gpt skin_web-parto-0
gpt strip1_generica-parto
gpt strip1_gpt-parto-0
1 5

Post parto e prova costume: tutte in spiaggia!

L'estate e le vacanze al portano come ogni anno al dramma della prova costume. Già di norma i chili accumulati durante l'inverno si fanno sentire ma se l'arrivo dell'estate coincide col post parto, allora la neo mamma potrebbe sentirsi a disagio. Vediamo cosa fare

costumeL'estate e le vacanze al portano come ogni anno al dramma della prova costume. Già di norma i chili accumulati durante l'inverno si fanno sentire ma se l'arrivo dell'estate coincide col post parto, allora la neo mamma potrebbe sentirsi a disagio.
Ieri sul Sole24ore online campeggiava questo ammonimento sulle mamme vip che tornano in forma troppo velocemente dopo il parto, fenomeno altrimenti detto del mommy job: occhio alle super diete da star e starlette del piccolo e grande schermo, che subito dopo il parto appaiono magre come e più di prima.

Gli esperti dell'Institute for Quality and Efficiency in Health Care di Colonia (Germania) sono chiari: per tornare in forma dopo il parto ci vuole circa un anno - senza diete drastiche che risulterebbero nocive per la salute delle neomamme.
Se alcune di loro perdono i chili accumulati in gravidanza in modo veloce ma naturale grazie all'allattamento al seno, "circa la metà delle donne - spiega Peter Sawicki, direttore dell`Institute - ha difficoltà a perdere il peso accumulato" e tende, per questo, a seguire diete squilibrate ed esercizi fisici estenuanti con scarsi risultati. Il metodo più indicato per rimettersi in forma, consiglia invece l'esperto, è quello di "non mangiare per due quando si è incinta, ma nutrirsi in modo equilibrato per se stesse e per il bambino senza eccedere con le calorie".

"Il peso accumulato può essere difficile da smaltire - prosegue lo studioso - anche perché la mamma cambia le proprie abitudini alimentari per fornire il giusto apporto nutritivo al suo bambino durante l`allattamento". Per questo è bene perdere i chili "di troppo" gradualmente, meglio se nel giro di un anno
Seguire il cattivo esempio di modelle e attrici (vedi Heidi Klum o Angelina Jolie) potrebbe risultare pericoloso.

Qualche veloce consiglio da seguire per entrare baldanzose in spiaggia anche se avete partorito da poco e avete ancora da smaltire qualche chiletto in eccesso:

 
- La dieta comincia nel cervello prima che nel fisico, comincia accettando i propri difetti, puntando sui propri pregi e rinforzando l'autostima

- Soprattutto nei primi tre mesi, è importante che la mamma che allatta al seno abbia cura di sè stessa e si alimenti con cibi genuini. Questo non significa rinunce e sacrifici, ma una semplice e maggiore attenzione alla qualità dei cibi.
Dirvi di mangiare più verdura, frutta, cibi semplici, pochi grassi e pochi dolci, di praticare movimento (che può essere salire le scale o fare un pezzo di strada a piedi) non è consigliare una dieta, è solo buonsenso. Ecco qui un articolo di Pianetamamma con la dieta per la mamma che allatta

- Non tralasciate la cura di voi stesse, dieta a parte, solo perchè avete un bambino piccolo. Imparate invece ad amarvi, a curarvi, a truccarvi, ad applicare prodotti specifici per la vostra pelle, ad acquistare bei vestiti della taglia adatta a voi senza cercare di entrare in taglie più piccole che vi strizzerebbero troppo. Al contrario se il vostro seno è più florido del solido evidenziatelo con belle scollature

exercise_mom- No alla dieta se allatti. Tuo figlio ha bisogno di molti e specifici nutrienti (proteine, ferro, calcio…) e tu hai bisogno di parecchia energia per allattare;
- Muoviti! Passeggia con il bambino, seguite un corso in piscina insieme, fai ginnastica a casa o riprendi la palestra appena puoi;
- Cucina sano. Elimina o almeno limita fritture, dolci e tutto quello che è ipercalorico e non far mancare mai frutta e verdura sulla tua tavola;
- Fai una lista della spesa. Limitati a comprare le cose che ti servono senza cadere in tentazioni;
- Ricordati di bere molta acqua e tisane. Specialmente se allatti;
- Evita le bibite gassate e gli alcolici. Contengono molti zuccheri e tendono a gonfiare lo stomaco;
- Riposa almeno 8 ore. Durante il sonno produrrai un ormone, la leptina, che da la sensazione di sazietà. Lo sappiamo che se hai un bambino piccolo sarà difficile farsele tutte di fila durante la notte, ma approfitta dei suoi pisolini per riposare anche tu, almeno fino a quando e se tornarai a lavoro
- Dimentica la bilancia, che causa solo stress e regolati solo misurandoti i vestiti che indossavi prima della gravidanza;
- Cerca la complicità di qualcuno. Compagno, amiche, forum, blog di altre mamme ecc… possono aiutarti a raggiungere l’obiettivo standoti vicina ed incoraggiandoti nei momenti più difficili;
- Limita il sale perché causa ritenzione idrica;
- Fai tre pasti principali e due spuntini (uno la mattina e uno il pomeriggio). Arriverai meno affamata al pasto successivo. Un’ottima merenda per le neomamme può essere composta da 3 o 4 mandorle ed un quadretto di cioccolato fondente (utile anche per accontentare il palato!!!).

- Per rinvigorire i tessuti del seno bastano spugnature o docce fredde locali, dato che la bassa temperatura ha un effetto vasocostrittore e quindi rassodante. Inoltre getti di acqua fredda e calda, alternati per qualche minuto, sono una vera e propria ginnastica per il seno: stimolano i vasi sanguigni a contrarsi e dilatarsi successivamente migliorando la circolazione e favorendo l’ossigenazione della pelle, con il risultato di un seno più roseo e turgido. Infine bastano pochi e semplici esercizi da praticare quotidianamente a casa per migliorare l’aspetto del seno. Uno classico è quello di tenere le mani giunte all’altezza del naso e di spingere e rilassare i palmi uno contro l’altro con forza (tre serie da 10-15 ripetizioni).

Per la pancia, come è ovvio, l’esercizio migliore sono gli addominali ma attenzione, non bisogna voler riconquistare una muscolatura perfetta in qualche giorno, quando ci sono voluti nove mesi perché si distendesse. Bisogna fare della ginnastica regolarmente e in maniera progressiva, globalmente, rieducando non solo i muscoli addominali (i più visibili), ma anche e soprattutto il perineo e i dorso-lombari, per una corretta posizione della colonna vertebrale.
All'inizio sarà sufficiente un po' di attività fisica moderata (passeggiate, nuoto) per poi passare ai veri e propri addominali quando saranno trascorsi almeno 40 giorni dal parto (2 mesi in caso di cesareo).

- Ecco qui per voi una serie di facili esercizi che potete fare a casa specifici per tornare in forma dopo il parto

Al termine dell’allattamento, e solo allora, potremo concederci una dieta dimagrante ma sono sicura che seguendo una corretta alimentazione e i consigli fin qui dispensati non ne avremo nemmeno bisogno!

gpt native-bottom-foglia-parto
gpt inread-parto-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-parto-0