gpt skin_web-parto-0
gpt strip1_generica-parto
gpt strip1_gpt-parto-0
1 5

Racconti: il mio parto con cesareo d'urgenza

Il racconto di una nostra utente del forum di Pianetamamma che ci spiega come la sua piccola Giulia, sua terza figlia, sia venuta al mondo grazie ad un cesareo d'urgenza e dà un consiglio a tutte le mamme in procinto di partorire

Cesareo d'urgenza racconto

Il racconto di una nostra utente del forum di Pianetamamma che ci spiega come la sua piccola Giulia, sua terza figlia, sia venuta al mondo grazie ad un cesario d'urgenza e dà un consiglio a tutte le mamme in procinto di partorire

Sono qui per raccontarvi com'è andata la nascita della mia piccola Giulia.
Tutto è cominciato il 14 aprile 2010 quando, dopo l'ultima ecografia, mi sento dire che Giulia cresce troppo e sulla mia cartella scrivono sospetta megalosomia e dal momento che nel 2004 ho avuto un cesareo per gravidanza gemellare, il mio ginecologo esclude la possibilità (fino a quel momento tenuta in forte considerazione) di parto naturale e mi fissa il cesareo per il 18 maggio. In contemporanea però decide di tenermi sotto controllo per questa forte crescita e rischio gestosi... dal 15 aprile mi aprono una cartella in reparto ed io quasi tutte le mattine vado in ospedale per esami, visite, monitoraggi etc... e tra alti e bassi i giorni passano fino al 4 maggio 2010.

Al mattino stavo bene, passo in ufficio, faccio la spesa e poi vado per il monitoraggio dove mi trovano parecchie contrazioni (come del resto tutta l'ultima settimana), la dottoressa che vede il tracciato decide di visitarmi e con tanta poca delicatezza mi fa un male assurdo, anzi durante la visita sento addirittura una fitta forte che lei individua con lo spostamento della testina di Giulia.
tiny-20toes-20in-20party-20pink_mediumDa quel momento il dolore aumenta sempre più tanto che arrivata a casa non riesco neanche ad alzare le gambe per mettermi in divano.
Decido però di aspettare le 20.00 perchè so che inizia il turno il mio ginecologo che almeno è al corrente di tutti i miei problemi. Sono state ore infinite, alle 20.00 vado in ospedale mi fanno un tracciato ma è tutto tranquillo, il mio ginecologo mi visita e subito mi dice di salire in sedia a rotelle che deve portarmi a fare un'ecografia da cui vede che il mio utero si sta lacerando (forse dovuto alla pressione che Giulia sta facendo con la testa sulla vecchia ferita) per cui, anche se sono in 37+2 (e lui voleva portarmi almeno a 38 settimane) decide che è troppo rischioso aspettare.

Mi preparano di corsa ed alle 22.30 mi portano in sala operatoria, tra la felicità per l'imminente nascita e la preoccupazione mia e di mio marito per eventuali complicazioni legate a questa lacerazione. Invece è andato tutto bene, alle 23.13 è nata la mia Giulia e nonostante mancassero ancora 18 giorni al termine pesava 3920 gr ed era lunga 52 cm.... è stata un'emozione enorme nonostante Giulia sia la terza.
Purtroppo l'ho vista solo un attimo, le ho dato un bacio sulla testina e poi l'hanno portata in culla termica perchè aveva qualche difficoltà respiratoria (dovuta alla velocità del parto e dal fatto che era un pò prematura)... me l'hanno portata all 11.00 del giorno dopo, quindi potete immaginare la mia apprensione finchè non ho avuto la mia piccolina tra le braccia... ero terrorizzata che ci fossero problemi e non volessero dirmi niente.

Invece tutto è andato bene, e nonostante i dolori post operatori rivivrei quel momento altre cento volte... diventare mamma è il dono più grande che una donna possa ricevere ed io mi sento così fortunata perchè doni ne ho ricevuti tre.
Per tutte coloro che dovono partorire... non fissatevi con il parto naturale, anche a me sarebbe piaciuto però con questo non mi sento meno mamma anche perchè l'emozione che si prova la prima volta che si vede il proprio cucciolo non cambia sia che sia nato con cesareo che con il parto naturale.
In bocca al lupo a tutte coloro che prossimamente devono diventare mamme... godetevi il momento più bello della vostra vita.

gpt native-bottom-foglia-parto
gpt inread-parto-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-parto-0