gpt skin_web-parto-0
gpt strip1_generica-parto
gpt strip1_gpt-parto-0
1 5

Parto cesareo: possibili pericoli per il nascituro

Secondo una ricerca compiuta da alcuni scienziati del del Karolinska Institutet di Stoccolma i bambini nati con parto cesareo andrebbero incontro a maggiori rischi di contrarre malattie immunologiche come diabete e asma

neonato_6Secondo una ricerca compiuta da alcuni scienziati del del Karolinska Institutet di Stoccolma i bambini nati con parto cesareo andrebbero incontro a maggiori rischi di contrarre malattie immunologiche come diabete e asma.
Secondo Mikael Norman, professore del Karolinska Institutet “La ragione dell'alterazione del DNA potrebbe essere dovuta all'alto livello di stress che i neonati subiscono durante questa procedura.
Il parto cesareo e' stato associato ad aumento del rischio di allergie, diabete e leucemia. Riteniamo che le condizioni alterate di nascita imprimano dei cambiamenti nelle cellule immunitarie, cambiamenti che si manifestano più tardi nel corso della vita. Abbiamo misurato il livello di metilazione del DNA, un importante meccanismo biologico durante il quale il DNA è modificato e dei geni vengono attivati o disattivati a seconda delle risposte ambientali.
Abbiamo trovato dei valori di metilazione di DNA dei globuli bianchi nei nati col cesareo rispetto a quelli nati con un parto normale. Non sappiamo ancora con certezza perchè ma la ragione potrebbe essere lo stress elevato che i neonati subiscono e che scatena un aumento della mutilazione”.
Lo stesso medico ha anche aggiunto che occorrono maggiori studi.

Secondo alcuni recenti studi l’Italia è il paese con il più alto numero di parti con cesareo. Parto cesareo che comunque sia in alcuni casi è consigliato e sono le stesse mamme a preferirlo. Molte infatti ritengono sia più sicuro e anche maggiormente controllabile. Vi ricordo inoltre che se la futura mamma dovesse avere particolari infezioni come l’herpes genitale o se si dovesse presentare la situazione di “placenta previa centrale” (situazione che complicherebbe o impedirebbe l’uscita del piccolo) il parto cesareo è sempre la soluzione migliore. Parto cesareo che può anche essere una soluzione dell’ultimo minuto e quindi non programmato quando c’è il distacco anche parziale della placenta oppure se il travaglio dovesse essere particolarmente lungo.

E’ un po’ come il discorso relativo all’epidurale: ci sono ospedali e medici che quasi si rifiutano nel 2009 di eseguirla. Non si può stabilire a priori cosa sia giusto o sbagliato perché come abbiamo visto (e sono certa arriveranno nuovi studi e ricerche) esistono sia pro sia contro. Un bravo medico dovrebbe sempre sapere consigliare la soluzione migliore sia per la salute della mamma sia per quella del piccolo. Purtroppo questo non sempre avviene. A proposito di epidurale: in caso di parto d’urgenza non sarà possibile effettuarla poiché richiede diversi minuti per cominciare a produrre il suo effetto.

Qualche tempo fa abbiamo anche parlato del parto in casa e di come in Italia, a differenza di altri paesi, non sia affatto diffuso. Medici più preparati, un numero maggiore di ostetriche pronte a rispondere a qualsiasi dubbio: ecco quello di cui avremmo bisogno e poi forse anche in Italia si potrà parlare di “tipo di parto consapevole” e non di un paese in cui quasi obbligatoriamente si opta per quello cesareo

Link su PM: http://www.pianetamamma.it/parto/cesareo.html

Martina Braganti
gpt native-bottom-foglia-parto
gpt inread-parto-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-parto-0