gpt skin_web-parto-0
gpt strip1_generica-parto
gpt strip1_gpt-parto-0
1 5

Travaglio: le posizioni per sentire meno dolore

/pictures/2016/12/13/travaglio-le-posizioni-per-sentire-meno-dolore-106038593[1233]x[515]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-parto

La posizione da tenere durante il parto è una cosa assolutamente soggettiva. Ecco le più comuni posizioni per sentire meno dolore durante il travaglio

Posizioni per sentire meno dolore durante il travaglio

La posizione da tenere durante il travaglio  e il parto è una cosa assolutamente soggettiva infatti quasi tutte le strutture ospedaliere consentono alla partoriente di compiere qualsiasi movimento preferisca.
In particolare, a dispetto di quanto siamo portate a credere, non occorre affatto rimanere inchiodate a letto tutto il tempo, anzi è provato che la posizione supina presenti precisi inconvenienti per il bambino. L'utero infatti, che in questa posizione non ha la classica forma a uovo, si deforma in modo innaturale e potrebbe comprimere le grosse vene rendendo difficoltoso o riducendo lo scambio di sangue con il bambino attraverso la placenta.

I dolori del travaglio

I dolori del parto si presentano con delle contrazioni uterine intense, crescenti in durata e più o meno regolari. Mediamente le contrazioni tipiche di un travaglio attivo sono circa 7 in 15 minuti della durata minima di 15-20 secondi ciascuna. I dolori del parto per alcune donne somigliano a delle forti coliche renali, per altre a delle fitte dolorose intorno alla vita, il basso addome o localizzate sulla schiena. Ma come affrontare i dolori del parto? Tra le tecniche antalgiche naturali ci sono i bagni caldi, i massaggi localizzati nella sede in cui il dolore è più intenso, e infine vediamo come il cambiamento di posizione possa aiutare a ridurre il fastidio. Ogni donna troverà una posizione più comoda, che l'aiuterà a sopportare il dolore; non ci sono regole, il consiglio è sempre quello di ascoltare il proprio corpo e assecondarlo.

Posizioni del travaglio attivo

  • Posizione in piedi o camminando

Nelle prime fasi del travaglio la partoriente solitamente prova maggiore benessere stando in piedi (posizione che tra l'altro aiuta il bambino a scendere grazie alla forza di gravità) o camminando appoggiandosi al muro ad un mobile o al compagno durante la contrazione.

  • Dondolore

Dondolare ruotare o inclinare il bacino può rivelarsi molto utile. Al vostro piccolo che sta per nascere piacerà essere cullato, soprattutto quando arrivano le contrazioni. Questo movimento potrebbe favorire l'apertura delle pelvi e la discesa del bambino.

  • In ginocchio

E' consigliabile anche mettersi in ginocchio, soprattutto in caso di travaglio di schiena, appoggiandosi a una sedia o alle spalle del vostro compagno. E' una posizione consigliata anche nel travaglio normale perché sembra ridurre il dolore rispetto alla posizione seduta, perché permette di trasferire la pressione della spinta verso la parte inferiore della colonna vertebrale.

 

Posizioni per partorire prima

  • Accovacciata

E' tra le posizioni più tradizionali, usata dalle partorienti da tempo immemore.  Accovacciarsi con i talloni che toccano terra e le ginocchia divaricate in una posizione che ricorda una rana, apre il bacino e il bambino ha il massimo spazio possibile per scendere.

  • A carponi

Un'altra posizione consigliata per agevolare la discesa del bimbo è quella carponi, particolarmente indicata per alleviare il mal di schiena e consiste nel mettersi a quattro zampe con le mani distanziate alla larghezza delle spalle prestando particolare attenzione a non inarcare la schiena. Da questa posizione facilmente verrà poi spontaneo piegarsi in avanti appoggiando gli avambracci sul pavimento. Anche questa posizione per la sua prerogativa di allontanare il bimbo dalla colonna vertebrale aiuta ad alleviare il dolore alla schiena. Importante può rivelarsi a questo proposito divaricare le ginocchia in modo che l'addome rimanga come sospeso tra esse.

Posizione meno dolorosa per partorire

  • Seduta

Seduta sul letto o su un pallone per il parto, questa posizione potrebbe alleviare il dolore del parto e delle contrazioni e aiutare il bambino a scendere lungo il canale del parto. In alcune strutture sono disponibili le sedie per il parto.

  • Sul fianco

La posizione sul fianco è consigliata se siete troppo stanche per stare in piedi o sedute. E' indicata anche nella fase espulsiva per rallentare un parto troppo veloce e diminuire l'intensità dei dolori. 

Vi ricordiamo che non ci sono posizioni migliori di altre durante il parto, e che potreste iniziare il travaglio in un modo e terminarlo cambiando posizione. L'importante è sentirsi a proprio agio e vivere questo momento magico nel migliore dei modi, consapevoli del proprio corpo e dell'emozione indescrivibile che si proverà quando avrete tra le braccia vostro figlio

 

 

 
gpt native-bottom-foglia-parto
gpt inread-parto-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-parto-0