NAVIGA IL SITO

Depressione post partum: identikit delle mamme che ne soffrono

Da uno studio torinese ecco l’identikit delle neomamme candidate alla depressione

Depressione in gravidanza e post partum

Tutte le foto < 1 >

Vedi foto di: Depressione in gravidanza e post partum

    Depressione-post-partum
    Redazione PianetaMamma 21 giugno 2012
    di Martina Braganti

    L’Asl To1 ha stilato un vero e proprio profilo relativo alle neomamme candidate alla depressione (LEGGI), problema che purtroppo sembra non volere diminuire. 
    A quanto pare le potenziali candidate cercherebbero la perfezione, preferiscono delegare pochissimo al compagno la cura del neonato (ma poi lo accusano di essere poco presente), esternano poco le emozioni preoccupandosi solo dei problemi concreti quotidiani.
    Dall’inizio del 2008 fino ad oggi sono state seguite subito dopo la nascita di un figlio 102 coppie e proprio su questo punto si può osservare la particolarità dello studio che, come sottolinea Luisella Gioppato, coordinatrice dello studio insieme al dottor Giampiero De Marzi, responsabile del Centro di salute mentale di via Negarville, non si è limitato a indagare sullo stato emotivo delle neomamme ma ha coinvolto attivamente anche i neopapà.


    LEGGI ANCHE: Depressione post parto, l'hai avuta anche tu?


    Ed è emerso che sedici coppie su cento sarebbero a rischio. La media nazionale è di circa il 10%. Tra le coppie prese in esame c’erano sia studentesse che professioniste così impiegate e operaie, straniere o italiane.
    Tutte le situazioni a rischio sono state affrontate e alcune mamme sono ancora in terapia; pensate che in certi casi è addirittura temuto che la madre potesse fare del male al neonato, e il bimbo nella stanza da letto dei genitori è stato anche  allontanato dalla mamma e spostato accanto al padre.
    La dottoressa Gioppato spiega come le madri che sono state educate ad aderire alle aspettative della “madre ideale” (LEGGI) sono quelle che sviluppano più facilmente sentimenti di inadeguatezza e incapacità a soddisfare i bisogni del lattante. Fino a vivere l’essere madre come un lavoro sfinente e insopportabile. 
    Purtroppo ogni storia a sé e le storie delle madri in preda a depressione post-partum sono, come potete di certo immaginare, terribili.



    Gli psichiatri dell’Asl To1 aggiungono altri particolari: molte delle neomamme in preda a depressione lamentano l’assenza del partner: ma spesso sono loro a tenere lontani i mariti o i compagni dal bambino, come se la cura del neonato fosse un ambito esclusivamente loro, un compito della madre. Un altro possibile fattore scatenante è il rapporto della madre con sua madre: madri delle neo-mamme distaccate o in conflitto non aiutano, anzi. Un buon rapporto di coppia favorisce la serenità, ma spesso marito e moglie esternano poco le loro emozioni, preoccupandosi soprattutto delle questioni pratiche: il biberon, la pappa, il cambio del bambino.


    GUARDA LE FOTO
    : Depressione post parto al cinema e nel mondo dei VIP



    Per quanto riguarda i papà sono i cambiamenti fisici della partner a minare la situazione e questo può portare anche al tradimento (spesso fonte di depressione).
    Queste le parole piene di speranza di Ferruccio Massa, direttore generale dell’Asl To1: "Lo studio ci aiuterà a prevenire e a intercettare situazioni a rischio, indirizzandole da subito verso un percorso di cura o a una rete di sostegno della coppia".
    Secondo me non esistono mamme perfette e non dovreste pretendere l’impossibile da voi stesse; forse vi sembrerà banale ma sarebbe il caso di pensare solamente al bene di vostro figlio.
    Non esistono nemmeno delle wonder woman e se sentite di non farcela, cercate di rendere partecipe anche il vostro compagno (LEGGI). La nascita di un figlio stravolge sia la vita delle donne che degli uomini ma per far sì che questa trasformazione non abbia effetti devastanti ed irreparabile anzitutto dovete fare un percorso dentro di voi che ci faccia vedere anche quali sono i vostri limiti. Limiti che non devono farvi pensare di non essere all’altezza del nuovo ruolo ma che semmai mettano in evidenza il lato umano perché come vi ho detto non esistono mamme perfette.




    Caricamento in corso: attendere qualche istante...

    0
    Commenti

    Chiudi
    Aggiungi un commento a Depressione post partum: identikit delle mamme che ne soffrono...
    • * Nome:
    • Indirizzo E-Mail:
    • Notifica automatica:
    • Sito personale:
    • * Titolo:
    • * Avatar:
    • * Commento:
    • * Trascrivi questo codice:
    * campi obbligatori