gpt skin_web-parto-0
gpt strip1_generica-parto
gpt strip1_gpt-parto-0
1 5

Depressione in gravidanza e nel post partum, incontro gratuito

L'Osservatorio Nazionale sulla salute della Donna organizza a Milano un incontro gratuito per parlare di questo grave problema che affligge molte donne

Martedì 4 dicembre, alle ore 11.00 a Milano, presso la Sala Maria Bambina dell’Azienda Ospedaliera Fatebenefratelli e Oftalmico, l'O.N.Da (Osservatorio Nazionale sulla salute della Donna) organizza una conferenza dal titolo: “Depressione in gravidanza e nel post partum”. L’incontro è gratuito ed aperto a tutti.



LEGGI ANCHE: La storia di una mamma guarita dalla depressione post-partum



La depressione è una malattia molto comune nelle donne in età fertile e rappresenta una delle principali complicanze durante la gravidanza ed il principale fattore di rischio per la depressione post-partum. Quest’ultima è una particolare forma di disturbo nervoso che colpisce alcune donne a partire dal 3° o 4° giorno seguente la gravidanza e che può avere una durata di diversi giorni. Oltre il 70% delle madri, nei giorni immediatamente successivi al parto, manifesta leggeri segnali di depressione. Si tratta quindi di una reazione piuttosto comune i cui sintomi includono crisi di pianto senza motivi apparenti, irritabilità, inquietudine e ansietà che generalmente scompaiono in pochi giorni.

Ben più gravi e duraturi sono i sintomi della depressione post-partum che possono perdurare anche per un intero anno. La scienza medica non ha fornito ancora delle spiegazioni definitive riguardo le cause del fenomeno; alcuni studi attribuiscono questa patologia a cambiamenti ormonali nella donna. In realtà ci sono molti altri fattori che concorrono alla comparsa della depressione post-partum, perlopiù di origine psicologica legata agli eventi immediatamente successivi al parto, come il cambiamento di ruolo della donna in ambito sociale, il timore per le sue imminenti responsabilità, il proprio aspetto fisico.







Una donna che soffre di depressione post-partum ha bisogno di ritrovare la fiducia nelle proprie capacità di madre, a volte di ricostruire la relazione con il proprio bambino, sempre di essere accolta, ascoltata, sostenuta e liberata dai sensi di colpa e di vergogna che questa sofferenza le ha provocato, minando profondamente la sua autostima e l’immagine di sé come donna e come madre.

Il Progetto “Un sorriso per le mamme”
Questo progetto nasce dalla consapevolezza di quanto sia importante sostenere ed essere vicini alle donne in questo periodo particolare della loro vita durante il quale risulta difficile comunicare agli altri i propri problemi, la propria tristezza e le proprie ansie a causa di un senso di colpa che contrasta fortemente con la natura lieta della futura nascita.



LEGGI ANCHE: Depressione post-partum: l'hai avuta anche tu?



Si parla molto poco di prevenzione. O.N.Da vuole trasmettere un messaggio chiaro: le donne non sono sole e si può uscire da questo momento di depressione, anche grazie alla condivisione delle proprie paure. È importante, in quest’ottica, stimolare non solo la classe medica, ma anche l’opinione pubblica, al fine di confrontarsi su un tema di straordinaria importanza e attualità.

Il progetto comprende un’azione Istituzionale (approvazione in Senato della Mozione n. 1-00239), una campagna di comunicazione multicanale (sito dedicato: www.depressionepostpartum.it), la stesura di un documento che racchiude le indicazioni di buona pratica clinica per la gestione della depressione perinatale e si avvale del supporto di un network di sei centri di eccellenza dislocati in tutta Italia: Milano, Torino, Pisa, Ancona, Napoli e Catania.

gpt native-bottom-foglia-parto
gpt inread-parto-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-parto-0