridurale richiede alcuni minuti e la collaborazione della donna che deve stare immobile ed è paragonabile ad una normale puntura. In alcuni casi può risultare difficile o addirittura impossibile introdurre il catetere o si può ottenere un effetto minore di quello sperato.


LEGGI ANCHE: Cos'è il travaglio


Sono sempre di più le strutture ospedaliere pubbliche o private che forniscono tale oppurtunità alle proprie pazienti soprattutto a quelle pazienti che per motivi di salute non possono affrontare lo stress di un parto normalmente condotto o a quelle alle quali il travaglio provoca un dolore intollerabile (LEGGI). Solitamente sono il ginecologo e l'ostetrica ad individuare i casi in cui l'anestesia è consigliabile mentre la responsablità dell'esecuzione è relegata al medico anestesista che si preoccuperà di intervenire nella massima sterilità.

L'epidurale non dovrebbe essere praticata nel caso in cui la paziente abbia perso sangue dalla placenta, in caso di pressione bassa, in concomitanza con l'assunzione di anticoagulanti o in presenza di infezioni cutanee proprio nel punto in cui deve essere introdotto l'ago.

epidurale-si-o-no



Per quanto ormai ritenuta sicura e collaudata, come a volte avviene nelle manovre anestesiologiche o chirirgiche si possono verificare delle complicanze. Tra le più frequenti abbiamo la lombalgia nel punto in cui è stata praticata l'iniezione, cefalea che può protrarsi anche per alcuni giorni o, in casi fortunatamente molto rari data la gravità degli effetti, infezioni in sede locale o estese al sistema nervoso

Anna Capitanio

gpt native-middle-foglia-parto
gpt native-bottom-foglia-parto
gpt inread-parto-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-parto-0