NAVIGA IL SITO

I 15 diritti della partoriente in ospedale

Se partorisci in ospedale, hai il diritto di essere informata sul tipo di assistenza che ti viene offerta e fare le tue valutazioni, ma anche di pianificarla con l'equipe medica. Ecco 15 cose che devi sapere prima del parto

12 cose sul parto che nessuno ti dice

Tutte le foto < 1 >

Vedi foto di: 12 cose sul parto che nessuno ti dice

    Tutti ti annoieranno
    Emanuela Cerri 25 luglio 2013

    Un utilissimo elenco di regole che ogni donna che si accinge a partorire dovrebbe conoscere. Segnalata dalla nostra utente dany questa guida vi sarà utilissima.

    Se partorisci in ospedale, hai il diritto di essere informata sul tipo di assistenza che ti viene offerta e fare le tue valutazioni, ma anche di pianificarla con l'equipe medica.
    Questo è quanto ribadito in un documento stilato dall OMS, che risale addirittura al 1985.
    Attraverso 15 raccomandazioni, vengono enunciati i diritti delle partorienti:

    1. Per il benessere psicologico della neo-madre deve essere assicurata la presenza di una persona di sua scelta (familiare o non) e potere ricevere visite nel periodo post-natale
       2. Tutte le donne che partoriscono in una struttura deve venire loro garantito il rispetto dei loro valori e della loro cultura

     

    LEGGI: TUTTE LE FASI DELLA NASCITA DAL TRAVAGLIO AL POST PARTO

     

      3. L'induzione del travaglio (LEGGI) deve essere rservata solo per specifiche indicazioni mediche ed in nessuna regione geografica dovrebbe avere un tasso superiore al 10%.
       4. Non esiste nessuna prova che dopo un precedente cesareo sia richiesto un ulteriore intervento per la gravidanza successiva. Dopo un cesareo dovrebbero essere incoraggiati i parti x via vaginale
       5. Non esiste nessuna indicazione per la tricotomia (la rasatura del pube) e per il clistere prima del parto
       6. La rottura delle membrane, va provocata solo in caso di estrema necessità e a travaglio inoltrato

     

    LEGGI: CHE FARE SE IL BAMBINO NON VUOLE NASCERE?

     

       7. Durante il travaglio si dovrebbe evitare la somministrazione di farmaci se non per casi specifici
       8. Il monitoraggio (LEGGI) fetale deve essere effettuato solo in vista di un travaglio indotto o in situazioni particolari
       9. Si raccomanda di non imporre la posizione supina durante il travaglio e il parto. E' importante camminare durante il travaglio e scegliere la posizione più adatta a lei x fare nascere il bambino

     

    diritti-della-partoriente

     

    10. Quando si può è meglio evitare l'episiotomia
      11. Le madri vanno incoraggiate a tenere il bimbo accanto e allattarlo ogni volta che lo richieda
      12. Il neonato in salute deve restare con la madre il più possibile. Nessun controllo della sua salute giustifica la separazione da lei
      13. Si deve incoraggiare immediatamente l'allattamento al seno
      14. Il latte materno costituisce l'alimentazione ideale del neonato e dà allo sviluppo del bambino basi biologiche ed effetti impareggiabili
      15. In gravidanza si raccomanda un'educazione sistematica sull'allattamento al seno, poichè attraverso una educazione ed un sostegno adeguato tutte le donne sono in grado di allattare il proprio bambino al seno

     



    Caricamento in corso: attendere qualche istante...

    6
    Commenti

    Pagina 1 di 2:
    1 2 > »
    katja mercoledì, 21 agosto 2013

    a me si

    Io ho partorito in ospedali diversi, S.Raffaele milano, vimercate , due volte al S.Gerardo Monza e ogni volta sono stati gentilissimi sia in tutte le visite preparto travaglio nascita che post-parto che travaglio e

    n° 6
    Bruna giovedì, 25 luglio 2013

    A me è andata cosi...

    Quando ho partorito io l'ospedale S.Spirito in Sassia (Roma) è stata per me come essere in casa. Tutte queste regole sono state applicate e il personale è stato con me e con le altre puerpere molto professionale ed umano.L'entrata per i famigliare era dalle 7 di mattina alle 23 (salvo visite in corso) ed ho avuto il mio bambino vicino dal primo istante anche se avevo fatto un cesareo.

    n° 5
    jana giovedì, 9 giugno 2011

    molto importanti !!!!!!

    ho partorito gia 2 volte e voglio anche dire dove...allo ospedale di san bonifacio (vr) mi sono trovata benissimo !!!!! e i mei 15 diritti rispetati in pieno.

    n° 4
    Valentina giovedì, 9 giugno 2011

    tutto ok!!!

    non conoscevo i diritti della partoriente...leggendoli posso dire che il reparto del mio ospedale al momento del mio parto hanno seguito in piena regola queste 15 regole...mi sono sentita libera di scegliere....mi sono trovata benissimo!!!!

    n° 3
    manuela martedì, 29 dicembre 2009

    ma dai !

    io, a due mesi dal parto, nn riesco a scrollarmi di dosso la sensazione di abbandono ke ho provato ho fatto 2 ore di travaglio ma nessuno mi ha assistito e siccome nn sono sposata, neanke il mio compagno hanno voluto far entrare.... x le altre norme....peggio ke andar di notte. auguro alle ostetrike ke mi avrebbero dovuto assistere lastessa mia disperazione nel momento ke dovrebbe essere il piu'bello della vita.....

    n° 2
    Benny KK lunedì, 5 agosto 2013

    R: ma dai !

    Ti comprendo benissimo: io ho un figlio maschio di tre anni e quando ho partorito mi si eran già rotte le acque....mi hanno trattata malissimo,anestesia totale e poi senza dirmi nulla mi hanno fatto una puntura al seno per farmi andar via il latte,senza farmi nemmeno le analisi del sangue!!!!!Non ti dico il dolore che ho provato....

    Chiudi
    Aggiungi un commento a I 15 diritti della partoriente in ospedale...
    • * Nome:
    • Indirizzo E-Mail:
    • Notifica automatica:
    • Sito personale:
    • * Titolo:
    • * Avatar:
    • * Commento:
    • * Trascrivi questo codice:
    * campi obbligatori
    Pagina 1 di 2:
    1 2 > »