gpt skin_web-parto-0
gpt strip1_generica-parto
gpt strip1_gpt-parto-0
1 5

Farsi belle prima del parto: fin dove si può osare?

Sempre diffusa la moda di usare ogni mezzo per essere bella nelle prime foto con il bambino

Se guardiamo alle foto della nostra nascita, magari scattate trenta o quaranta anni fa, le nostre mamme erano scarmigliate, forse un po' pallide, certamente con l'aria stanca.
E bastano la luce del loro volto e dei loro occhi, una luce che si manifesta solo nelle donne che sono appena diventate mamme, a farle apparire meravigliose e bellissime nelle fotografie.


GUARDA LE FOTO DI BAMBINI E PANCIONI DI LAURA GOZZI



Oggi questa bellezza naturale e materna non è più sufficiente. Forse conta anche il fatto che le prime foto scattate con il bebè in braccio non restano confinate nell'intimità dell'album di famiglia, ma vengono diffuse e condivise sui social network e sui telefonini.

Quindi la maggior parte delle donne si preoccupa di dare il proprio meglio, dal punto di vista estetico, in queste prime, preziose fotografie.

In fondo tutte noi abbiamo messo un velo di trucco e ci siamo spazzolate i capelli prima di farci fare una foto con il bebè in braccio, ma negli Stati Uniti, come al solito, si esagera e sembra che le nuove mamme vogliano apparire come se fossero appena uscite da un salone di bellezza invece che dalla sala parto.

E non è un trend che si registra solo tra le mamme più ricche, anche in quelle della classe media si sta assistendo a un aumento di richieste di pacchetti di bellezza preparto offerti in maniera sempre più frequente dai saloni di bellezza.


LEGGI ANCHE: Farsi fotografare in sala parto, l'ultima moda


La vita in questo senso è più facile per chi ha un parto cesareo programmato: possono prenotare un super trattamento di bellezza il giorno prima del ricovero.
Ad esempio Kate, sposata con Richard, ha ammesso al Daily Mail di aver prenotato per il giorno precedente al cesareo un'intera giornata dedicata alle coccole e alla bellezza. Un pacchetto comprendente: french manicure, pedicure, abbronzatura spray, cera bikini e gambe, sopracciglia e ciglia colorate.

farsi-belle-prima-del-parto




Da fare invidia ad un'aspirante miss alla vigilia di un importante concorso.

Le foto scattate (LEGGI) dopo la nascita di William rendono merito a tanto lavoro fatto. E sono certamente molto diverse da quelle scattate dopo la nascita del suo primogenito Charlie, avvenuta dopo un lungo ricovero in ospedale per sospetta preeclampsia. Lì non c'è stato tempo e modo per farsi bella.
E non è solo una questione di fotogenia. Kate racconta di non riuscire proprio a guardarle queste foto della nascita di Charlie, perché si è vista talmente brutta e gonfia e trasandata da veder minata nel profondo la sua autostima.

La seconda volta non ha voluto ripetere l'errore ed è contenta della sua scelta: le foto la ritraggono bellissima e perfetta ed è soddisfatta di aver dedicato un po' di tempo per delle coccole solo a sè stessa visto che dopo la nascita del bambino non ci sarebbe riuscita facilmente.


LEGGI ANCHE: Bellezza in gravidanza, cosa si può o non si può fare


Il caso di Kate non è isolato. Le estetiste americane riferiscono di aver notato un significativo aumento del numero di donne incinte che richiedono trattamenti di bellezza preparto.

Ma quali sono i trattamenti maggiormente richiesti?
Pedicure e ceretta nella zona bikini restano in cima alle richieste, ma stanno guadagnano popolarità le procedure più sofisticate che offrono risultati più duraturi.

Ad esempio, i trattamenti per capelli che si possono fare in gravidanza, come quelli che mantengono i capelli lisci (LEGGI) e lucidi per almeno 14 settimane, o l'abbronzatura a spruzzo.



gpt native-bottom-foglia-parto
gpt inread-parto-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-parto-0