gpt skin_web-parto-0
gpt strip1_generica-parto
gpt strip1_gpt-parto-0
1 5

Cambiamenti del corpo post parto

/pictures/20150714/cambiamenti-del-corpo-post-parto-2257914633[5480]x[2283]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-parto

Durante il primo mese post parto il corpo della donna subisce dei cambiamenti, in parte simili ai disagi avuti nei nove mesi di gravidanza

Cambiamenti del corpo post parto

Dopo il parto il corpo femminile subisce dei cambiamenti che in parte serviranno a riportarlo alla forma prima della gravidanza e in parte saranno simili ai disagi avuti durante i nove mesi. In questo periodo le energie della neomamma saranno assorbite dalle cure del bambino appena nato, dalla carenza di sonno e dall’allattamento. Il periodo dei cambiamenti post parto riguarda soprattutto il primo mese, mentre già dal secondo i sintomi inizieranno a diminuire.

  • Perdite vaginali o lochi

Come sarà la vagina dopo il parto? Dopo aver partorito si hanno delle perdite vaginali molto abbondanti. Apparentemente simili alle mestruazioni sono composte da liquidi e sangue che l’utero espelle dopo la nascita del bambino. Le perdite durano circa sei settimane e possono cambiare colore e consistenza, diventando sempre più chiare e alla fine anche giallastre.

Cambiamenti post parto
  • Gonfiore o edema

Subito dopo il parto alcune donne possono accusare gonfiore soprattutto nella zona del viso e delle gambe. Si tratta di una situazione che tende a scomparire nelle settimane successive al parto. Per alleviare i sintomi soprattutto da gambe gonfie si può cercare di tenerle alzate in modo da favorire la circolazione.

  • Irritazione vaginale

In caso di parto naturale è normale avere irritazione vaginale dopo la nascita del bambino, soprattutto se c’è stata lacerazione o se è stata praticata l’episiotomia. Il gonfiore e l’irritazione sono dovute al cambiamento subito da tutta la zona vaginale per permettere al bambino di uscire. La situazione migliora nell’arco delle settimane dopo il parto.

gpt native-middle-foglia-parto

  • Incontinenza

Nei primi due mesi dopo il parto può accadere di avere piccoli episodi di incontinenza. Sono dovuti al rilassamento dei legamenti e dei muscoli pelvici che si sono sforzati durante la gravidanza. Si può cercare di recuperare la tonicità con esercizi di contrazione e rilassamento dei muscoli vaginali.

  • Emorroidi e stitichezza

Lo sforzo del parto naturale porta molte donne ad accusare problemi di emorroidi. Il rallentamento intestinale che in molti casi si verifica dopo il parto non aiuta a una veloce risoluzione del problema. E’ consigliabile in questo periodo curare molto l’alimentazione, mangiando frutta, verdura, alimenti ricchi di fibre e bere molta acqua.

  • Ingorghi mammari

Con l’arrivo della montata lattea poco dopo il parto e l’avvio dell’allattamento, la produzione di latte non è ancora ben regolata. In questa fase può accadere di avere ingorghi mammari. E’ consigliabile allattare il bambino a richiesta e svuotare il latte in eccesso. In caso di febbre o comparsa di altri sintomi bisogna contattare il medico.

  • Perdita dei capelli

Durante i primi mesi dopo il parto può capitare di notare una perdita dei capelli maggiore del normale. Si tratta di uno stato transitorio che il corpo recupera con il tempo. Evitare di assumere o utilizzare sostanze per i capelli che non siano compatibili con l’allattamento.

gpt native-bottom-foglia-parto
gpt inread-parto-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-parto-0